logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

Riscatto polizza vita

Per capire bene come funziona il riscatto nella polizza vita è necessario precisare che per questo particolare evento esistono due tipologie di contratto differenti:

Il primo caso è una tipologia di contratto assicurativo che contempla la liquidazione di una rendita o di un capitale nel caso in cui l'assicurato sia ancora in vita alla scadenza del contratto stesso. Le polizze di questo tipo vengono infatti definite pensioni integrative, poiché mettono a disposizione un capitale in caso di necessità.

Proprio per questa ragione il riscatto della polizza, e di conseguenza la restituzione del denaro versato, può essere preteso antecedentemente al termine naturale del contratto. Il riscatto può essere totale o parziale. Non tutte le assicurazioni permettono di stipulare polizze che prevedono il riscatto parziale.
Al momento della stipula è quindi opportuno verificare se questa opzione sia contemplata o meno tra le 
clausole contrattuali.

Il modus operandi per richiedere il riscatto consiste nel compilare uno specifico modulo reperibile presso le agenzie assicurative, sulla pagina web della compagnia o presso gli uffici predisposti. Insieme al modulo va allegata la polizza in originale e la copia di un documento d'identità.

La compagnia deve rispondere alla richiesta di riscatto entro un tempo congruo, che di solito si aggira intorno ai 10 giorni. La richiesta può essere anche rifiutata. È possibile infatti che alcune assicurazioni non permettano il riscatto, né parziale né totale, prima che siano passati tre anni dalla stipula della polizza. Non è inusuale che l'agenzia possa trattenere una quota percentuale sulle somme versate. Diventa sempre fondamentale chiedere un preventivo per conoscere il totale trattenuto o l'eventuale applicazioni di particolari penali per il recesso anticipato dal contratto.

Nel caso della temporanea caso morte saranno gli eredi del de cuius a riscattare la polizza presentando il certificato di morte.

Termini correlati