Cos’è il tagliando elettronico di assicurazione?

Le disposizioni in materia di dematerializzazione dei documenti assicurativi ha portato all’abolizione dell’obbligo di esporre il tagliando cartaceo sul parabrezza dell’auto, una pratica che attestava la regolarità della polizza RC Auto. Il provvedimento, entrato in vigore nell’ottobre del 2015, ha fatto sì che il tagliando diventasse elettronico, consentendo la verifica online circa l’esistenza e la validità della copertura assicurativa.

Il tagliando elettronico facilita i controlli delle Forze dell’ordine

Gli accertamenti sulla regolarità dell’RC Auto vengono effettuati attraverso un procedimento elettronico che si basa sul numero di targa del mezzo. 

Il sistema per effettuare la verifica è molto semplice. La compagnia invia le informazioni relative alla polizza al SITA (Sistema Informativo Targhe Assicurative), la banca dati creata dall’ANIA (Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici): da qui, confluiscono nel database della Motorizzazione, che contiene i dati sui veicoli immatricolati. L'incrocio delle informazioni contenute nelle due banche dati consente agli agenti di conoscere se gli automobilisti sono assicurati o meno. Altrimenti, l’assicurato potrà esporre il certificato di assicurazione tramite il proprio smartphone, oppure potrà esibirne una copia in formato cartaceo.

Ricordiamo che chi circola senza assicurazione per la responsabilità civile rischia una pesantissima multa, la cui somma varia dagli 841 ai 3.366 euro. La violazione prevede anche la sanzione accessoria del sequestro del mezzo e il suo trasferimento in un luogo non soggetto a pubblico passaggio. 

L’obbligo a stipulare l’RC Auto ha portato alla nascita di numerose compagnie assicurative: quelle che propongono le polizze più convenienti si trovano su Segugio.it, il portale online che consente agli automobilisti di confrontare le migliori soluzioni sul mercato assicurativo

I vantaggi del tagliando elettronico

La dematerializzazione del tagliando ha prodotto conseguenze positive, vista la diminuzione del numero di auto che circola senza assicurazione. A riferirlo è l'ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici), secondo cui le vetture prive di copertura che hanno circolato nel 2017 sulle strade italiane sono state 2,8 milioni (in media il 6,3% del parco circolante) contro i 2,9 milioni rilevati nell’arco del 2016 (il 6,7% del totale) e i 3,4 milioni del 2015. 

La media delle auto senza polizza si attesta attorno al 10% al Sud e al 4,1% sia al Nord che al Centro. In particolare, l’Italia centrale fa segnare il proprio picco nella regione Lazio, 9%, con Roma che risulta essere la città con il più alto tasso di evasori (9,8%). Nel meridione d’Italia si distinguono i valori poco superiori alla media nazionale di Basilicata, Molise e Sardegna, mentre la Campania e la Calabria fanno segnare una percentuale di veicoli non assicurati pari a oltre il doppio della media italiana.

PREVENTIVO AUTO
Risparmia fino a 500 € sulla tua assicurazione auto *

*Per saperne di più sulle compagnie/partner confrontati, su come calcoliamo il risparmio e su ogni altro aspetto del nostro servizio consulta la sezione Come Funziona del sito.

Segnala via email Stampa
800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare