Chiama gratis 800 999 555

RC Auto online: è molto diffusa nelle grandi città

Da un’analisi dell’Osservatorio di Segugio.it sul rapporto tra preventivi online e il parco veicoli auto, risulta essere il Lazio la Regione più attiva sul comparatore con un 15,3%. Tra le meno attive troviamo Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige e Molise.

Pubblicato il 05/11/2021
Diffusione dell'RC auto online

Le assicurazioni online riscuotono sempre più consensi tra gli assicurati italiani. Negli ultimi anni le polizze acquistate via web si sono rivelate una valida alternativa a quelle tradizionali, perché spesso applicano tariffe più convenienti.

A tal proposito, l’Osservatorio di Segugio.it, leader nella comparazione assicurativa in Italia, ha effettuato un’indagine per monitorare la penetrazione dell’online sul territorio, ossia l’andamento regionale del rapporto tra i preventivi e il parco veicoli delle autovetture. Da questa rilevazione si è scoperto quali sono i “Campioni dell’online”, ossia quelle Regioni in cui gli automobilisti fanno un maggior utilizzo di internet per confrontare i prezzi e trovare l’offerta migliore.

Confronta le RC auto, risparmia fino a 500€ fai subito un preventivo

La Regione più attiva per l’RC online

I dati, relativi agli ultimi 12 mesi, dicono che il Lazio è la Regione più attiva con un 15,3% dei preventivi sul parco circolante auto, seguita da Sardegna (10%), Lombardia (9,7%) ed Emilia-Romagna (9,5%).

C’è un blocco di Regioni piuttosto attive nella ricerca di polizze online (Campania, Liguria, Toscana, Veneto, Piemonte, Sicilia, Friuli-Venezia Giulia e Marche) che registrano un valore tra il 9% e il 7,2%. Verso il fondo della classifica troviamo alcune Regioni, principalmente del Sud, (Abruzzo, Calabria, Umbria, Puglia e Basilicata) relativamente poco attive con una penetrazione dei preventivi sul parco auto che va dal 6,4% al 4,1%.

Infine, la Valle d’Aosta è la Regione che utilizza di meno il comparatore con un 1,6%, insieme a Trentino Alto Adige (2,5%) e Molise (3,6%).

Differenza tra le varie Regioni: quali i motivi?

Per cercare di comprendere al meglio come mai vi sia così tanta differenza tra le Regioni e quali siano le ragioni sottostanti a questi dati, Segugio.it li ha messi a confronto con il numero di abitanti per capoluogo di Regione. Come si può notare, vi è una forte correlazione fra penetrazione dell’online e numero di abitanti del capoluogo di Regione, segno del fatto che è soprattutto nei grandi centri urbani ad essere diffusa l’assicurazione diretta.

I due casi evidenti sono il Lazio e la Lombardia, con Roma e Milano che sono i due capoluoghi più abitati, dove la penetrazione dell’online è alta. Dall’altra ci sono anche alcune eccezioni, in particolare risaltano la Sardegna, che con un capoluogo con “pochi” abitanti ha una percentuale di preventivi molto alta e la Puglia che, nonostante un capoluogo molto popolato, ha una penetrazione bassa del 4,7%.

Questo è un segnale della complessità del fenomeno di diffusione delle assicurazioni online, che trova spiegazione anche in altre caratteristiche economiche e demografiche delle singole Regioni, quali il PIL pro-capite, la diffusione e l’uso di internet e il premio medio RC.

Confronta le RC auto, risparmia fino a 500€ fai subito un preventivo

RC Auto online: i premi sono sempre più convenienti

Le ultime rilevazioni dell’Osservatorio Assicurativo Auto e Moto di Segugio.it, riferiti al mese di settembre 2021, dicono che il premio RC lordo per il comparto Auto è stato di 345,3 euro, in calo dell’1,9% rispetto ad agosto 2021: l'importo risulta essere un nuovo minimo storico. La riduzione è ancora più marcata nel confronto con l’anno precedente, dove si registra un -13,5%, sottolineando il continuo trend di calo dei prezzi. 

Per il comparto Moto, l’andamento è opposto. Dopo mesi di crollo, registrano a settembre un premio di 221,5 euro, in crescita del 6,5% rispetto al minimo storico di agosto 2021. Nel confronto con l’anno precedente la situazione è diversa e persiste una riduzione dei prezzi del 14,1%.

Un esempio delle tariffe RC Auto su Segugio.it

Ipotizziamo la stipula un contratto per una Fiat Punto 1.2 benzina, immatricolata nel 1997 e di proprietà di un 75enne di Bolzano (pensionato, prima classe di merito da almeno due anni, zero sinistri negli ultimi 5 anni, un ulteriore conducente, percorrenza media annua di 10.000 chilometri).

Il miglior prezzo, calcolato sul portale alla fine di ottobre, lo propone Zurich Connect, solo 179,25 euro, che propone una copertura per guidatori esperti (maggiori di 25 anni) e con un massimale di 10 milioni di euro sia per danni alle cose che per quelli alle persone. Per il primo sinistro, Zurich Connect limiterà la rivalsa nei confronti del conducente (anche quando si identifichi con il proprietario o locatario) a un importo massimo di 2.500 euro.

A cura della Redazione
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati