Cos’è l’attestato di rischio elettronico?

Dal primo luglio 2015 l’Attestato di rischio (Adr) ha abbandonato la sua forma cartacea diventando elettronico, vale a dire consultabile esclusivamente online.

Gli assicurati possono reperirlo sul portale della propria compagnia in un’area riservata, che è resa accessibile tramite delle credenziali fornite dalla stessa agenzia. Le compagnie sono tenute a caricare l'Adr sull'area riservata del cliente almeno trenta giorni prima della scadenza della polizza e della stipula di un nuovo contratto assicurativo.

A richiesta, gli assicurati possono scegliere di ricevere l’attestato anche tramite altre modalità, come posta elettronica e App per dispositivi mobili; chi non utilizza internet può richiedere una copia cartacea dell’attestato di rischio alla propria compagnia.

I pro dell’attestato di rischio elettronico

Le compagnie sono tenute a depositare l’attestato di rischio in una banca dati gestita dall’ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative) e sotto il controllo dell'IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, in modo che tutte le imprese possano acquisirlo direttamente senza richiederlo al cliente. Se l'assicurato volesse cambiare assicurazione, non sarà costretto a presentare personalmente l’attestato di rischio alla nuova agenzia, visto che quest'ultima potrà comodamente trovarlo all'interno del database.

Ricordiamo a chi vuole cambiare compagnia, la convenienza di comparare le tariffe assicurative su Segugio.it. Il portale online consente di individuare l’RC Auto più economica sul mercato: all’utente basterà compilare un semplice form con le proprie generalità e i dati dell’autovettura per ottenere i preventivi delle principali compagnie partner.  

Cosa contiene l’attestato di rischio?

È un documento ufficiale che riassume lo storico assicurativo fino agli ultimi dieci anni, nel quale viene indicato il numero dei sinistri effettuati con colpa e il grado di responsabilità attribuitogli dalla compagnia, gli anni in cui il proprietario del veicolo è stato assicurato e la classe di merito maturata – identificabile sotto la dicitura di 'classe assegnazione CU'.

L’attestato di rischio risulta fondamentale perché determina il premio annuo che il contraente dovrà pagare: per questo motivo, è consigliabile controllarlo appena viene reso disponibile dalla propria assicurazione, in modo da verificare la correttezza di tutti i dati contenuti.

Il documento ha una validità di 5 anni. Qualora sia rimasto inutilizzato per più di cinque anni, l’assicurato si vedrà assegnare sulla nuova RC Auto la classe di merito più costosa (la diciottesima).

PREVENTIVO AUTO
Risparmia fino a 500 € sulla tua assicurazione auto *

*Per saperne di più sulle compagnie/partner confrontati, su come calcoliamo il risparmio e su ogni altro aspetto del nostro servizio consulta la sezione Come Funziona del sito.

Segnala via email Stampa
800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare