RC Auto: niente sconti obbligatori per chi monta la scatola nera

01/02/2019

RC Auto: niente sconti obbligatori per chi monta la scatola nera

Automobilisti delusi per la cancellazione dell’emendamento al Decreto semplificazioni che impone gli sconti “obbligatori” sull’RC Auto per chi monta la scatola nera, la cui logica era quella di far entrare in vigore le riduzioni sia per le black box già esistenti che per quelle ancora da montare.

Ricordiamo che la scontistica per i contratti che includono il dispositivo è già prevista dal Ddl concorrenza, approvato nell’agosto del 2017. Tuttavia, il Disegno di legge non è ancora operativo, in quanto necessita dell’emanazione dei decreti attuativi da parte del Ministero dei Trasporti e dello Sviluppo economico, argomento di cui si può approfondire nella news “Ddl concorrenza: sconti RC Auto a rischio senza il decreto attuativo”.

Già presente il regolamento per gli sconti

Le modalità per determinare i tagli sulle tariffe decisi dal Ddl concorrenza sono state disciplinate dal Regolamento 37/2018 dell’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni). In particolare, è previsto per gli assicurati uno sconto subordinato a tre condizioni:

- ispezione preventiva del veicolo;

- installazione sul veicolo di meccanismi elettronici che ne registrano l’attività (scatola nera o equivalenti);

- montaggio di congegni (come l’alcolock) che impediscono l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge.

L’importanza della black box

La sua diffusione ha fatto registrate nel giro di pochi anni un vero e proprio boom. I dati raccolti dall’IVASS (Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni) dicono che alla fine del secondo trimestre 2018 la scatola nera è attiva in oltre il 20,1% dei contratti RC Auto, una percentuale che nel 2013 si fermava all’11%. Il suo montaggio è più frequente nelle regioni del centro e del sud Italia, con le province di Napoli e Caserta che la rilevano in oltre il 50% dei contratti stipulati.

A oggi l’installazione della black box ha portato diversi vantaggi economici per gli assicurati: secondo gli esperti, il risparmio nelle zone più a rischio frode può arrivare fino al 20-25%.

Un report dell’ANIA (Associazione Nazionale Imprese Assicurative) ha anche stabilito che chi monta la scatola nera ha una condotta di guida più responsabile, con una conseguente riduzione della probabilità di provocare sinistri. La frequenza di incidenti causati da vetture che montano questo dispositivo è infatti inferiore tra il 2% e il 5% rispetto a quella dei veicoli senza alcuna dotazione.

Il risparmio arriva anche con la comparazione delle polizze

Gli utenti della strada hanno imparato che per tagliare la spesa Rc Auto serve anche confrontare le tariffe su Segugio.it, il portale che permette di individuare i premi più bassi sul mercato grazie ai preventivi messi a disposizione dalle primarie compagnie partner.

Un esempio di simulazione può aiutare a chiarire la reale convenienza a utilizzare il comparatore. Ipotizzando di voler assicurare una Audi A1 SPB 30 TFSI (acquistata da un 35enne di Milano che staziona in prima classe di merito, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 15.000 chilometri), si scopre che il miglior prezzo è quello praticato da Verti, 205,26 euro, che prevede una copertura con formula di guida esperta (automobilisti con più di 23 anni). L’assicurazione garantisce massimali che si attestano sui 7 milioni di euro per i danni alle persone e 2,5 milioni di euro per quelli alle cose.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
RC Auto: niente sconti obbligatori per chi monta la scatola nera Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare