Chiama gratis 800 999 555

Viaggiare? Conviene sempre di più con un’assicurazione

I disguidi, i mancati servizi, le truffe in una vacanza sono sempre dietro l’angolo: ecco perché è sempre meglio che il turista provveda a stipulare una polizza assicurativa. Oggi i viaggiatori mettono al primo posto la propria sicurezza e la propria salute.

Pubblicato il 17/06/2021
L'assicurazione viaggio diventa sempre più importante

Per i turisti il 2020 non è stato un anno facile: chi di noi non conosce qualcuno che ha prenotato, pagato in anticipo e poi non è potuto partire per colpa del Covid? O chi, per colpa delle restrizioni, ha dovuto posticipare anche la data di matrimonio e di conseguenza rinunciare al viaggio di nozze?

I mancati rimborsi, la diatriba su voucher si-voucher no, ma anche i tentativi di truffa e la carenza di servizi hanno segnato in negativo le vacanze di molte famiglie italiane.

La prova evidente che molte cose non siano andate per il verso giusto sta nel fatto che, presso lo sportello SOS Turista di Federconsumatori, l’attività sia quadruplicata nonostante l’anno abbia visto un drastico calo dei turisti a causa del Covid-19: calo del 44,8% nelle vacanze e del 67,9% nei viaggi di lavoro (Istat).

I turisti che temono di incontrare problemi, soprattutto durante la vacanza, possono tutelarsi con un’assicurazione viaggio sulla riuscita del loro agognato periodo di distacco dal lavoro. In particolare, oggi i viaggiatori mettono al primo posto tra le coperture la propria sicurezza e la propria salute.

È sempre meglio pensare a un’assicurazione prima di partire

Ecco perché stipulare una polizza sulle proprie vacanze è diventata una cosa fondamentale. Se da una parte l’assicurazione sanitaria per viaggiare nei Paesi Ue non è ritenuta necessaria (grazie agli accordi bilaterali), pochi invece sanno che è obbligatoria (o fortemente consigliata) per chi intende visitare altri Paesi (come gli Stati Uniti), dove la sanità è – sotto molto aspetti – privata.

Grazie a una polizza stipulata prima di intraprendere il viaggio si può quindi evitare il rischio di affrontare spese elevate legate a eventuali cure urgenti o, più semplicemente, un eventuale e 'indesiderato' annullamento del viaggio.

Ma come un turista può scegliere l’assicurazione più adatta al proprio viaggio e mezzo di trasporto? Come questa può e deve adeguarsi al Paese di destinazione? Una guida su come scegliere un'assicurazione viaggio, disponibile su Segugio.it, è sicuramente d’aiuto al turista che vuole garantirsi una vacanza serena e, alla fine, senza sgradite sorprese.

Tornando al 2020, il mercato turistico è stato compromesso dalle continue e repentine modifiche normative, con potenziali vacanzieri che si sono visti improvvisamente impossibilitati a godere delle proprie vacanze e, soprattutto, a tornare in possesso delle somme pagate in anticipo per voli e soggiorni.

Soldi di cui, nella migliore delle ipotesi, hanno potuto beneficiare solo mesi dopo o che devono ancora essere rimborsati o usati (voucher). Ad aggravare la situazione di chi aspetta da mesi la restituzione dei propri soldi è stata la proroga a 24 mesi dei voucher, che erano in procinto di restituzione proprio in questi mesi.

Una polizza per ammortizzare gli eventuali rischi

È quindi consigliabile sempre una copertura assicurativa di fronte a queste situazioni che possono compromettere il nostro meritato periodo di relax. I numeri di Federconsumatori, come detto sopra, ne confermano l’importanza: nel 2020 lo sportello SOS Turista, con 4.143 informazioni/consulenze ed assistenza diretta (1 richiesta ogni 20 minuti per l’intero anno), ha quadruplicato la propria attività. Le persone coinvolte nei ‘disguidi’ sono state 13.557.

Gli italiani tornano comunque in vacanza

Nonostante il ‘brutto’ 2020, gli italiani quest’anno torneranno comunque a viaggiare. Nel complesso, secondo un’indagine BVA Doxa, il 67% degli italiani pensa di fare le vacanze estive (per il 32% sicuramente sì e il 34% probabilmente sì) e di questi l'85% rimarrà in Italia.

Nella situazione che si è creata con la pandemia, il digitale emerge come uno strumento sempre più usato per la ricerca delle informazioni e per l’organizzazione delle vacanze: oggi il 40% degli italiani, infatti, prenota via web.

A cura di: Fernando Mancini
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati