Chiama gratis 800 999 555

Moto ecologiche: incentivi all’acquisto anche nel 2021

In arrivo i nuovi finanziamenti per agevolare l'acquisto di motoveicoli ibridi o elettrici. Le risorse stanziate per il 2021 dovrebbero ammontare a 20 milioni di euro: il contributo per i singoli motociclisti sarà pari al 40% del prezzo d’acquisto del veicolo, ma fino a un massimo di 4.000 euro.

Pubblicato il 28/12/2020

I centauri che vorranno acquistare un motociclo elettrico o ibrido nel 2021 potrebbero avvantaggiarsi ancora una volta dell’Ecobonus, gli incentivi statali che sostengono la mobilità green.

Il provvedimento è stato inserito dal Governo nella bozza della nuova Legge di Bilancio, che prevede fondi per il periodo 2021-2026. Ricordiamo che nel 2020 l’esecutivo aveva destinato per l’Ecobonus moto 10 milioni di euro, mentre nei prossimi 12 mesi il totale degli incentivi dovrebbe ammontare a 20 milioni di euro. Quest'ultima cifra sarà replicata anche nel 2022 e nel 2023: salirà invece a 30 milioni di euro l'anno per il periodo 2024-2026.

Gli importi dell’Ecobonus

Il Governo dovrebbe confermare il contributo del 40% del prezzo d’acquisto, ma fino a un massimo di 4.000 euro (IVA esclusa) e con contestuale rottamazione di un veicolo della categoria L omologato nelle classi fino a Euro 3. Senza rottamazione, l’incentivo scende al 30% del prezzo d’acquisto e fino a massimo di 3.000 euro (IVA esclusa).

Il contributo è riconosciuto sia alle persone fisiche che alle persone giuridiche. Quest’ultime possono usufruire del bonus fino a un massimo di 500 veicoli acquistati durante i 12 mesi (intestati allo stesso soggetto).

Ricordiamo che sarà sempre compito del concessionario richiedere l’incentivo sull’apposito portale del Ministero dei trasporti. Il venditore riconosce lo sconto, ottenendone il rimborso dalla Casa costruttrice: per quest’ultima, l’importo erogato per il contributo sarà trasformato in un credito d’imposta.

Moto elettriche: trend delle vendite positivo nel 2020

Sono 1.334 i ciclomotori e scooter elettrici venduti a novembre, con una crescita del 95% sullo stesso mese dell’anno precedente. Guardando i numeri gennaio-novembre si registrano 9.977 mezzi ecologici venduti, con un incremento del 122% sul 2019.

A piacere sono soprattutto gli scooter, che con 5.778 esemplari targati raggiungono il 58% della quota di mercato.

Moto elettriche: assicurarle costa meno

I preventivi ottenuti tramite Segugio.it, il portale che individua le migliori assicurazioni online sul mercato, evidenziano che i motocicli a zero emissioni sono nella maggior parte dei casi più convenienti da assicurare rispetto a una due ruote a carburante tradizionale.

Un esempio può aiutare a capire la differenza di prezzo tra le due alimentazioni.

Supponiamo di fare una simulazione per un generico motociclista residente nel Comune di Firenze (ingegnere 40enne, sposato, prima classe di merito, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 5.000 chilometri ogni 12 mesi) che vuole assicurare una Energica Eva Esseesse9 S 108,8 CV (elettrico). Il polizza più conveniente, al 28 di dicembre, è quella di Linear, che applica un premio annuo di 141,68 euro per una copertura che ammette alla guida del mezzo tutti i conducenti abilitati.

Ipotizzando invece che lo stesso motociclista voglia assicurare una moto a benzina di pari potenza, una Honda VFR 800 F Plus (107 CV), si nota quale miglior soluzione la proposta di Zurich Connect, ma questa volta al prezzo di 198,32 euro: la polizza offre una formula di guida esclusiva (ammette solo il conducente principale), ma consente di sospendere la polizza fino a un massimo di tre volte. Da notare, dunque, che il costo dell’RC Moto della due ruote a benzina è più alto rispetto a quello dell’elettrica di oltre 56 euro.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati