Chiama gratis 800 999 555

Parco circolante: in aumento l’età media delle auto

Pubblicato il 28/05/2020

L’età media del parco circolante italiano è destinata a crescere notevolmente nel corso del 2020.

La notizia arriva dall’ACI (Associazione Club d’Italia), secondo cui il fenomeno è strettamente legato all’emergenza economica creata dal lockdown per il coronavirus. In molti, infatti, decideranno di rinviare l'acquisto di un’auto, creando dunque un ulteriore invecchiamento delle vetture circolanti.

In particolare, l’Associazione ha evidenziato che l’anzianità delle quattro ruote è attualmente pari a 11 anni e 5 mesi, ma prevede che entro la fine dell’anno 1 macchina su 5 apparterrà alla classe di emissione fino alla Euro 2, superando quindi i 18 anni dalla prima immatricolazione.

Le regioni con le vetture più datate saranno quelle del sud Italia, dove già oggi le Euro 0, Euro 1, Euro 2 e Euro 3 costituiscono il 44,5% contro una media nazionale del 32,5%.

Il numero di auto per singole classi di emissioni

Se analizziamo il parco circolante per omologazione, si nota come le auto Euro 0 siano 3.650.822, le Euro 1 970.479, le Euro 2 3.338.268 e le Euro 3 4.882.101. I veicoli più numerosi sono le Euro 4, 10.650.320 unità, mentre le Euro 5 e le Euro 6 fanno segnare rispettivamente 6.973.440 e 9 milioni di esemplari.

Auto vecchie: perché sono un problema?

Svecchiare il parco auto porterebbe miglioramenti sia in termini di sicurezza che di inquinamento. Il rischio di morire in un incidente a bordo di un veicolo datato è più che doppio rispetto a quello corso in una vettura di recente immatricolazione: inoltre, un moderno turbodiesel Euro 6 emette il 95% in meno di ossidi di azoto rispetto a una Euro 0 e il 96% in meno di polveri sottili rispetto a una Euro 1.

Al momento incentivi solo per l’acquisto di ibride ed elettriche

Chi deve sostituire l’auto vecchia in favore di una più ecologica può avvantaggiarsi dell’Ecobonus. Quest’ultimo è stato deciso dal Governo per incrementare le vendite di modelli ibridi (solo plug-in) ed elettrici e prevede due tipologie di contributi per chi rottama la vecchia macchina fino alla classe di emissione Euro 4 e ne immatricola una nuova. L'incentivo è di 6 mila euro se l'acquisto riguarda una auto con fascia di emissione di anidride carbonica (CO2) 0-20 grammi per chilometro (g/km), mentre è di 2.500 euro per i mezzi nuovi i cui valori di CO2 sono compresi tra i 21 e i 60 grammi.

Senza la rottamazione, i due importi scendono rispettivamente a 4.000 e 1.500 euro.

Tuttavia, per rilanciare il settore dell’automotive, servirebbero incentivi più ampi: Anfia, Unrae e Federauto (rispettivamente le aziende nazionali, quelle estere e i rivenditori) chiedono infatti una terza fascia di incentivi per l’acquisto di vetture con emissioni di CO2 da 61 a 95 g/km.

Auto datata? Occhio all’assicurazione

Abbiamo spiegato più volte che il premio RC Auto pagato per un veicolo datato è maggiore rispetto a quello di un mezzo immatricolato recentemente. Quanto detto viene confermato dai preventivi del portale Segugio.it, che confronta le migliori assicurazioni sul mercato: esaminando qui di seguito due diverse simulazioni, rispettivamente per auto vecchia e nuova, si può notare la differenza di prezzo tra le polizze.

Ipotizziamo la richiesta di un impiegato 35enne residente a Roma (prima classe di merito, convivente, patente mai sospesa, zero sinistri negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 15.000 chilometri annui) che ha appena acquistato una Lancia Ypsilon 1.3 multijet 16V (diesel) immatricolata per la prima volta nel 2003. Al 28 maggio la comparazione indica come miglior prezzo la proposta di Verti che offre una copertura per guidatori esperti (con più di 25 anni) al prezzo di 491,17 euro.

Volendo invece assicurare il nuovo modello del 2019 – Lancia Ypsilon 1.3 MJT 80 CV S&S Gold – converrà sottoscrivere la polizza di Zurich Connect, ma ad un prezzo questa volta di 307,05 euro: confrontando i due premi si nota dunque una divario notevole, che si attesta sui 184,12 euro.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati