logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

Polizza cristalli

Aggiornato settembre 2020

La polizza cristalli è una copertura facoltativa che l'assicurato può scegliere di includere nel contratto RC Auto per essere coperto in caso di danni ai vetri del veicolo.

La garanzia consente di riparare o sostituire il parabrezza, il lunotto posteriore e i cristalli laterali della vettura, in caso di rottura accidentale o per fatto involontario causato da terzi. Alcune compagnie assicurative includono nella polizza cristalli anche i danni subiti dal tettuccio panoramico, un optional che negli ultimi anni è sempre più richiesto; restano invece esclusi i fanali e gli specchietti retrovisori.

Per quanto riguarda la riparazione, può riguardare solo il parabrezza della vettura nel caso in cui la dimensione del danno non è superiore ai 2,5 centimetri di diametro o non impedisca una corretta visuale, mentre il lunotto posteriore e finestrini laterali devono essere sempre sostituiti.

Come funziona il risarcimento?

Per ottenere il risarcimento del cristallo sarà necessario, una volta accertata la presenza del danno, contattare immediatamente la propria compagnia assicurativa e procedere con la denuncia dell'incidente che ha coinvolto la vettura.

Solitamente l'agenzia richiede all'assicurato delle foto per accertarsi della rottura del vetro, mentre in alcuni casi nomina un perito assicurativo per stimare l'entità del danno e la dinamica che ha portato al danneggiamento.

La garanzia cristalli è particolarmente consigliata a quei guidatori che utilizzano spesso la vettura (come chi viaggia per lavoro) oppure a chi parcheggia l'auto in strada – soprattutto nelle ore notturne – perchè non possiede un garage. I documenti necessari per la stipula della garanzia sono quelli normalmente richiesti per ogni contratto assicurativo, quali il documento di identità del cliente, il libretto di circolazione che attesti la proprietà del veicolo e l'attestato di rischio, quest'ultimo reperibile dall'impresa assicurativa direttamente online.

Vantaggi della polizza cristalli

Si tratta di una delle garanzie accessorie più richieste, in quanto copre una tipologia di danno molto frequente per le auto. Inoltre, è molto conveniente in termini economici: a fronte di un prezzo per la stipula di poche decine di euro, consente la riparazione o la sostituzione di un cristallo che può richiedere una spesa anche superiore agli 800-1.000 euro.

Non dimentichiamo che la polizza cristalli tutela il proprietario della vettura danneggiata anche da eventuali sanzioni da parte delle forze dell'ordine: si viola infatti l'articolo 237 del Codice della Strada, secondo cui "tutti i vetri interessanti la visibilità del conducente non devono presentare rotture, anche se localizzate". Chiunque sia sorpreso a circolare con il parabrezza danneggiato o un vetro rotto rischia una multa fino a 355 euro; a questa, si aggiunge una seconda ammenda di quasi 170 euro se la violazione avviene in autostrada. In più, un cristallo danneggiato fa rischiare al veicolo di non passare la revisione biennale o quadriennale.

Limiti della polizza

L'assicurato deve fare i conti con una franchigia ben precisa, ossia un importo fisso che in caso di sinistro resta a suo carico. Può succedere, però, che alcune imprese assicurative decidano di non applicare la franchigia sull'ammontare del rimborso, ma solo nel caso in cui l'automobilista effettui la riparazione del vetro (o la sostituzione) presso un loro centro convenzionato.

In più, l'entità del risarcimento è limitata da un massimale, una cifra massima indennizzabile dall'assicuratore che può variare a seconda della compagnia ma che non cambia in base al tipo di veicolo assicurato.

è bene anche specificare che la garanzia può essere utilizzata nel corso del periodo assicurativo per un numero limitato di volte.

Cosa non copre l'assicurazione cristalli?

La polizza accessoria non garantisce un risarcimento per i danni consequenziali alla rottura del vetro. Basti pensare ai danni subiti dalla tappezzeria a causa delle schegge di vetro finite all'interno dell'abitacolo: in questo caso l'assicurazione non copre le spese necessarie per la sostituzione degli interni.

Inoltre, un eventuale coinvolgimento attivo dell'assicurato con le cause che hanno comportato il danno ai cristalli del veicolo potrebbe far decadere la copertura garantita dalla polizza e bloccare l'erogazione del risarcimento da parte della compagnia.

Normalmente la garanzia non copre i danni subiti dai vetri in occasione di un furto, che saranno rimborsabili solo quando si è stipulata l'assicurazione furto e incendio: tuttavia, per i danni legati al furto è sempre necessario verificare quali condizioni applica la polizza cristalli che si vuole stipulare. Alcune compagnie propongono dei pacchetti assicurativi che includono l'assicurazione cristalli con l'acquisto del furto e incendio, consentendo all'assicurato di ottenere una copertura completa e di ridurre il costo complessivo delle polizze.

Si può annullare la polizza cristalli?

La garanzia cristalli si annulla solo a seguito dell'annullamento della responsabilità civile (o RC Auto), che è l'unica copertura obbligatoria per legge. Ricordiamo che l'annullamento dell'RC Auto può essere richiesta se il proprio mezzo è stato venduto, rottamato, rubato o esportato all'estero. In questi casi, il contratto assicurativo viene chiuso prima della sua scadenza originaria e con decorrenza dalla data di presentazione del certificato di assicurazione e dell'atto di vendita/demolizione/esportazione o della denuncia di furto del veicolo. L'annullamento della polizza prevede anche che la compagnia rimborsi al cliente la parte di premio pagata ma non goduta, al netto delle imposte.