Chiama gratis 800 999 555

Moto: quali rischi si corrono a viaggiare senza assicurazione?

Pubblicato il 29/07/2020

In Italia il numero di veicoli senza assicurazione è ancora particolarmente alto, anche se negli ultimi anni il fenomeno è calato sensibilmente.

Il problema non riguarda solo le automobili, ma anche le moto: le ultime stime diffuse dall’ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative), relative all’anno 2018, parlano di quasi 2,7 milioni di mezzi a due e quattro ruote non assicurati, pari al 6% del totale circolante, un valore che risulta in diminuzione rispetto ai 2,8 milioni del 2017 e ai quasi 5 milioni del 2013.

Il meridione ha l’evasione assicurativa più alta, visto che la percentuale dei mezzi senza copertura obbligatoria sale al 9,6%, mentre è del 6,1% nelle regioni centrali e del 3,9% nelle aree settentrionali.

Moto senza assicurazione: la multa

L’articolo 193 comma 2 del Codice della Strada stabilisce che “chiunque circoli senza la copertura dell’assicurazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 849 ad euro 3.396”, oltre alla perdita di 5 punti sulla patente. La multa è ridotta alla metà se il motociclista/trasgressore provvede ad assicurare il veicolo tra il 16° e il 30° giorno dopo la scadenza della vecchia polizza: ricordiamo infatti che nei primi 15 giorni vige il cosiddetto periodo di tolleranza, in cui l’assicurato è totalmente protetto dalla propria compagnia.

La multa si riduce della metà anche se, entro 30 giorni dalla contestazione della violazione, si provvede alla demolizione e radiazione della moto.

Le sanzioni diventano ancora più pesanti per i recidivi. Chi viene sorpreso a circolare per almeno due volte senza assicurazione nell’arco di un biennio pagherà una multa doppia (quasi 6.800 euro), oltre a vedersi sospendere la patente fino a due mesi. In più, dopo il pagamento della sanzione, è disposto anche il fermo amministrativo della moto per 45 giorni.

C’è anche il sequestro della moto

Il comma 4 dell’articolo 193 stabilisce che gli organi accertatori dispongano l’immediata sospensione dalla circolazione della moto. Il veicolo viene prelevato, trasportato e depositato in luogo non soggetto a pubblico passaggio, individuato in via ordinaria dalle stesse forze dell’ordine, o in caso di particolari condizioni, concordato con il trasgressore.

Il mezzo potrà tornare a circolare quando il motociclista provvederà al pagamento della multa e a versare il premio assicurativo per almeno sei mesi – oltre a farsi carico delle spese di prelievo, trasporto e custodia del motociclo sottoposto a sequestro.

La moto sarà invece confiscata se il motociclista non paga entro i termini previsti.

Incidente con moto senza assicurazione: cosa accade?

Il centauro che causa un incidente con una moto priva di polizza assicurativa è tenuto a risarcire di tasca propria i danneggiati. Quest’ultimi possono anche essere risarciti facendo richiesta al Fondo Garanzia Vittime della Strada, che una volta liquidati i danni può richiedere quanto versato al responsabile del sinistro.

Tuttavia, se il motociclista senza assicurazione è coinvolto in un incidente senza colpa, avrà diritto a essere indennizzato dall’assicurazione del veicolo responsabile.

A proposito di copertura assicurativa, non dimentichiamo che per la sua stipula conviene rivolgersi a Segugio.it, il portale di comparazione che individua la migliore polizza moto sul mercato in pochi click.

Facciamo un esempio. Supponiamo che la richiesta assicurativa arrivi da un centauro 35enne di Firenze (insegnante, single, prima classe di merito, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 10.000 chilometri) che vuole stipulare una polizza per una Yamaha T Max 530 immatricolata nel 2018. La migliore tariffa offerta dal portale, al 29 di luglio, è quella di Linear, che consente di pagare 300,04 euro per 12 mesi: il contratto prevede una formula di guida libera (che ammette qualsiasi conducente) e massimali pari a 6,07 milioni di euro per i danni alle persone e 1,22 milioni di euro per quelli alle cose.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati