Come scegliere l’assicurazione sulla casa?

Come scegliere l’assicurazione sulla casa?La valutazione della polizza casa più giusta al momento della stipula non è semplice e richiede che si incrocino una serie di informazioni indispensabili al fine di determinare la bontà del prodotto assicurativo.

Potendo comprendere una varietà di coperture, è molto importante informarsi attentamente su ciò che prevede il contratto, così da scegliere la polizza più adeguata a ogni specifico caso. Il primo errore da evitare è tentare di risparmiare rinunciando a coperture che invece sono fondamentali, al solo fine di pagare un premio più basso. Meglio invece cercare la combinazione tra garanzie complete offerte e migliore prezzo praticato. Per farlo, serve consultare un comparatore come Segugio.it, che ogni giorno suggerisce a milioni di italiani la combinazione giusta di efficienza e risparmio per ogni esigenza assicurativa.

Fondamentale sarà valutare le caratteristiche essenziali della propria abitazione e del luogo in cui è ubicata: se è una casa con tubature vecchie, se si trova a un piano basso o in una zona a rischio furti, o se custodisce valori e oggetti antichi. Un’altra discriminante importante è se l’immobile è sito in un condominio o una villetta indipendente, come se è abitata tutto l’anno oppure si è spesso fuori casa per periodi anche lunghi. Infine, se si è in affitto, una polizza assicurativa è molto utile soprattutto rispetto a danni più ingenti alla struttura e al suo contenuto.

Un ruolo importante lo ricoprono anche i vicini di casa, sia nella valutazione del potenziale rischio al quale si è esposti in relazione al vicinato, sia come possibilità che si ha di procurare ad essi un danno (ad esempio quando si dispone di un sistema di tubature molto vecchio). Se poi si ha il dubbio che sussistano questioni legate alla proprietà o una controversia con i vicini, allora una garanzia di tutela legale potrebbe essere indispensabile per affrontare serenamente ogni evento avverso dovesse presentarsi.

L’assicurazione non paga i danni causati da colpa o dolo del proprietario della casa o del suo conducente. La negligenza, come la perdita delle chiavi e il conseguente furto in casa, non trovano generalmente copertura assicurativa perché non c’è stata effrazione. Allo stesso modo, un’assicurazione che copre l’immobile e le sue mura, non risponderà dei danni eventualmente causati al contenuto della casa, salvo aver previsto specificamente nel contratto assicurativo questo tipo di copertura.

Importante è valutare i termini e le condizioni del contratto, perché definiscono le caratteristiche della polizza. L’indennizzo è la somma che si riconosce a chi stipula la polizza quando si verifica il danno a titolo di risarcimento. Il massimale è la cifra massima che l’assicurazione è disposta a corrispondere all’assicurato quando si verificherà un danno specifico previsto dalla polizza. La franchigia è invece quella parte di danno che resta a carico dell’assicurato, quindi la cifra minima sotto la quale la compagnia assicurativa non liquiderà il danno. Se dunque i danni sono piccoli e quantificabili per una somma che è uguale o inferiore alla franchigia, non saranno risarciti dall’assicurazione. Infine c'è il premio, che corrisponde al costo della polizza. Il versamento può essere annuale, in un’unica soluzione, oppure a rate.

PREVENTIVO AUTO
Risparmia fino a 500 € sulla tua assicurazione auto *

*Per saperne di più sulle compagnie/partner confrontati, su come calcoliamo il risparmio e su ogni altro aspetto del nostro servizio consulta la sezione Come Funziona del sito.

Segnala via email Stampa
800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare