Chiama gratis 800 999 555

Come scegliere l’assicurazione sulla casa?

La valutazione della polizza casa più giusta al momento della stipula non è semplice e richiede che si incrocino una serie di informazioni indispensabili, al fine di determinare la bontà del prodotto assicurativo.

Potendo comprendere una varietà di coperture, è molto importante informarsi attentamente su ciò che prevede il contratto, così da scegliere la polizza più adeguata ad ogni specifico caso. Il primo errore da evitare è quello di tentare di risparmiare rinunciando a coperture che invece sono fondamentali, al solo fine di pagare un premio più basso. Meglio invece cercare la combinazione tra garanzie complete offerte e migliore prezzo praticato. Per farlo, serve consultare un comparatore come Segugio.it, che ogni giorno suggerisce a milioni di italiani la combinazione giusta di efficienza e risparmio per ogni esigenza assicurativa.

Sarà fondamentale valutare le caratteristiche essenziali della propria abitazione e del luogo in cui è ubicata: se è una casa con tubature vecchie, se si trova a un piano basso o in una zona a rischio furti, o se custodisce valori e oggetti antichi. Un’altra discriminante importante da considerare è se l’immobile è sito in un condominio o una villetta indipendente, così come se è abitata tutto l’anno oppure si è spesso fuori casa per periodi anche lunghi. Infine, se si è in affitto, una polizza assicurativa è molto utile soprattutto rispetto a danni più ingenti alla struttura e al suo contenuto.

Un ruolo importante lo ricoprono anche i vicini di casa, sia nella valutazione del potenziale rischio al quale si è esposti in relazione al vicinato, sia come possibilità che si ha di procurare ad essi un danno (ad esempio quando si dispone di un sistema di tubature molto vecchio). Se poi si ha il dubbio che sussistano questioni legate alla proprietà o una controversia con i vicini, allora una garanzia di tutela legale potrebbe essere indispensabile per affrontare serenamente ogni evento avverso dovesse presentarsi.

Quali danni non copre la polizza casa?

L’assicurazione non paga i danni causati da colpa o dolo del proprietario della casa o del suo conducente. La negligenza, come la perdita delle chiavi e il conseguente furto in casa, non trovano generalmente copertura assicurativa perché non c’è stata effrazione. Allo stesso modo, un’assicurazione che copre l’immobile e le sue mura, non risponderà dei danni eventualmente causati al contenuto della casa, salvo aver previsto specificamente nel contratto assicurativo questo tipo di copertura.

Per quanto riguarda invece i rischi garantiti, l’assicurazione copre i danni alla struttura dell’immobile (compresi i danni che riguardano i beni in essa contenuti), i danni a terzi e i servizi di assistenza al verificarsi di determinate situazioni di emergenza.

Indennizzo, massimale e franchigia

Importante è valutare i termini e le condizioni del contratto, perché definiscono le caratteristiche della polizza. L’indennizzo è la somma che si riconosce a chi stipula la polizza quando si verifica il danno a titolo di risarcimento. Il massimale è la cifra massima che l’assicurazione è disposta a corrispondere all’assicurato quando si verificherà un danno specifico previsto dalla polizza. La franchigia è invece quella parte di danno che resta a carico dell’assicurato, quindi la cifra minima sotto la quale la compagnia assicurativa non liquiderà il danno. Se dunque i danni sono piccoli e quantificabili per una somma che è uguale o inferiore alla franchigia, non saranno risarciti dall’assicurazione. Infine c'è il premio assicurativo, corrispondente al costo della polizza, con il versamento che può essere annuale, in un’unica soluzione, oppure a rate.

Ma quanto costa un'assicurazione casa?

L’ammontare del premio assicurativo può variare a seconda dei casi e nella sua formazione incidono alcuni fattori ricorrenti, come ad esempio:

  • il tipo di immobile (ad esempio casa singola, condominio, villa);
  • il comune di ubicazione;
  • il valore stimato;
  • la grandezza in metri quadri.

In più, il costo dipende dalla tipologia di garanzie comprese o scelte dal contraente nelle soluzioni che vengono presentate dalle diverse compagnie assicurative. Ricordiamo che sia il contraente che la società assicurativa possono esercitare il diritto di recesso sull'assicurazione casa in presenza di determinate condizioni, che vengono specificate nel fascicolo informativo del contratto.

La richiesta di risarcimento con la polizza casa

Dopo l'evento dannoso è necessario contattare quanto prima la propria impresa assicurativa per fare denuncia del sinistro e avviare la procedura per ottenere l’indennizzo. Per la richiesta di risarcimento è necessario l’invio da parte del danneggiato di una raccomandata con ricevuta di ritorno, contenente l'apposito modulo e la documentazione che comprova l’evento negativo.

La società, dopo aver effettuato la perizia, provvederà a inviare la proposta di liquidazione. Se il contraente accetta questa proposta, l'agenzia provvederà al pagamento dell’indennizzo.

Polizza casa: ecco dove ci si assicura di più

Una recente indagine condotta da SWG (commissionata da Zurich) ha rivelato che in Italia la copertura per proteggere la casa è diffusa soprattutto al nord, dove è stata stipulata nel 55,2% degli immobili. La percentuale cala nettamente nel centro Italia, il 30,4%, mentre precipita nelle regioni meridionali, dove risulta assicurato solo il 22,4% degli immobili.

Il valore più basso di assicurati si registra nella Sicilia, con solo l’1% di case coperte da una polizza; il Trentino Alto Adige è invece la regione dove l’assicurazione sugli immobili raggiunge il valore più alto, con una percentuale del 62%.

Per quanto riguarda le polizze che coprono gli eventi sismici, la ricerca ha stabilito che solo 500.000 immobili sono garantite da questo rischio. Ricordiamo che l’assicurazione terremoto offre un sostegno economico immediato alle famiglie assicurate e che in caso di danni consente di avere un budget da destinare alla riparazione o ricostruzione dell’immobile, oltre che un capitale per coprire i danni da infortunio degli stessi assicurati. Questa assicurazione consente anche di risarcire i beni contenuti nella casa, come i mobili o tutti gli altri oggetti che si trovano all’interno dell’abitazione.

Risparmia fino a 500 € sull'assicurazione auto CONFRONTA OFFERTE

Domande correlate