logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

RC Auto: cresce l’attenzione per le compagnie online

A metà del 2021 le imprese dirette hanno superato l’asticella dei 7 milioni di clienti, 1,8 milioni in più rispetto alla metà 2018: nello stesso arco temporale, sono calati del 33% i reclami ed è cresciuto il differenziale di prezzo rispetto alle compagnie tradizionali.

Pubblicato il 08/02/2022
assicurazione auto online
Compagnie online sempre più protagoniste del mercato

Sono sempre di più gli utenti che si rivolgono alle compagnie online per stipulare l'assicurazione del proprio veicolo.

Queste assicurazioni (definite anche compagnie dirette) si distinguono soprattutto per il vantaggio offerto in termini economici, in quanto i premi RC Auto sono solitamente più bassi rispetto a quelli proposti dalle agenzie con filiale. Inoltre, le polizze online possono essere stipulate in qualunque momento, ovunque ci si trovi, e offrono la possibilità di una grande personalizzazione.

L'escalation delle imprese dirette è testimoniato anche da un recente report dell’IVASS, dal titolo “Statistiche sui reclami: dati semestrali 2021”: l’indagine non riporta solo l’andamento dei reclami per compagnia, ma anche i risultati legati all’evoluzione del numero di contratti (o clienti) e dei premi RCA per impresa e canale distributivo.

Segugio.it, leader nella comparazione assicurativa in Italia, ha analizzato questi dati per approfondire e dare una spiegazione alle principali dinamiche del mercato RCA. I dati riguardano i tre principali canali distributivi, vale a dire le imprese dirette (o online), le imprese bancarie/finanziarie (che distribuiscono principalmente attraverso promotori finanziari, sportelli bancari e postali) e le imprese tradizionali (agenzie e brokers).

Confronta e risparmia sulla tua RC auto fai subito un preventivo

L’andamento dei contratti per canale

Guardando le cifre sulle polizze RC Auto stipulate, tra la prima metà del 2018 e del 2021, si nota che:

  • il numero totale di contratti è cresciuto del 3,9%;
  • il numero di contratti distribuito dal canale tradizionale è rimasto stabile;
  • il canale bancario/finanziario ha perso il 12,3% dei contratti;
  • il canale diretto è l’unico a registrare una crescita, del 35,1%, superando così la quota di 7 milioni di clienti.

Inoltre, tra la prima metà del 2020 e del 2021, periodo contrassegnato dalla pandemia, la dinamica sopra descritta risulta ancora più evidente, visto che il canale diretto ha guadagnato oltre 800 mila clienti in più. Al contrario il canale bancario/finanziario e quello tradizionale hanno perso rispettivamente più di 100mila e 200mila contratti.

Compagnie online: il successo è legato a diversi fattori

Uno di questi è il miglioramento della qualità del servizio. Il numero di reclami ogni 10.000 contratti RCA è infatti sceso del 32,7% tra 2018 e 2021, a riprova del fatto che il servizio offerto dalle compagnie dirette è sempre più apprezzato dai clienti.

Un altro fattore che spiega il successo delle assicurazioni dirette è la competitività sul prezzo, che è andata crescendo in particolare nel periodo del Covid. Il dato è evidente se si confrontano i valori di premio medio RCA dei due canali (diretto e tradizionale) dal primo semestre 2018 al primo semestre 2021: il differenziale è sempre stato a favore delle imprese dirette ed è aumentato nel periodo della pandemia. Infatti, si parte da un divario di prezzo di circa 30 euro nel 2018, che raggiunge i 62 euro nel 2020, per poi stabilizzarsi in parte nel 2021 su valori più elevati che in passato.

“Le imprese dirette”, commenta Emanuele Anzaghi, Vicepresidente di Segugio.it, “sono state più reattive di quelle tradizionali nel restituire ai consumatori i benefici economici legati alla riduzione dei sinistri determinata dal Covid. Come conseguenza, circa un milione di nuovi consumatori ha preferito assicurare il proprio mezzo con una impresa diretta, accelerando il percorso di crescita già in atto”.

Un esempio di convenienza con le RC Auto online

Ipotizziamo la richiesta una impiegata 56enne (prima classe di merito da almeno due anni, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, patente mai sospesa, percorrenza media annua di 7.500 chilometri), residente a Nogaredo (provincia di Trento), che vuole assicurare una Toyota Aygo prima serie (immatricolata nel 2006).

La miglior tariffa, aggiornata al mese di gennaio 2022, arriva dal preventivo Verti, che fa pagare solo 150,53 euro per un anno. La formula di guida applicata è quella esperta, che consente l’utilizzo dell’auto al proprietario e a tutti i conducenti con età superiore ai 23 anni; una delle caratteristiche dell’assicurazione è che rinuncia ad esercitare il diritto di rivalsa se al momento dell'incidente il conducente ha la patente scaduta, purché lo stesso documento venga rinnovato entro 90 giorni dall'incidente.

A cura della Redazione

Articoli correlati