Chiama gratis 800 999 555

Pneumatici: torna l’obbligo delle coperture invernali

Anche quest’anno i guidatori dovranno rispettare l’ordinanza che obbliga l’uso di pneumatici invernali o di dispositivi antisdrucciolevoli: l'obbligo parte dal 15 di novembre e sarà in vigore fino al 15 aprile del prossimo anno. Il vincolo non è in vigore su tutte le tratte.

Pubblicato il 06/10/2021
Informazioni sugli pneumatici invernali

Scatta dal prossimo 15 novembre l’obbligo per gli automobilisti di montare pneumatici invernali, o tenere a bordo catene da neve, per circolare su molti tratti stradali. Il vincolo cesserà il 15 aprile del prossimo anno: tuttavia, la data di inizio può essere anticipata di un mese, il 15 ottobre, per alcune zone montane.

L’obbligo viene stabilito dagli enti proprietari delle strade (l'ANAS, le Regioni, il Comune), che devono segnalarlo con appositi cartelli stradali.

I vantaggi degli pneumatici invernali

Lo pneumatico invernale – o termico – può essere considerato una copertura polivalente, perché utilizzabile non solo su strade ghiacciate o innevate. Aumenta infatti la sicurezza del veicolo anche quando si viaggia su asfalto asciutto, con temperature al di sotto dei 7 gradi, e bagnato, migliorando la tenuta di strada e diminuendo gli spazi di frenata del 15% rispetto a uno pneumatico estivo.

Gli pneumatici termici si riconoscono dalla sigla M+S – Mud (fango), Snow (neve) – sulla spalla del copertone e da un battistrada più profondo, almeno 4 millimetri, e più intagliato per ottenere una migliore trazione.

Ricordiamo che il montaggio delle gomme invernali viene imposto a tutti i veicoli a motore, tranne ai ciclomotori e i motocicli. Quest’ultimi possono montare coperture termiche, ma dovranno comunque restare fermi in caso di neve o ghiaccio sulla strada.

L’alternativa delle catene da neve

È possibile utilizzare le catene da neve in quanto il Codice della Strada ne equipara l’utilizzo agli pneumatici termici. Il problema è che obbligano il veicolo a viaggiare a una velocità moderata (massimo 40-50 chilometri orari) e sono da installare solo in caso di condizioni climatiche estreme, perché in caso contrario potrebbero causare danni al veicolo. A questo si aggiunge che particolari pneumatici ribassati, detti anche non catenabili, non ne permettono il montaggio.

Confronta le RC auto, risparmia fino a 500€ fai subito un preventivo

Le sanzioni per chi non rispetta l’ordinanza

Il Codice della Strada prevede sanzioni amministrative variabili. Nei centri abitati la multa varia dai 41 ai 168 euro, mentre fuori da questi centri si può arrivare fino a 335 euro. Le sanzioni vengono applicate dopo 30 giorni dall’entrata in vigore dell’obbligo, con le forze dell’ordine che possono anche decidere per il fermo del veicolo. Se la sanzione viene pagata entro 5 giorni dall’accertamento, si ha diritto a una riduzione del 30%.

L’obbligo è rispettato anche con gli pneumatici All Season

Le gomme All Season (o quattro stagioni) rappresentano un buon compromesso per poter circolare in qualsiasi periodo dell’anno. Il loro utilizzo è consigliabile soprattutto in zone dove le condizioni metereologiche invernali non sono particolarmente estreme, in quanto la presenza di neve o ghiaccio potrebbe mettere in difficoltà i guidatori.

Sicurezza stradale: è importante anche essere assicurati

L’RC Auto risarcisce tutti i danni provocati dal guidatore/assicurato a seguito di un sinistro: inoltre, assicurarsi è un obbligo stabilito dalla Legge. Per scegliere la polizza giusta per le proprie esigenze basta collegarsi a Segugio.it, il portale leader delle assicurazioni in Italia veloce e affidabile. Segugio.it confronta per l’utente più assicurazioni auto, moto e autocarro, aiutandolo a risparmiare fino a 500 euro sul premio della polizza.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati