Chiama gratis 800 999 555

Rc Auto, abbattere il premio con la polizza temporanea

Per ridurre il premio della polizza auto si può scegliere di stipulare un'assicurazione temporanea, che prevede una copertura solo per determinati periodi di tempo. In alternativa si può inserire nel contratto la clausola della sospendibilità, oppure si può scegliere una soluzione chilometrica.

Pubblicato il 08/10/2021
Cosa sono e quanto costano le polizze temporanee

Chi usa poco la macchina ha la possibilità di ridurre il costo dell’assicurazione grazie alle polizze temporanee, che proteggono al volante per determinati e circoscritti periodi di tempo. Solitamente si tratta di soluzioni che convengono a chi usa la macchina o la moto solo alcuni giorni, come per esempio nel week-end, oppure per le vacanze estive, o per circoscritti periodi di tempo (estate, inverno).

Le soluzioni tra cui scegliere, da non confondere con le polizze da pagare a rate, comprendono un ampio ventaglio di proposte e vanno da coperture giornaliere a coperture semestrali. Il vantaggio più immediato è che si paga un premio più basso rispetto a quello della classica assicurazione annuale, anche se il premio va commisurato al tempo di utilizzo del veicolo. Nel dettaglio, le Rc Auto giornaliere sono valide per un certo numero di giorni, quelle mensili durano un mese, le trimestrali tre mesi e le semestrali mezzo anno.

Come funziona la polizza temporanea

Si tratta di una classica copertura Rc Auto, ma il periodo di assicurazione deve essere indicato nel contratto con precisione. Nel caso in cui si verifichi un incidente, la compagnia copre i danni a terzi entro i massimali previsti per legge o dal contratto. Anche in questo caso la polizza può essere personalizzata con coperture a scelta.

Confronta le RC auto, risparmia fino a 500€ fai subito un preventivo

I costi della polizza temporanea

Non sempre, però, conviene stipulare un'assicurazione temporanea. Bisogna fare un'attenta valutazione dei costi e del periodo di copertura: più breve è il periodo di copertura e maggiore sarà, in proporzione, il costo.

Comunque, molto dipende da alcuni fattori: la classe di merito del proprietario, l’età, il comune di residenza e il tipo di auto. Secondo alcuni studi, le polizze temporanee diventano convenienti soltanto se si guida la propria auto per un periodo inferiore ai quattro mesi. Per esempio, circolando per appena 10 giorni si può ottenere un risparmio del 50 per cento. Uno "sconto" che si riduce al 25% in caso di utilizzo della vettura per circa 100 giorni, ovvero quasi quattro mesi.

In media, il costo di un’assicurazione temporanea va da circa 70 euro per una polizza di un giorno fino ad arrivare a 150-200 euro per un mese di copertura. Questi importi possono essere calcolati applicando una quota fissa del 15% del premio assicurativo annuale: considerando un costo medio di 400 euro per la RC auto e moto si ottiene un importo di 60 euro. Al premio base viene poi aggiunto il costo giornaliero, con una maggiorazione di 1 euro per ogni giornata di utilizzo.

Le alternative

A differenza delle polizze temporanee, è possibile stipulare un'assicurazione con la clausola della sospendibilità, che consente di interrompere la copertura per determinati periodi di tempo. In questo caso il veicolo va tenuto fermo visto che non è permesso guidare un’auto priva di assicurazione.

È una soluzione spesso adottata da chi ha una moto e un’auto e utilizza la moto solo nei periodi estivi: con questa soluzione, per esempio, è possibile mettere in standby la copertura della moto durante l'inverno. Un’altra alternativa è la polizza chilometrica, il cui premio è commisurato ai chilometri percorsi. In questo caso è necessario installare una scatola nera che possa monitorare i chilometri percorsi.

A cura di: Gabriele Petrucciani
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati