logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

Decreto Bersani

Il Decreto Bersani, noto anche come Legge Bersani, permette al proprietario di un veicolo acquistato nuovo o usato di acquisire la stessa classe di merito di un mezzo circolante e assicurato già in suo possesso o in possesso di un componente del proprio nucleo familiare. Sono diversi i vantaggi della Legge Bersani per gli automobilisti.

Questa formula, entrata in vigore nel 2007, risulta essere molto vantaggiosa anche per i giovani neopatentati che si assicurano per la prima volta, in quanto possono ereditare la classe del proprio genitore (con conseguente risparmio sul prezzo della polizza) ed evitare così di partire dalla quattordicesima categoria. Ricordiamo che gli under 25 sono quasi sempre più svantaggiati rispetto ai guidatori più maturi, in quanto considerati dalle compagnie più a rischio incidente per via della poca esperienza alla guida.

Il nuovo contratto non deve essere necessariamente stipulato presso la stessa assicurazione della persona dalla quale si ottiene la classe più vantaggiosa, ma può essere concluso presso un’altra agenzia, che magari propone all’assicurato un premio più vantaggioso.

Tuttavia, ereditare la stessa categoria di un proprio familiare non significa anche usufruire della stessa tariffa. Quest’ultima dipende infatti da numerosi fattori, tra cui il numero di anni da cui si è patentati, la potenza e l’alimentazione del veicolo, nonché l'anno di immatricolazione.
È bene anche specificare che il sinistro causato dal veicolo che ha usufruito della Legge Bersani non ha effetti sulla classe del mezzo che è stata ereditata. Dunque, le uniche conseguenze sono per chi è stato agevolato dal decreto, in quanto al rinnovo della polizza gli verrà applicato il malus in caso di sinistro con colpa principale o se la somma della responsabilità dei sinistri paritari, presenti sull’attestato di rischio negli ultimi 5 anni, supera il 51%.

La Legge Bersani permette di trasferire la classe di rischio solo tra stesse tipologie di veicoli, per esempio auto con auto o moto con moto. Tuttavia, l’entrata in vigore dell’RC familiare a partire dal 16 febbraio 2020 cancella questa limitazione, estendendo la migliore posizione assicurativa disponibile in famiglia a qualsiasi tipologia di veicolo posseduto dai vari componenti.
Dunque, saranno trasferibili anche le classi di merito tra auto e moto (o viceversa) e in generale tra veicoli che siano assicurati con la formula del bonus-malus.

Risparmia fino a 500 € sull'assicurazione auto CONFRONTA OFFERTE

Termini correlati