Chiama gratis 800 999 555

Veicoli commerciali, mercato ancora altalenante

Un mese di settembre in chiaroscuro quello appena trascorso per il mercato dei veicoli commerciali. Si registra una crescita di immatricolazioni rispetto al 2019, ma una perdita sul 2020. Sos inviato al Governo perché vengano messi in campo sostegni fiscali per il rinnovo del parco.

Pubblicato il 14/10/2021
Ancora altalenante il mercato dei veicoli commerciali

Va ancora su e giù il mercato dei veicoli commerciali in Italia. L’andamento continua ad essere altalenante. Nel mese di settembre si contano 14.570 veicoli immatricolati. Un dato in aumento rispetto al 2019, ma in caduta rispetto allo scorso anno. A rivelarlo sono le stime del Centro Studi e Statistiche Unrae. In totale, nel periodo da gennaio a settembre, i veicoli commerciali immatricolati sono 137.680. Nello stesso periodo del 2019 se ne contavano, invece, 134.901: l’incremento è del 2,1%.

Questi numeri, secondo il sodalizio, da un lato evidenziano l’efficienza degli incentivi del Decreto Sostegni Bis e dall’altro, dato il calo di oltre il 9% sul 2020, mostrano l’esiguità delle risorse messe in campo che subito sono terminate. Ancora una volta l’associazione torna, infatti, in pressing sul Governo perché vengano sostituiti i veicoli più inquinanti. Sotto la lente di ingrandimento c’è sempre il parco circolante ancora obsoleto in Italia.

Compara in pochi minuti più polizze autocarro fai subito un preventivo

Accelerano i veicoli ibridi

L’analisi del Centro Studi e Statistiche Unrae sottolinea una crescita dei privati nei primi 8 mesi dell’anno e un leggero calo nel comparto del noleggio a lungo termine. A crescere ancora, nell’ambito del mercato dei veicoli commerciali, nel periodo gennaio-settembre, sono le società. I veicoli a benzina perdono, invece, tuttora punti, mentre il diesel resta stabile.

Ad accelerare, sul fronte delle motorizzazioni, sono i veicoli ibridi. Ottima performance per quelli elettrici. Dallo studio di Unrae viene fuori che la CO2 media dei veicoli con ptt fino a 3,5t è di 196,7 g/Km nel periodo che va da gennaio ad agosto.

Come funziona l’assicurazione autocarro?

Camion, van, furgoni, furgoncini rientrano nella categoria degli autocarri, ossia dei veicoli commerciali. Per calcolare la tariffa di un’assicurazione autocarro, viene presa in considerazione la portata e non la cilindrata del mezzo. La portata viene riferita in quintali e determina il peso massimo che il veicolo commerciale può trasportare. Con Segugio.it è possibile confrontare le varie offerte RC per veicoli commerciali e scegliere la polizza più adatta per il proprio furgone o van. L’operazione è online e richiede soltanto pochi minuti.

Tra i principali partner di Segugio.it c’è Linear con un massimale di 6,07 milioni di euro per le persone e 1,22 milioni di euro per le cose. La formula applicata è guida libera: non ci sono limiti rispetto alle caratteristiche del conducente per la guida del veicolo assicurato. Il contratto copre anche la responsabilità civile per i danni causati a terzi dalla circolazione in aree private, non aperte al pubblico. Inoltre con questa polizza si ha anche una copertura per la responsabilità civile per i danni involontariamente causati a terzi dal traino di eventuali rimorchi. L’assicurazione – fa sapere Linear -  rinuncia ad esercitare il diritto di rivalsa se al momento del sinistro il conducente guida con patente scaduta, purché la patente successivamente rinnovata abiliti alla guida del veicolo indicato in polizza.

Genertel propone, invece, un massimale di 6,07 milioni di euro per le persone e di 1.22 milioni per le cose. La compagnia assicurativa rinuncia ad esercitare il diritto di rivalsa se al momento del sinistro il conducente risulta avere la patente scaduta, a patto, però, che venga rinnovata entro 2 mesi dalla data del sinistro.

Se si sceglie la formula della guida esperta e al momento del sinistro c’è al volante un conducente con età inferiore a 25 anni o con meno di due anni di patente, Genertel applicherà una franchigia di 350 euro oltre a quella eventualmente prevista. Questa polizza copre la responsabilità civile per i danni causati a terzi dal traino di eventuali rimorchi e la responsabilità civile per i danni causati a terzi dalla circolazione in aree private, non aperte al pubblico. Inoltre l’assicurazione autocarro Genertel copre i danni a terzi in conseguenza in caso di incendio o scoppio del veicolo entro il 3% del massimale.

A cura di: Tiziana Casciaro
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati