logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

Perizia assicurativa

La perizia assicurativa è una relazione tecnica con cui il perito incaricato dalla società si occupa di stimare il danno subito dai mezzi ed eventualmente dagli individui coinvolti nel sinistro.

La valutazione del danno è necessaria affinché venga disposto un apposito risarcimento in favore di chi ha subito il sinistro: in più, la perizia è necessaria per capire se le cause che hanno cagionato il danno rientrano o meno tra i rischi per cui è stato sottoscritto il contratto assicurativo.

La perizia viene generalmente eseguita entro 10 giorni dalla comunicazione dell’evento negativo da parte dell’assicurato. Quest’ultimo ha invece tre giorni di tempo dalla data del sinistro per mettersi in contatto con l'agenzia, un periodo che se oltrepassato può portare la compagnia di assicurazione a rifiutarsi di risarcire il danno.

Ipotizzando il caso di uno scontro tra veicoli, il perito assicurativo ha il compito di accertare le responsabilità delle parti coinvolte e valutare le riparazioni da eseguire sui mezzi. Egli non è legato né all’assicurato né alla singola compagnia e fornisce la sua consulenza in maniera autonoma. Se nell’incidente sono coinvolte delle persone, il perito deve essere anche in grado di valutare i danni fisici, che vanno periziati entro 30 giorni dalla consegna dei certificati medici da parte dei danneggiati. 

Ricordiamo che gli assicurati possono avvalersi di un proprio perito di parte, il cui costo è in alcuni casi coperto dalla stessa polizza.

I tempi necessari per la liquidazione dell’incidente variano in base ai danni e alla tipologia di documentazione presentata. Tre le diverse tempistiche previste, ossia:

  • 30 giorni in caso di soli danni alle cose e compilazione del modulo blu (o CAI, Constatazione Amichevole di Indennizzo) con firma di entrambi gli assicurati;
  • 60 giorni per danni alle cose, ma in assenza di accordo tra le parti;
  • 90 giorni in caso di danni alle persone.

Termini correlati