Le città italiane puntano a una mobilità sempre più elettrica

14/05/2019

Le città italiane puntano a una mobilità sempre più elettricaMuoversi è sempre più “elettrico”. La nuova mobilità urbana è connessa, multimodale ed ecologica grazie ad auto elettriche, bici e ai piedi degli italiani.

A dirlo è il primo rapporto di Legambiente sulla mobilità a emissioni zero in Italia che l’associazione ambientalista ha portato avanti grazie alla collaborazione con MotusE e nel quale sono stati presi in esame i 104 capoluoghi nostrani.

Il quadro è chiaro e ci permette di essere vagamente ottimisti.

Infatti sono sempre di più gli italiani che scelgono di muoversi in città senza inquinare grazie a bici o e-bike o con mezzi pubblici a trazione elettrica.

In assenza di tutto ciò addirittura preferiscono i piedi all’auto anzi in particolare a Milano il muoversi senza inquinare, ossia con mezzi a emissioni zero, supera il 50% del totale di spostamenti.

Muoversi Green da Bologna a Napoli

Ma la rivoluzione green è appena iniziata visto che in Italia un traffico congestionato e una mobilità inquinante sono ancora all’ordine del giorno. Eppure tutte le grandi città si stanno attivando per mettersi in pari con l’eccellenza milanese.

Gli effettivi spostamenti a zero emissioni, siano essi a piedi, in auto elettrica o con il bus, a Bologna rappresentano il 39%. Guardando più a sud a Napoli i numeri mostrano un 50% di movimenti che già avvengono con mezzi non inquinanti con un’accessibilità pari al 34%. Ancora, a Genova il 39% degli spostamenti è zero emissioni; a Firenze il 17% e a Roma il 20%.

Una mobilità a portata di ricarica

Certo per pensare a una mobilità elettrica è impossibile non tener conto degli approvvigionamenti per le auto elettriche.

Secondo i dati di EvWay a gennaio 2019 in Italia si è passati dalle 2368 alle 5507 prese di ricarica omologate per auto. Un aumento a dir poco esponenziale ma purtroppo non sufficiente e ancor meno adeguatamente distribuito.

Infatti in Lombardia le infrastrutture di ricarica sono raddoppiate rispetto all’anno scorso mentre in Molise ce ne sono appena 8 per le auto e 5 per le due ruote.

Non solo Ecobonus

Ricariche a parte è vero che scegliere un auto più green può convenire non poco. Per chi sceglie un’auto a basse emissioni si può infatti ottenere l’Ecobonus. Basta rivolgersi alla concessionaria e prenotarlo come si può leggere anche nella news su "Parte in ritardo l’ecobonus su elettriche e ibride" su Segugio.it 

Ma non solo. Oltre all’Ecobonus è importante sapere che le tariffe assicurative per le auto green sono solitamente più basse, in media del 5% per le ibride e fino al 20% per una elettrica. Il consiglio è di trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze partendo dal comparatore di Segugio.it che permettere di avere un quadro ben chiaro delle assicurazioni più convenienti.

Ad esempio ipotizzando che a voler stipulare una polizza per una Toyota Yaris 3° serie ad alimentazione ibrida sia un automobilista romano di quarant’anni, prima classe di merito, una percorrenza media di 10mila chilometri e nessun sinistro negli ultimi 5 anni, tra le opzioni più convenienti ci sarà quella di ConTe.it che prevede una formula Guida Esperta comprensiva di assistenza stradale e protezione satellitare a un prezzo annuale di 729,72 euro.

Sempre ConTe.it lo stesso tipo di assicurazione, ma senza protezione satellitare costa 880,84 euro l’anno. Un po’ più cara l’offerta di Quixa che con 1119 euro annui però prevede anche il ritiro e consegna dell’auto a casa e una vettura sostitutiva in caso di incidente.

In caso di auto elettrica

Se lo stesso automobilista, invece, dovesse possedere un’auto completamente elettrica come la Smart Forfour 2° serie a parità di condizioni troverebbe tra le opzioni più convenienti quella di Genialloyd con un prezzo annuo di 764 euro.

Aggiungendo alla stessa offerta l’Assistenza stradale il costo sarà di 780 euro, se si vuole anche la Tutela legale, che prevede la copertura delle spese legali in caso di un sinistro, l’assicurazione avrà un prezzo di 793 euro annuali.

A cura di: Paola Cacace

Come valuti questa notizia?
Le città italiane puntano a una mobilità sempre più elettrica Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare