logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

Veicoli commerciali in forte accelerazione

Si moltiplicano le immatricolazioni dei veicoli commerciali. Il mese di settembre segna una crescita record. Non hanno invece lo stesso andamento positivo le richieste di incentivi volti a favorire l'acquisto di veicoli nuovi ad alimentazione elettrica a fronte di rottamazione.

Pubblicato il 21/10/2023
furgone
immatricolazioni veicoli commerciali

È un mese positivo quello di settembre per il mercato dei veicoli commerciali. Le immatricolazioni risultano infatti in crescita. È quanto emerge dall’ultima fotografia scattata dall’Unrae, che conta 17.670 immatricolazioni. A settembre 2022 erano 12.345. Nel corso di un anno è stata registrata un’accelerazione record pari a +43,1%. Inoltre, nei primi 9 mesi del 2023 l’Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri calcola ben 140.222 veicoli immatricolati contro i 120.372 del gennaio-settembre 2022. Anche in questo caso è stata messa a segno una crescita record: +16,5%.

Su Segugio.it, in soli tre minuti, è possibile calcolare l’RC del tuo veicolo commerciale, confrontando l’offerta di più compagnie assicurative in modo da poter scegliere l’assicurazione autocarro più adatta alle tue esigenze. Il tutto comodamente da casa. I clienti possono anche optare per eventuali garanzie accessorie che siano rispondenti alle rispettive abitudini di guida.

In 9 mesi solo 146 richieste di incentivi

Non presentano, invece, lo stesso andamento positivo le richieste di incentivi, misure pensate per favorire l’acquisto di veicoli nuovi ad alimentazione elettrica a fronte di rottamazione. Sono solo 146 le richieste presentate fino ad oggi. Al momento, dunque, nonostante la misura sia attiva fino al prossimo 31 dicembre, si fanno i conti con un avanzo del 93%. E i veicoli commerciali elettrici puri immatricolati fino ad oggi coprono soltanto il 3,6% del totale.

Dati sicuramente non rassicuranti sul fronte della decarbonizzazione del trasporto merci. Ecco perché l’Unrae torna in pressing sul Governo affinché venga varato un piano più concreto per la transizione green. L’associazione reclama una serie di interventi urgenti. In primis: via l’obbligo di rottamazione per comprare veicoli elettrici e sì alle società di noleggio tra i destinatari della misura. Due azioni che per l’Unrae potrebbero sicuramente sostenere l’accelerazione della transizione energetica in questo comparto.

Confronta le RC autocarro e risparmia fai subito un preventivo

Il diesel guadagna altri punti: è la motorizzazione preferita

I primi nove mesi del 2023 presentano un calo dei privati tra i canali di vendita e passi in avanti sia sul fronte del noleggio a lungo termine sia a breve termine. È il diesel la motorizzazione preferita: copre il 79,8% del totale. In calo invece il motore a benzina che perde 1,7 punti percentuali e si ferma al 4,2%. Il Gpl è stabile al 3,1% e i veicoli Bev avanzano e raggiungono il 3,6% delle preferenze. I plug-in rappresentano lo 0,7% del totale mercato e il metano si ferma a quota 0,2%. La CO2 media dei veicoli fino a 3,5 t nei 9 mesi 2023 risulta in crescita del 3,1%: si è arrivati a 187,1 g/Km da 181,5 g/Km dello stesso periodo 2022.

Veicoli industriali: mercato in frenata

E se i veicoli commerciali avanzano con forza, il mercato dei veicoli industriali registra una battuta d’arresto considerevole a settembre. Lo scorso mese si registrano, infatti, 1.611 unità immatricolate contro le 1.857 del 2022. La flessione è pari a -13,2%. Lo scorso mese si chiude in negativo per tutte le tipologie: la fascia di peso uguale o superiore alle 16 t registra una perdita del 14,8%.

Male anche il segmento dei veicoli industriali leggeri sotto le 6 t che mettono a segno una flessione a doppia cifra: -10,6%. Stabili i veicoli medio-leggeri sotto le 16 t con un calo pari allo 0,5%. Anche in questo caso l’Unrae sollecita interventi urgenti affinché vengano pianificati investimenti e soprattutto venga rinnovato il parco circolante. Oggi i veicoli industriali nel nostro Paese hanno un’età media di 14,8 anni.

Le assicurazioni autocarro online più economiche di ottobre 2023:

Assicurazione Autocarro Massimale Prezzo
Polizza autocarro Prima.it 6.450.000 € per le persone e 1.300.000 € per le cose. da 138,67 €
Polizza autocarro Verti 7 milioni di € per le persone e 2,5 milioni di € per le cose. da 229,47 €
Polizza Autocarro Allianz Direct 6,5 milioni di € per persone e 6,5 milioni di € per cose. da 237,00 €
Polizza autocarro Linear 6.450.000 € per persone, 1.300.000 € per cose. da 239,00 €
Polizza autocarro Genialclick 6,5 milioni di € per persone e 6,5 milioni di € per cose. da 249,00 €
Polizza autocarro Genertel 6.450.000 € per le persone e 1.300.000 € per le cose. da 278,00 €
A cura di: Tiziana Casciaro

Come valuti questa pagina?

Valutazione media: 5 su 5 (basata su 2 voti)

Articoli correlati