Chiama gratis 800 999 555

Prezzi RC Auto in calo: alcune regioni e province si muovono in controtendenza

I premi RC Auto si sono ridotti dell’1,6% nel solo mese di marzo e del 5,5% su base annua. Trend diverso invece in alcune Regioni: ad esempio, la Campania, +4,2% su base annua, che con Napoli e Caserta registra aumenti dei premi RC Auto rispettivamente del 5,2% e del 4,2%.

Pubblicato il 20/04/2021
Prezzi RC Auto in calo

Continuano a scendere i prezzi delle polizze per assicurare le due e quattro ruote. Il trend sull’andamento nazionale lo rivela l’ultimo Osservatorio Assicurativo Auto e Moto elaborato da Segugio.it, leader nella comparazione assicurativa in Italia.

Per il comparto auto, il premio RC lordo registrato a marzo 2021 è stato di 370,6 euro, in riduzione del 5,5% rispetto a marzo 2020. L'importo è anche più basso del mese precedente, -1,6%, dando seguito a un calo dei prezzi che, con l’eccezione di febbraio 2021, non si arresta da agosto 2020.

Per il comparto moto, il premio RC lordo si è attestato a marzo sui 253,4 euro, in riduzione del 17,8% rispetto allo stesso mese del 2020. I prezzi di marzo 2021 segnano un calo del 3,9% nel confronto con il mese precedente, confermando la discesa dei prezzi in questo 2021, dopo una leggera ricrescita dal minimo toccato ad agosto 2020.

RC Auto: il focus per Regioni

Si nota come a fronte di un calo del 5,5% in Italia, la situazione sia molto diversa tra le singole Regioni. Sono in netta maggioranza i territori in cui il premio lordo si è ridotto rispetto all’anno scorso: tra questi, risaltano la Puglia, con una flessione del 10,1%, l’Emilia-Romagna, con un -9,5%, e la Liguria con un -8,5%.

Tuttavia, anche in un mercato caratterizzato dal continuo calo dei premi, ci sono alcune Regioni che hanno fatto segnare un aumento: sono la Campania, con un +4,2%, la Valle d’Aosta con un +2%, e il Molise, con un +1,5%.

L'andamento dei prezzi regionali è riassunto nella tabella di seguito:

   Regione        Premi RC Auto marzo     

   Variazione     

  Abruzzo

  Basilicata

  Calabria

  Campania

  Emilia Romagna

  Friuli Venezia Giulia 

  Lazio

  Liguria

  Lombardia

  Marche

  Molise

  Piemonte

  Puglia

  Sardegna

  Sicilia

  Toscana

  Trentino Alto Adige

  Umbria

  Valle d'Aosta

  Veneto

    322,45 euro

    311,85 euro

    437,07 euro

    698,90 euro

    331,49 euro

    260,74 euro

    376,90 euro

    375,82 euro

    301,44 euro

    355,03 euro

    346,80 euro

    354,29 euro

    410,06 euro

    327,47 euro

    381,15 euro

    397,78 euro

    292,38 euro

    356,03 euro

    311,36 euro

    306,16 euro

    -4,94%

    -0,65%

    -7,92%

    +4,23%

    -9,52%

    -5,08%

    -7,82%

    -8,48%

    -5,88%

    -7,55%

    +1,54%

    -5,96%

    -10,06%

    -3,60%

    -6,68%

    -8,25%

    -2,70%

    -1,40%

    +2,01%

    -7,32%

  Italia     370,62 euro     -5,49%

RC Auto: il focus per Province

In questo caso la situazione è ancora più articolata. Sono due Province del Piemonte, Biella e Vercelli, quelle in cui il prezzo RC Auto è aumentato di più a marzo 2021 rispetto a marzo 2020, con una variazione rispettivamente dell’11,8% e del 9%, seguite da Isernia con un +7,7%. Tra le altre province, spiccano Napoli e Caserta, caratterizzate da un premio medio molto elevato che fa registrare un aumento del 5,2% e del 4,2%.

Per quanto riguarda le Province in cui il premio RC Auto è sceso maggiormente, si distinguono Barletta-Andria-Trani, con un -17,4%, Sondrio, -16,5%, e Avellino, -16,3%.

Un esempio dei premi RC Auto di aprile

Con Segugio.it è possibile confrontare le migliori assicurazioni auto sul mercato in modo semplice, veloce e gratuito.

Ipotizziamo una richiesta assicurativa per una Ford Fiesta 1.5TDCi 5 porte Plus, acquistata nuova nel 2019 da un artigiano 55enne (coniugato con figli, prima classe di merito, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, patente mai sospesa, percorrenza media annua di 10.000 chilometri, ricovero notturno della vettura in box privato).

Al 19 aprile, si potrà approfittare della miglior tariffa di Verti, che fa pagare 231,24 per un anno. La formula di guida applicata è quella esperta, che consente l’utilizzo dell’auto al proprietario e a tutti i conducenti con età superiore ai 23 anni. L’assicurazione rinuncia invece ad esercitare il diritto di rivalsa se al momento dell'incidente il conducente ha la patente scaduta, purché lo stesso documento sia rinnovato entro 90 giorni dall'incidente. In più, nel caso in cui il veicolo assicurato sia guidato da persona in stato di ebbrezza e solamente per il primo sinistro, Verti limiterà la rivalsa nei confronti dell’assicurato, del proprietario e del conducente a 2.500 euro.

;
A cura di: Emanuele Anzaghi
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati