logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

Controassicurazione

Aggiornato il 18/10/2019

La controassicurazione è una clausola presente soprattutto nei contratti di assicurazione sulla vita, che fa sì che, se l'evento assicurato non si verifica, all'assicurato vengono restituiti i premi versati. In questo caso, quindi, l'evento assicurato non deve essere certo. 

Anche se, come abbiamo detto, è inserita soprattutto nelle polizze vita, la controassicurazione può essere inserita in qualunque polizza. Ma tale clausola va aggiunta al contratto, e non successivamente. Come si può ben capire, è molto richiesta, perché permette all'assicurato di tutelarsi contro un evento, ma di non perdere il denaro del premio se questo non si verifica. 

Vediamo ora un esempio di come funziona, per chiarire il concetto altrimenti difficile da comprendere per i non addetti ai lavori. Una polizza a capitale differito prevede che l'assicurato versi una determinata somma che sarà resa dalla compagnia assicurativa, con gli interessi, alla scadenza della polizza. Ma che succede se l'assicurato decede prima della scadenza del contratto? Se è presente una clausola di controassicurazione che lo stabilisce, il premi già pagati possono essere restituiti a uno o più beneficiari, così come inteso nel contratto. 

Un altro caso è quello di una polizza vita caso morte, in cui il beneficiario decede durante il cosiddetto “periodo di differimento”, cioè il tempo che intercorre tra il pagamento del premio e la restituzione del capitale da parte della compagnia assicurativa. Mettiamo il caso di una polizza vita in caso morte che ha come beneficiario il coniuge dell'assicurato. Se il coniuge decede prima dell'assicurato, la controassicurazione può prevedere, ad esempio, che i premi già pagati siano restituiti a quest'ultimo. 

Naturalmente ai premi già pagati in caso di restituzione andranno sottratte le imposte e le altre eventuali spese che la compagnia applica.

Risparmia fino a 500 € sull'assicurazione auto CONFRONTA OFFERTE

Termini correlati