Chiama gratis 800 999 555

Bonus mobilità: le ultime novità nel Decreto Rilancio

Pubblicato il 14/05/2020

Semaforo verde al Decreto Rilancio, approvato dal Consiglio dei Ministri per garantire aiuti a famiglie e imprese per 55 miliardi di euro. Tanti gli argomenti sul tavolo: incentivi al personale sanitario, bonus per i lavoratori autonomi, taglio delle tasse, pacchetto turismo, misure per sport e agricoltura. E non solo.

Spazio, infatti, anche alla mobilità: con il decreto Rilancio arrivano gli incentivi per l’acquisto di biciclette tradizionali, bici elettriche, monopattini elettrici, segway, monowheel e hoverboard.

L’obiettivo è incentivare forme di mobilità sostenibile alternative al trasporto pubblico. Uno strumento creato per assicurare il diritto alla mobilità delle persone nelle aree urbane a fronte dei limiti al trasporto pubblico locale messi in campo dagli enti locali per far fronte all’emergenza epidemiologica da Coronavirus.

A chi si rivolge

Favorire la mobilità sostenibile, ridurre le emissioni di anidride carbonica e consentire un maggiore distanziamento tra persone sui mezzi di trasporto pubblico. Queste le “mission” del bonus mobilità, valido per gli acquisti fino al 31 dicembre 2020 ed inserito nel decreto Rilancio.

I cittadini possono richiederlo soltanto una volta ed esclusivamente per una delle destinazioni d’uso fissate. I destinatari della misura sono residenti maggiorenni nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane, nei capoluoghi di Provincia e nei comuni con popolazione superiore a 50mila abitanti.

Il bonus copre il 60% della spesa sostenuta, ma non andrà oltre i 500 euro. Parliamo, dunque, di un 10 per cento in meno rispetto a quanto era stato preannunciato nei giorni scorsi dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli. Nelle prime bozze del decreto il bonus avrebbe dovuto coprire, infatti, il 70% della spesa per bici, monopattini elettrici, hoverboard, monowheel, segway.

Il buono mobilità può essere usato per l’acquisto di bici, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione in maggioranza elettrica; sarà retroattivo, ossia valido per spese fatte dal 4 maggio 2020 al 31 dicembre 2020.

Soddisfatto per il risultato raggiunto il ministro dell’Ambiente Sergio Costa: "Il bonus per l'acquisto delle biciclette è realtà: i cittadini potranno comprare una bici classica, a pedalata assistita o un monopattino pagando solo il 40%, il resto ce lo mette lo Stato (fino a 500 euro). Parliamo di un fondo del ministero dell'Ambiente di 120milioni di euro che insieme al Ministero dei trasporti abbiamo inserito in questa norma. Parliamo di un indotto economico incredibile. Ricordo che l'Italia è il secondo produttore di bici al mondo, inoltre finalmente iniziamo il processo di mobilità sostenibile, tassello fondamentale per la ripresa post Covid".

Il Governo annuncia lo stanziamento di ulteriori 50 milioni di euro per l’anno 2020, per un totale di 120 milioni di euro per tale annualità. Per gli anni 2021 e seguenti il Programma incoraggia il trasporto pubblico locale e regionale e le forme di mobilità sostenibile ad esso complementari, a fronte della rottamazione di autoveicoli e motocicli altamente inquinanti.

Si prevede - fa sapere il Governo - che il buono venga riconosciuto per la rottamazione della tipologia di autovetture e di motocicli indicati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020. Il decreto allarga ancora la normativa vigente che prevede il finanziamento di progetti per la creazione, il prolungamento, l’ammodernamento e la messa a norma di corsie riservate per il trasporto pubblico locale, ricomprendendo anche le piste ciclabili.

Abbonamenti di viaggio e rimborsi

Buone notizie anche per i viaggiatori pendolari: con il decreto Rilancio viene introdotto il rimborso delle spese per l’acquisto di abbonamenti di viaggio per servizi ferroviari e di trasporto pubblico. A farne richiesta possono essere tutti coloro che risultano in possesso di un abbonamento ferroviario o di trasporto pubblico locale valido durante il periodo del lockdown e che non hanno potuto usare, sia in parte che del tutto, il titolo di viaggio. Il rimborso avverrà attraverso un voucher o mediante la proroga della durata dell’abbonamento.

Per conoscere nei dettagli tutte le misure adottate per far fronte all’epidemia da Coronavirus e per ricevere informazioni utili su come ridurre i consumi e risparmiare, Segugio.it ha elaborato una guida con tutte le ultime notizie sul Covid-19.

A cura di: Tiziana Casciaro
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati