Chiama gratis 800 999 555

Premi RC Auto: si riduce il divario tra Italia e resto d’Europa

L’ultima indagine dell’ANIA evidenzia che nel 2019 il prezzo delle polizze italiane è più alto di soli 62 euro rispetto alla media di Germania, Francia, Spagna e Regno Unito. Si tratta di un valore nettamente più basso rispetto sia al quadriennio 2008-2012 che al 2015.

Pubblicato il 28/01/2021

La differenza dei premi assicurativi tra gli automobilisti italiani e quelli europei si è assottigliata. A dirlo è il report “allontAniamo i rischi rimAniamo protetti” redatto dall’ANIA, l'Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative, secondo cui il gap di prezzo tra le polizze italiane e quelle europee (i Paesi esaminati sono Francia, Germania, Regno Unito e Spagna) è sceso nel 2019 a 62 euro, contro i 213 euro rilevati nel quadriennio 2008-2012 e i 138 euro del 2015.

Due sono i fattori che hanno portato alla riduzione di questo divario. Il primo è il calo in Italia del premio medio RC Auto, che negli ultimi 8 anni si è ridotto del 27%; il secondo è l'aumento dal 2012 del prezzo medio RC europeo, circa 45 euro in più: in particolare, si sono registrati incrementi delle tariffe in Germania, +25 euro, Francia, +104 euro, e Regno Unito, +69 euro.

Come ridurre ulteriormente il gap?

La diminuzione in Italia delle truffe assicurative può essere uno dei concetti chiave, in quanto abbasserebbe ancora le tariffe sul territorio nazionale. Un importante passo è stata la creazione dell’Archivio Integrato Antifrode (AIA), il sistema che per ciascun sinistro elabora un indicatore di potenziale rischio di frode. Nell’AIA confluiscono tutte le informazioni relative agli incidenti dei veicoli a motore immatricolati in Italia, insieme alle generalità dei testimoni e dei danneggiati.

Decisiva sarebbe anche una riforma del settore assicurativo italiano. “Nell’ampio spazio da aprire per le riforme”, spiega Maria Bianca Farina, presidente dell’ANIA, “si potrebbe finalmente cogliere l’occasione per ripensare in maniera strutturale l’impianto normativo dell’assicurazione auto, con l’obiettivo di ridurne ulteriormente il costo complessivo per la collettività, unica strada per ridurre i prezzi a favore di tutti, favorendo comportamenti virtuosi ed evitando costi non necessari”.

RC Auto: la comparazione aiuta a tagliare i prezzi

Secondo Emanuele Anzaghi, Vicepresidente di Segugio.it, il confronto delle polizze assicurative rappresenta una forte opportunità di risparmio: “i consumatori devono diventare più attivi ed approfittare dei prezzi bassi di questo periodo per cambiare compagnia o rinegoziare con la propria".

Segugio.it è il modo più semplice per individuare una RC Auto economica. Facciamo un esempio: ipotizziamo che un 40enne di Salerno (libero professionista, coniugato, prima classe di merito, patente mai sospesa, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 15.000 chilometri, ricovero notturno del mezzo in area recintata) voglia assicurare una Nissan Qashqai 1.5 dCi Visia acquistata usata nel gennaio del 2020.

Al 28 di gennaio, l'assicurazione più conveniente è quella di Zurich Connect, che prevede una spesa di 328,81 euro per i 12 mesi. La polizza, che propone una formula di guida esperta (ammette solo conducenti con più di 25 anni), si distingue perché include tre sospensioni del contratto gratuite durante l'anno assicurativo: le tre interruzioni possono essere richieste fino al 30 giugno del 2021.

Il massimale offerto è di 10 milioni di euro sia per i danni alle cose che per quelli alle persone; l'assicurazione copre anche la garanzia ricorso terzi da incendio (in caso di esplosione o scoppio del veicolo e per fatto non inerente alla circolazione stradale), entro il limite di massimale di 150.000 euro per sinistro, e la responsabilità civile per fatto compiuto da figli minori.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati