Chiama gratis 800 999 555

RC Auto 2021: è calo dei premi nel I trimestre

Nei primi tre mesi del 2021 il premio medio RC Auto è stato più basso di 24,5 euro rispetto allo stesso periodo del 2020. Le riduzioni di prezzo sono state più alte nelle province del Centro-Sud, in particolare a Catanzaro, Roma, Crotone, Taranto, Latina, Reggio Calabria e Vibo Valentia.

Pubblicato il 18/06/2021
Calo dei premi RC auto nel primo trimestre

Arrivano dall’IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, i nuovi dati dell’indagine sull’andamento dei prezzi RC Auto nel periodo gennaio-marzo. L’analisi mostra che il premio medio si è attestato sui 367,2 euro, 24,5 euro in meno (-6,3%) rispetto allo stesso trimestre del 2020. In particolare, il 50% dei contraenti ha pagato meno di 330 euro, mentre il 10% ha versato una cifra inferiore ai 201 euro.

Le province del Centro-Sud sono quelle caratterizzate dalle riduzioni di prezzo più significative, con cali superiori al 7% a Catanzaro, Roma, Crotone, Taranto, Latina, Reggio Calabria e Vibo Valentia.

Da segnalare che Napoli e Prato sono le città con un importo medio dell’RC Auto più alto, rispettivamente 565,1 e 528,1 euro. Le altre città più care sono Caserta (488,2 euro), Pistoia (461,3 euro), Massa-Carrara (455,1 euro), Firenze (452,7 euro, Lucca (432,7 euro) e Pisa (433 euro).

Stabile il successo della black box

La scatola nera consente di accertare più facilmente i rischi assicurati, una peculiarità che permette alle compagnie di applicare uno sconto ai premi dei contratti che ne prevedono l’installazione. Le polizze che includono il dispositivo hanno rappresentato nel I trimestre il 22,1% delle stipule totali, una percentuale in linea con quanto rilevato nello stesso periodo dell’anno precedente.

A livello provinciale, il tasso di penetrazione della scatola nera risulta eterogeneo, con la percentuale maggiore di diffusione che si registra a Caserta, 67,3%, e quella minore a Bolzano, 4,6%. Per oltre il 40% delle Province si osserva una contrazione compresa tra il -4% e il -0,1%: le città con le riduzioni più alte sono Catania (-4,0%), Taranto (-3,2%) e Trapani (-3,1%). Per quanto riguarda invece le Province in cui si è verificato un aumento del tasso di penetrazione della scatola nera, si distinguono quelle del Nord Italia di Asti (+2,4%), Verbano-Cusio-Ossola (+2,3%) e Lecco (+2,2%).

Aumentano le preferenze per il bonus protetto

Il 17,7% delle polizze RC Auto stipulate nel primo trimestre (+0,7% sugli stessi tre mesi del 2020) includeva questa clausola. Ricordiamo che il bonus protetto consente all'assicurato, in caso di sinistro con colpa, di evitare l'applicazione del malus e dunque di conservare la classe di merito interna maturata.

Tuttavia, la penalizzazione del malus arriva solo se è accertata la maggiore responsabilità nell’incidente (il 51%), mentre un eventuale sinistro con concorso di colpa (responsabilità paritaria o inferiore al 50%) porta alla sola segnalazione nell’attestato di rischio.

Per tagliare ulteriormente il premio basta affidarsi a Segugio.it

Il portale effettuate consente di individuare e confrontare le assicurazioni auto più economiche presenti sul mercato.

Ipotizziamo che una automobilista 47enne di Udine (impiegata, convivente, prima classe di merito da almeno un anno, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua con il veicolo di 15.000 chilometri) voglia assicurare una Fiat 500L 1.3 Multijet 95 CV Cross acquistata nel 2018.

Al 18 di giugno, si distingue il miglior prezzo del preventivo Verti, 219,39 euro, che prevede una copertura con formula di guida esperta (ammette solo conducenti con più di 23 anni). L’assicurazione garantisce un massimale più alto rispetto a quello minimo previsto dalla legge, vale a dire 7 milioni di euro per i danni alle persone e 2,5 milioni di euro per quelli alle cose.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati