Chiama gratis 800 999 555

Vacanze: gli italiani tornano a viaggiare

Gli italiani non rinunciano alle vacanze dopo mesi di restrizioni per la pandemia. Quest’estate il 67% le mette in programma contro il 33 che rinuncia per timori di contagi. La meta preferita è il mare, mentre in molti usufruiscono del canale digitale per prenotare e informarsi.

Pubblicato il 05/07/2021
Le intenzioni degli italiani sulle vacanze estive

È tempo di vacanze e gli italiani sono in pole position, pronti a sfruttare il momento con un occhio alla sicurezza personale e l’altro all’economia del Paese. Dopo essere rimasti compressi per lunghi mesi a causa della pandemia, il 67% di loro sta infatti pensando di fare le vacanze estive (per il 32% sicuramente sì e per il 35% probabilmente sì) e tra questi l’85% rimarrà in Italia.

Tra le motivazioni più diffuse: sostenere la nostra economia e cercare di fare una vacanza più semplice e condizionata da sempre possibili misure restrittive. Sono alcuni dei punti più salienti della ricerca di BVA Doxa, che cerca di capire il comportamento dei cittadini in periodo ancora molto condizionato dal Covid-19.

Solo il 33% rinuncerà alle ferie

Nonostante negli ultimi mesi sia calata la propensione di recarsi all’estero per le vacanze (al 26% dal 31% di dicembre), gli italiani non rinunciano al loro meritato riposo. Oltre a quelli che hanno già deciso di partire, una quota importante ammette che prenoterà solo all’ultimo momento, poco prima di partire, mentre il 15% ha già prenotato almeno una tra struttura ricettiva, mezzo di trasporto o extra.

Rimane comunque un 33% che probabilmente o sicuramente non andrà in vacanza quest’anno, e tra le motivazioni emerge soprattutto la paura per il rischio di contagio, che accumuna quasi la metà di chi pensa che non andrà in vacanza.

La paura delle restrizioni

Sono molti, comunque, gli italiani che ammettono di non aver voglia di organizzare alcuna vacanza perché le eventuali restrizioni legate alla pandemia renderebbero poco piacevole l’esperienza.

Tra le ragioni indirettamente collegate al Covid-19 emerge la motivazione economica: il 32% non andrà in ferie per non doverne affrontare i costi, una quota che aumenta soprattutto nella fascia d’età 50-64 anni, dove coloro che sono frenati dai motivi economici salgono al 43%. Tuttavia, a causa dello stress fisico e psichico accumulato durante l’emergenza sanitaria, il 47% degli Italiani dichiara di avere bisogno di una vacanza ancora più che in passato.

La preferenza è per le località di mare

Per quanto riguarda i luoghi scelti dagli italiani per trascorrere la vacanza, il quadro delle preferenze rimane stabile: il 74% indica le località di mare, a seguire chi sceglierà una vacanza itinerante, chi visiterà una città d’arte e chi si recherà in piccoli borghi.

Quando si deve decidere in quali strutture ricettive andare, emerge la predilezione per la propria seconda casa o eventualmente una casa in affitto, mentre il 37% andrà in hotel e il 22% in agriturismo.

Per spostarsi e recarsi alla località dove si spenderanno le vacanze, la maggioranza utilizzerà l’auto di proprietà, diventata a causa della pandemia il mezzo considerato più sicuro rispetto ai trasporti pubblici.

Il canale digitale per prenotare

Il Covid-19 ha fatto esplodere lo strumento digitale per bypassare le restrizioni e, anche nel contesto delle vacanze, la rete la sta facendo da padrone: per prenotare, documentarsi, stipulare polizze assicurative sui viaggi. Ad oggi, secondo la ricerca BVA Doxa, il 40% degli italiani cerca località o informazioni per organizzare le vacanze online, su siti o blog di organizzazioni o strutture.

Quasi alla pari la quota di chi legge recensioni online di altri turisti o viaggiatori che hanno fatto la stessa esperienza o che si affidano ai consigli di parenti o amici. Per quanto riguarda il desiderio di trascorre una vacanza tranquilla e raggiungere la destinazione prescelta in sicurezza è consigliabile sottoscrivere anche un'assicurazione viaggio. Una polizza, stipulabile online grazie a Segugio.it, è sempre utille per coprire inconvenienti o sinistri.

A cura di: Fernando Mancini
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati