Moto in autostrada: prorogato lo sconto sul pedaggio

06/08/2018

Buone notizie per i centauri di tutta Italia, che durante il periodo estivo potranno risparmiare per viaggiare con la propria moto. Gli sconti sulle tariffe autostradali, di cui ci siamo occupati nella news “Pedaggi autostradali, sì al taglio delle tariffe per le moto”, sono stati prorogati fino al 30 giugno 2019 e a darne l’annuncio è stato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, che commenta così la notizia: “ho dato il via libera alla proroga di un anno dell’accordo tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’AISCAT (Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori) per rinnovare lo sconto del 30% ai caselli autostradali in favore dei motociclisti dotati di Telepass”. 

Un anno di sconti

La sperimentazione è iniziata il primo agosto dello scorso anno, quando l’AISCAT ha risposto positivamente alle sollecitazioni del Governo, a sua volta chiamato in causa dalla richiesta dell’ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori) che da anni sosteneva l’idea di cambiare la logica dei pagamenti autostradali che equiparava due e quattroruote.  

La proroga dello sconto porta i motociclisti a utilizzare maggiormente le strade a pedaggio per i viaggi, uno scenario che va sicuramente a vantaggio della sicurezza degli stessi guidatori. La maggior tutela risulta anche dai dati 2017 forniti dall’ACI (Automobile Club d’Italia), secondo cui i centauri coinvolti in un sinistro autostradale hanno quasi il doppio delle probabilità di sopravvivere rispetto allo stesso evento che si verifica su strada provinciale o statale.

Ricordiamo che le tariffe più basse in favore delle due ruote vengono applicate in Austria, Francia, Grecia, Portogallo, Serbia, Slovenia e Repubblica Ceca, dove si paga tra il 30% ed il 50% in meno rispetto alle auto. In altri Stati europei invece non è dovuto alcun pedaggio, vale a dire in Belgio, Danimarca, Finlandia, Germania, Gran Bretagna, Lettonia, Lituania, Norvegia, Olanda e Svezia, mentre il costo rimane uguale in Romania, Spagna, Svizzera e Ungheria.

In attesa dei guard rail Salva Motociclisti

La speranza per i motociclisti non è solo quella di risparmiare in autostrada ma anche di viaggiare più sicuri. Dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti danno per certo che è in arrivo il decreto per disciplinare il montaggio delle nuove barriere SM (Salva Motociclisti), con i tecnici della Direzione generale per la sicurezza stradale che avrebbero completato il provvedimento grazie alle indicazioni provenienti dal Consiglio superiore dei lavori pubblici. La loro caratteristica principale è la presenza di una protezione che copre tutta la parte bassa del guard rail, al fine di ridurre al minimo il pericolo per i motociclisti in caso di incidente. È bene non dimenticare che le barriere di vecchia concezione sono state sviluppate per assorbire gli impatti delle automobili, ma la caduta da una moto fa rischiare al guidatore l’urto contro gli affilati elementi di sostegno in lamiera. L’utilizzo dei nuovi profilati può essere considerato anche un investimento per lo Stato italiano, visto che gli incidenti stradali e le loro conseguenze costano complessivamente 30 miliardi di euro l’anno. 

E gli sconti sull’assicurazione?

È questo un altro punto su cui i motociclisti vorrebbero maggiore tutela. Parliamo dei tagli delle tariffe RC Auto voluti dal Ddl concorrenza, che però non sono destinati agli assicurati di moto e scooter di tutta Italia. La ragione è da attribuire soprattutto alla difficoltà di installare sulle due ruote dispositivi come la scatola nera e l’alcolock, entrambi fondamentali per applicare ai contratti le cosiddette clausole antifrode.

Tuttavia, fa riflettere il fatto che i motociclisti pagano importi assicurativi vicini a quelli versati dai proprietari di un'auto. Sarebbe dunque necessario ampliare la nuova normativa alle due ruote, visto che il peso delle polizze moto incide anche negativamente sul mercato delle due ruote nuove e usate.

Ma allora come risparmiare sull’RC Moto?

I centauri possono usufruire delle polizze moto più convenienti grazie a Segugio.it, il portale che effettua un servizio di comparazione gratuito, semplice e veloce. Volendo stipulare un contratto al 20 di luglio per una Yamaha Tracer 900 ABS - 115 CV (appena immatricolata da un 35enne romano in prima classe di merito, percorrenza di 10.000 chilometri annui, nessun sinistro negli ultimi 5 anni), risulta quale miglior prezzo la proposta di Zurich Connect, 270,20 euro, il cui contratto rinuncia a esercitare il diritto di rivalsa se al momento del sinistro il conducente guida con patente scaduta (purché la licenza venga rinnovata entro 90 giorni). La compagnia applica la formula di guida esclusiva, che rende la moto utilizzabile dal solo conducente principale.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Moto in autostrada: prorogato lo sconto sul pedaggio Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare