Chiama gratis 800 999 555

Veicoli industriali: crescita a due cifre delle immatricolazioni

Il mercato dei veicoli industriali impenna nel mese di novembre e mette a segno un +31,1 per cento rispetto al mese di novembre del 2019. In questo periodo si contano ben 2.338 unità immatricolate rispetto alle 1.784 dello stesso periodo dello scorso anno.

Pubblicato il 15/12/2020

Nuovo aumento a due cifre delle immatricolazioni dei veicoli industriali con massa totale superiore alle 3,5t. L’incremento, registrato nel mese di novembre, è pari al 31,1% rispetto allo stesso mese del 2019. Si contano 2.338 unità immatricolate contro 1.784. La stima del mercato dei veicoli industriali è stata elaborata dal Centro Studi e Statistiche di Unrae, l’Associazione delle Case estere, sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Gli undici mesi del 2020 presentano comunque una perdita consolidata del -13,7% rispetto allo stesso periodo del 2019: 18.505 immatricolazioni contro 21.451. Sul fronte dei veicoli pesanti, con massa totale a terra uguale o superiore alle 16t, la crescita del mercato a novembre fa registrare un +37,7% su novembre 2019. Parliamo di 1.983 unità immatricolate contro le 1.440. Tirando le somme, nei primi undici mesi dell’anno, il risultato di tale comparto è pari a -12,6% sullo stesso periodo del 2019. Si contano 15.054 immatricolazioni in totale contro le 17.226 dello stesso periodo dello scorso anno.

Lockdown meno severo per le attività manifatturiere

“Il fatto che i dati di mercato che rileviamo in questa seconda ondata di contagi sembrino procedere su valori di positività, contrariamente a quanto avvenuto nella prima ondata - afferma Paolo Starace, Presidente della sezione Veicoli Industriali di Unrae - può dipendere dal fatto che il lockdown è stato meno severo rispetto alle attività manifatturiere che di fatto non hanno chiuso, con conseguente sostegno della produzione industriale e della domanda di trasporto”.

L’Associazione delle Case Estere rileva inoltre una crescita delle consegne del segmento flotte, che hanno posticipato a fine 2020 le consegne di acquisti conclusi nella prima parte dell’anno. Il sodalizio sottolinea una maggiore fiducia dei trasportatori nel rinnovare il parco circolante.

“A questo proposito piuttosto – sottolinea Starace – varrebbe la pena riflettere con attenzione sulla rapidità con la quale si sono esaurite le risorse messe a disposizione per le diverse categorie di veicoli ammessi a contributo. Le domande di prenotazione dovevano essere inviate a partire dalle ore 10:00 del 1° ottobre scorso e fino alle ore 8:00 del 16 novembre. Ebbene, solo la categoria dei veicoli con motorizzazione Euro VI, da acquistare contro radiazione per rottamazione, ha esaurito la disponibilità relativa di risorse, in meno di 5 ore dopo l’apertura dei termini, mentre alla chiusura dei medesimi, quindici giorni dopo, nessun’altra categoria aveva impegnato per intero le proprie risorse”.

L’Unrae torna così nuovamente in pressing sul governo per il tema dell’anzianità del parco circolante italiano nel segmento superiore a 16 tonnellate. Si parla di un comparto datato che raggiunge di 12 anni di età. Per l’associazione, infatti, l’assenza sul mercato di alternative economicamente percorribili fa sì che gli attuali veicoli Euro VI siano la sola scelta obbligata. Ancora una volta si fa, dunque, richiesta di una politica che sostenga con forza il rinnovo del parco circolante obsoleto e che, di intesa con gli obiettivi europei di lungo termine, sostenga la transizione tecnologica del comparto attraverso piani pluriennali di sviluppo del trasporto e della logistica ai fini di far crescere e di tutelare la competitività delle aziende di autotrasporto italiane in Europa e nel mondo.

Grazie al servizio di comparazione di Segugio.it è possibile assicurare il proprio autocarro in maniera semplice, veloce e conveniente. Segugio.it permette, infatti, ai clienti di confrontare le migliori offerte RC per veicoli commerciali di più compagnie assicurative per far scegliere loro l’assicurazione autocarro che garantisce le coperture più adatte al proprio furgone o van al prezzo migliore disponibile. Il tutto comodamente online e in pochi minuti.

A cura di: Tiziana Casciaro
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati