Chiama gratis 800 999 555

Patenti scadute: rinnovo prorogato fino alla fine di agosto

Pubblicato il 14/04/2020

Aggiornato il 17/04/2020

Le patenti in scadenza dal 31 gennaio 2020 potranno essere rinnovate entro il 31 agosto. Lo riporta la circolare 9209 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (Mit), che chiarisce quanto previsto dal decreto Cura Italia varato per l’emergenza Coronavirus.

Il decreto aveva creato qualche dubbio, visto che la patente rientra sia tra gli atti abilitativi, la cui validità è stata prorogata al 15 giugno 2020, che tra i documenti di riconoscimento, per cui si è deciso un prolungamento della validità fino al 31 agosto. Da qui l’intervento del Mit, che ha scelto quest’ultima data come l’unica da tenere in considerazione per effettuare il rinnovo della patente di guida.

E per le patenti scadute prima del 31 gennaio?

In questo caso il Ministero ha scelto la linea più restrittiva: chi è in possesso di una patente scaduta prima del 31 gennaio non potrà guidare il veicolo fino al momento del rinnovo. Ricordiamo però che il rinnovo della patente in questo periodo è improbabile, sia per la difficoltà a reperire un medico abilitato (effettua la visita e rilascia il certificato attestante l’idoneità alla guida), che per la chiusura di autoscuole e agenzie di pratiche auto.

Le sanzioni per chi circola con la patente scaduta sono pesanti. Il trasgressore può ricevere dalle forze dell'ordine una multa il cui importo varia tra i 160 e i 644 euro, nonché subire il ritiro della patente scaduta. Il guidatore, dal momento in cui è stato sanzionato, ha 10 giorni di tempo per procedere al rinnovo della patente: solo successivamente potrà recarsi presso il comando di polizia per riavere il documento di guida ritirato. Nel caso in cui dovessero passare più di 10 giorni, la patente scaduta potrà essere ritirata presso la Prefettura della zona dove è avvenuta la violazione.

Attenzione a non provocare un incidente con la patente scaduta

In caso di sinistro l’impresa assicurativa potrà rivalersi sul proprio assicurato: dunque, l'assicuratore potrebbe far ricadere su quest'ultimo i danni provocati alle cose e alle persone, richiedendogli la cifra risarcita. Tuttavia, molte assicurazioni offrono la rinuncia alla rivalsa se il documento viene rinnovato entro 2/3 mesi dalla data in cui è avvenuto l’incidente: si tratta di un vantaggio offerto anche dalle compagnie partner di Segugio.it, il portale online che offre le migliori polizze auto (ma anche moto e autocarro) sul mercato – le uniche che consentono di risparmiare fino a 500 euro sul premio assicurativo.

Le altre abilitazioni alla guida prorogate

Il foglio rosa in scadenza tra il primo febbraio e il 30 aprile 2020, sarà valido fino al 30 giugno; stessa data anche per le Carte di Qualificazione del Conducente (CQC, per mezzi pesanti) e i Certificati di Formazione Professionale (CFP, per merci pericolose) con scadenza dal 23 febbraio al 29 giugno. Prorogati invece al 15 di giugno i certificati di abilitazione professionale (Cap, per veicoli come taxi e ambulanze) in scadenza dal 31 gennaio al 15 aprile. Fino al 15 giugno resteranno validi anche i permessi per chi guida veicoli pesanti avendo superato i limiti di età previsti dall’articolo 115 del Codice della Strada (60 o 65 anni, a seconda della categoria del veicolo) e per chi guida affetto da malattie che possono limitare le capacità di condurre un mezzo in sicurezza.

Di sicuro non è facile tenere sotto controllo le continue novità in questi tempi di Coronavirus. Per aiutarti in questa attività e suggerirti anche soluzioni di risparmio sulle principali voci di spesa del bilancio familiare, utile leggere la guida Covid-19 e finanza personale di Segugio.it.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati