logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

Capitale rivalutabile

Per capitale rivalutabile si intende una prestazione che fa sì che il capitale cresca sulla base di alcune variabili. Ma facciamo un esempio per chiarire: quello di una polizza vita rivalutabile. In questo caso, il soggetto che stipula la polizza accumula del capitale attraverso pagamenti periodici alla compagnia o al broker assicurativo. Questi li investono tramite una gestione separata, permettendo al capitale di rivalutarsi nel corso del tempo. 

In questo modo, alla scadenza della polizza, il beneficiario ne otterrà o una somma di denaro pagata in un'unica soluzione, o una rendita a vita con dei pagamenti periodici. È importante sottolineare che con una polizza a capitale rivalutabile l'aumento del capitale è garantito, sia che la gestione separata produca dei profitti e sia che non li produca. 

Si tratta, in sostanza, di una specie di investimento a basso rischio, tramite il quale una persona si assicura, tramite dei piccoli pagamenti periodici (ad esempio mensili) di avere una bella somma in futuro, o una rendita mensile. Naturalmente il beneficiario può anche essere una persona diversa da chi ha stipulato la polizza. Infatti, le polizze vita rivalutabili sono spesso usate dai genitori per garantire una rendita in un futuro più o meno lontano ai figli, perché magari questi hanno una situazione lavorativa poco remunerativa o precaria. Si tratta quindi di uno strumento che è diventato via via più popolare negli ultimi anni, a causa della crisi e del peggioramento delle condizioni di vita per i giovani. 

Queste polizze offrono un rendimento minimo garantito di solito attorno al 2%, e quindi non sono particolarmente redditizie, ma offrono una sicurezza e permettono l'aumento graduale del capitale sul lungo periodo. 

Occorre però sottolineare che in caso si voglia riscuotere il capitale prima della scadenza, si può incorrere in penali.

Risparmia fino a 500 € sull'assicurazione auto CONFRONTA OFFERTE

Termini correlati