Chiama gratis 800 999 555

IVASS: reclami contro le assicurazioni in lieve risalita

I reclami pervenuti alle compagnie assicurative nel 2020 sono cresciuti dell’1,8 per cento a 93.271. Una larga parte degli esposti, il 43,9 per cento, ha riguardato l’RC Auto. La risposte delle imprese è stata tempestiva. L’effetto Covid si è fatto sentire soprattutto sui comparti auto e viaggi.

Pubblicato il 28/06/2021
Andamento dei reclami alle imprese assicurative nel corso del 2020

Nel 2020 sono aumentati in Italia i reclami ricevuti dalle imprese di assicurazione, soprattutto quelli nei confronti delle imprese estere, mentre gli esposti presentati nei confronti di quelle italiane sono rimasti pressoché stabili.

Rispetto al 2019, secondo i dati illustrati dall’IVASS, il numero complessivo dei reclami ha registrato una crescita dell’1,8% a 93.271, che si confronta con una riduzione del 5,8% registrata nell’anno precedente sul 2018. Nel dettaglio, l’incremento degli esposti ricevuti dalle imprese estere è cresciuto del 16,2% a 12.563 unità, mentre il numero dei reclami ricevuti da quelle italiane è calato dello 0,1% a 80.708.

Il 43,9% ha interessato il comparto RC Auto

Complessivamente il 43,9% dei reclami ha interessato il capitolo RC Auto, il 37,9% gli altri rami danni e il 18,2% i rami vita. Le lamentele ricevute dalle imprese italiane si confermano in prevalenza nel comparto RC Auto (45,7%), seppur in calo del 5% rispetto all’anno precedente, seguito dal ramo danni escluso l’RC Auto (36,3%) e dal ramo vita (18%).

Per le imprese estere, invece, la maggioranza delle insoddisfazioni degli assicurati ha riguardato il ramo danni diversi dalla RC Auto (47,7%), seguiti dagli esposti nel comparto RC Auto (32,2%) per i quali però l’IVASS segnala un sensibile aumento (+41%) rispetto al 2019.

La risposta è tempestiva

Il tempo medio di risposta ai reclamanti da parte delle imprese assicurative si mantiene sempre significativamente al di sotto del limite dei 45 giorni previsto dal Regolamento. Per quanto riguarda gli esiti, il 30,1% dei reclami è stato accolto, il 9,3% si è concluso con una transazione, il 55,9% è stato respinto, mentre il restante 4,7% risultava in fase istruttoria alla fine dell’anno.

Il report dell’Istituto per la Vigilanza contiene una precisazione sui reclami riconducibili al Covid-19, che hanno interessato soprattutto i rami danni e l’area liquidazione sinistri, con particolare riferimento ai comparti Auto, Viaggi e Malattia.

Gli esposti correlati alla pandemia

A causa dell’emergenza sanitaria, specie nella fase iniziale di riassestamento organizzativo, i motivi più ricorrenti che hanno determinato segnalazioni collegabili alla pandemia sono stati, in particolare, i disservizi nell’accesso alle piattaforme informatiche, la tempestiva fruibilità di prodotti di ristoro offerti con le campagne promozionali, i ritardi nella liquidazione dei sinistri, determinati per lo più dai rallentamenti nell’interlocuzione con gli assicurati e i danneggiati e dalle difficoltà nell’espletamento di attività dei periti.

Gli effetti del Covid-19 sui comparti auto e viaggi

Nel 2020 l’andamento dei reclami legati alla pandemia, che ha interessato principalmente i rami danni e l’area liquidativa, ha evidenziato una diretta correlazione con la sinistrosità registrata in alcune specifiche aree di business direttamente impattate dalle misure di restrizione alla circolazione, quali il comparto auto e quello dei viaggi. In particolare, il primo ha evidenziato una flessione nel primo semestre, per poi tornare a crescere con la ripresa della mobilità finito il lockdown. Il settore viaggi ha visto un aumento dei reclami, con particolare riguardo agli annullamenti causati dalla pandemia. Anche il ramo Malattie è stato interessato da reclami per mancata liquidazione degli indennizzi in relazione a patologie collegabili al Covid-19.

Per questi motivi e, soprattutto, per guidare o andare in vacanza in tutta tranquillità, è consigliabile affidarsi a una compagnia assicurativa che risponda alle nostre necessità con una polizza personalizzata e, allo stesso tempo, conveniente. Questo mix è facilmente a portata di click sulla piattaforma di Segugio.it, dove il cliente può comparare i vari prodotti delle compagnie convenzionate e disegnare gratuitamente una assicurazione auto su misura. Senza contare che la scelta di una polizza RC Auto tramite il canale digitale permette all’automobilista di risparmiare.

A cura di: Fernando Mancini
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati