Nuovi tutor, al via i controlli per l’esodo estivo

16/08/2019

Nuovi tutor, al via i controlli per l’esodo estivo

Estate, tempo di vacanze e viaggi verso mete di relax e svago. Per raggiungerle, gli italiani utilizzeranno anche le autostrade, su cui si sono già intensificati i controlli per garantire loro la massima sicurezza. Una grossa mano la daranno i nuovi tutor con tecnologia SICVe-PM, che attualmente coprono 46 tratte – per un totale di 420 chilometri di carreggiate – un numero nettamente inferiore rispetto alle oltre 300 tratte dei tutor dismessi di prima generazione.

Come funzionano i Tutor SICVe-PM?

I dispositivi di controllo della velocità sono stati posizionati dove non sono presenti svincoli intermedi (che possono evitare la misurazione) e come i precedenti tutor consentono di misurare la velocità media sul tratto interessato.

Nella news “Autostrade: in arrivo i nuovi Tutor” abbiamo evidenziato la novità della tecnologia PM, acronimo di PlateMatching. “I sistemi di rilevamento della velocità media di seconda generazione”, spiega Angelo Dionisi di Eng Group, “invece che basarsi sul riconoscimento automatico delle targhe mettono a confronto le immagini dei veicoli transitati in ciascuna delle postazioni di telerilevamento, determinandone la reciproca verosimiglianza. Con questa tecnologia si riducono i tempi di abbinamento delle immagini. Il rilevamento delle violazioni stesse avviene in modo notevolmente più efficace. Infatti, non si verificano scarti dovuti alla mancanza di un corretto riconoscimento. Con i sistemi di prima generazione, se la targa del veicolo in uscita in un tratto controllato non viene letta correttamente e non si abbina alla targa in entrata, entrambi i fotogrammi vengono cestinati”. 

I tutor di ultima generazione consentono inoltre di rilevare determinate caratteristiche del mezzo, ad esempio eventuali adesivi o dispositivi luminosi presenti sulla parte posteriore del veicolo. In questo modo si riducono notevolmente gli errori di identificazione della targa.

I percorsi interessati dai nuovi tutor sono:

  • A1 tra Modena Sud e l’allacciamento A14
  • A4 tra Dalmine e Capriate e tra Capriate e Cavenago in direzione Ovest
  • A8 nel tratto Castellanza-Busto Arsizio in direzione Nord
  • A13 tra Ferrara Nord e Ferrara Sud e tra Ferrara Sud ed Altedo in direzione Sud
  • A14 tra Castel San Pietro e Imola e nel tratto Bari Nord-Bitonto.

In funzione dopo la messa al bando dei vecchi tutor

Il sistema SICVe-PM sostituisce gli apparecchi di prima generazione spenti dall’ASPI (Autostrade Per l’Italia) che, secondo la Corte d’Appello di Roma, si è appropriata di un’esclusiva altrui.

Il 10 aprile del 2018 i magistrati hanno dato ragione all’azienda Craft, che rivendicava i diritti sul brevetto del precedente tutor. Autostrade Per l’Italia è stata dunque condannata a versare le spese legali, ma i giudici non hanno previsto alcun risarcimento alla Craft. Il mancato indennizzo è stato giustificato con il fatto che la società ASPI non ha direttamente tratto profitti dall'utilizzo del Tutor definito contraffatto.

Come funzionano i controlli automatici della targa per i veicoli senza RC Auto

Lo ribadiamo ancora una volta: solo gli agenti possono fermare i potenziali trasgressori per verificare e contestare la mancata copertura assicurativa, mentre Tutor e Autovelox non possono comminare nessuna sanzione. È bene tenere sempre a mente che circolare senza RC Auto fa rischiare una sanzione compresa tra gli 849 e i 3.396 euro: chi deve rinnovare o stipulare ancora l’assicurazione per la propria auto, può effettuare una simulazione su Segugio.it, e ottenere così un preventivo con le migliori tariffe sul mercato.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Nuovi tutor, al via i controlli per l’esodo estivo Valutazione: 4,8/5
(basata su 4 voti)
800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare