IVASS, ecco come cambia l’RC Auto

20/01/2018

Nuove regole per l’RC Auto. L’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) aggiorna alcune disposizioni che disciplinano i contratti dell’RC Auto, un intervento che l’ente ha ritenuto necessario visto il profondo cambiamento del mercato assicurativo negli ultimi anni.

Le modifiche si concentrano in particolare su due regolamenti, vale a dire la Classe di merito, il valore in base al quale viene stabilito il prezzo da pagare per la polizza, e l’Attestato di Rischio. Per quest’ultimo si tratta di una semplice novità, in quanto il documento dovrà tenere conto anche degli eventuali sinistri pagati fuori dal periodo di osservazione e di quelli cosiddetti tardivi, avvenuti dopo la scadenza.

Classe di merito, cosa cambia?

L’IVASS è intervenuta in particolare sul tema assicurativo del noleggio a lungo termine, una formula che spinge il mercato italiano dell’auto e che nella prima parte del 2017 ha fatto un balzo in avanti del 15,4%. Le nuove norme prevedono che sia eliminata la penalizzazione della classe di merito per gli automobilisti che scelgono questa forma d’acquisto del mezzo. Dunque, il conducente che passa da un’auto a nolo a una di proprietà non perderà la storia assicurativa acquisita: l’assicurato potrà utilizzare la classe di merito maturata, senza dover ripartire da una polizza che assegna la quattordicesima classe, con conseguente penalizzazione in termine di premio pagato.

Sempre in tema di classe di merito l’Istituto estende i benefici riconosciuti fino a oggi ai coniugi ad altre forme di unione civile. L’attuale legislazione consente, in caso di trasferimento di proprietà di un veicolo tra persone sposate, che il riconoscimento della classe di merito possa essere trasferito al coniuge acquirente solo in caso di regime legale di comunione dei beni. La nuova formulazione abolisce il presupposto del regime legale di comunione e sostituisce la parola coniuge con persona coniugata o unita civilmente oppure convivente di fatto.

L’ultima modifica inerente la classe di merito riguarda il riconoscimento e mantenimento della stessa in capo all’abituale conducente di un veicolo intestato a un soggetto portatore di handicap.

Valutazione delle nuove normative.

Si dovrà attendere 45 giorni affinché i nuovi regolamenti voluti dall’IVASS vengano valutati dalle compagnie assicurative. Ricordiamo che entro il 25 gennaio dovrà chiudersi un’altra pubblica consultazione, vale a dire quella che riguarda gli sconti che le imprese dovranno riconoscere in caso di applicazione delle clausole antifrode previste dal Ddl concorrenza – di cui si può leggere nella news "Sconti RC Auto, arriva il regolamento dell’IVASS". La prima tipologia di sconto sarà riconosciuta quando ricorre almeno una di queste tre condizioni:

-  il veicolo viene ispezionato preventivamente (a spese dell’assicuratore);

-  sono installati sul mezzo meccanismi elettronici, quali la scatola nera o equivalenti, che ne registrano l’attività;

- sul veicolo viene montato un congegno elettronico (il cosiddetto alcolock) che impedisce l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge.

Il secondo abbuono, definito come sconto “aggiuntivo”, è applicabile invece agli assicurati che negli ultimi quattro anni non hanno provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria. Una condizione per riconoscere la riduzione è che sull’auto sia installata la black box e che i sottoscrittori della polizza risiedano nelle province a maggiore tasso di sinistrosità individuate dall’IVASS.

Non solo sconti. Gli assicurati potranno risparmiare sulla polizza grazie ai vantaggi previsti dal Ddl concorrenza, ma anche con l’utilizzo dei comparatori online: è bene non dimenticare che il premio più conveniente passa anche dal confronto delle tariffe effettuato su Segugio.it, il portale leader in Italia in questo settore.

Ipotizzando di voler assicurare una Audi A4 5ª serie 2.0 TDI 150 CV ultra S tronic (acquistata da un 40enne di Siena, prima classe di merito, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 30.000 chilometri), si scopre che il miglior prezzo è quello praticato da Zurich Connect, 230,64 euro, che prevede una copertura con formula di guida esperta (conducenti con più di 25 anni). L’assicurazione garantisce massimali per danni alle cose e alle persone maggiori di quelli minimi previsti dalla legge, con entrambi che si attestano sui 7,5 milioni di euro.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
IVASS, ecco come cambia l’RC Auto Valutazione: 4,2/5
(basata su 5 voti)
800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare