Chiama gratis 800 999 555

Momento d’oro per cambiare l’auto

L’andamento negativo di immatricolazioni e passaggi di proprietà legato al Covid determina forti sconti dai concessionari, che si aggiungono al prolungamento degli ecoincentivi. Il netto calo dei premi RC Auto rappresenta un’ulteriore opportunità di risparmio per i consumatori.

Pubblicato il 08/03/2021

Il mercato dell’auto ha subito brusche flessioni nel corso dello scorso anno, soffrendo i forti impatti dell’emergenza sanitaria da coronavirus.

Nonostante una lieve ripresa nei mesi estivi, le vendite di auto nuove (immatricolazioni) e usate (passaggi di proprietà), praticamente ferme durante la prima ondata, hanno ricominciato a contrarsi da ottobre, in concomitanza con la seconda fase dell’emergenza. Il 2021 non è di fatto iniziato meglio, registrando a gennaio un calo del 14,1% delle immatricolazioni rispetto a gennaio 2020 e del 16,48% per i passaggi di proprietà.

Per ridare slancio al comparto, produttori e concessionarie sono disposti oggi a concedere sconti anche rilevanti per l’acquisto di un’auto. I vantaggi maggiori sono rivolti soprattutto ai consumatori intenzionati all’acquisto di un mezzo a basso impatto ambientale, che potranno usufruire degli ecoincentivi prolungati dal Governo fino al 30 giugno (per veicoli con emissioni comprese fra 61 g/km e 135g/km) e fino al 31 dicembre (per quelli al di sotto dei 60g/KM).

Non mancano i vantaggi sul fronte assicurativo

Ad evidenziarlo è l’Osservatorio di Segugio.it - leader nella comparazione assicurativa in Italia - che a gennaio 2021 registra un calo del premio RC Auto dell’11,84% rispetto allo stesso mese del 2020. In particolare, il prezzo medio si è attestato a quota 366,8 euro, contro i 427,01 euro misurati 12 mesi prima.

Ad incidere sulla significativa riduzione dei costi di assicurazione c'è la relazione tra i minori chilometri percorsi durante i primi mesi di lockdown e, conseguentemente, il minor rischio di incidenti. A beneficiare maggiormente di questo calo dei prezzi sono state le prime assicurazioni per auto nuove e usate, rispettivamente con un -17,23% e un -16,53%, anche in conseguenza della forte concorrenza tra Compagnie e al numero inferiore di polizze nuove stipulate in questo periodo.

Assicurazione: auto nuova vs auto datata

Comprare un’auto recente, sostituendola ad una più vecchia, significa anche risparmiare sull'RC Auto. Uno studio risalente ad agosto 2020 di Segugio.it ha stimato un possibile risparmio fino a 1.700 euro in 10 anni, una cifra che sale a 2.500 in alcune grandi città.

I consumatori con un’auto vecchia dovrebbero quindi, se ne hanno la possibilità, cogliere l’opportunità di cambiare il proprio mezzo, beneficiando da un lato degli sconti sui listini e dell’Ecobonus e dall’altro di prezzi RC Auto mai così bassi.

Un esempio delle attuali tariffe

Qui di seguito sono riportate due simulazioni di preventivi rc auto per una guidatrice 50enne di Roma (coniugata, prima classe di merito da più di due anni, patente mai sospesa, zero sinistri negli ultimi 5 anni, ricovero notturno del veicolo in area recintata, percorrenza media annua di 10.000 chilometri) effettuate con Segugio.it.

La prima riguarda la richiesta per assicurare una Opel Corsa 1.2 16V 5 porte (benzina) immatricolata per la prima volta nel 2002: all'8 di marzo, la comparazione indica come miglior prezzo la proposta di Verti, che offre una copertura per guidatori esperti (con più di 25 anni) al prezzo di 388,05 euro.

La seconda, invece, ipotizza lo stesso modello di vettura, ma del 2020 – Opel Corsa 1.2 Edition: converrà sempre sottoscrivere la polizza di Verti, ma a un prezzo questa volta di 284,25 euro. La differenza tra i due premi è quindi particolarmente consistente, in quanto si attesta sui 103,8 euro.

;
A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati