Chiama gratis 800 999 555

Ivass: perché l’assicurazione aiuta l’economia di una famiglia

La pandemia da coronavirus ha evidenziato la realtà di un Paese sotto assicurato, con poca educazione finanziaria, e messo in luce rischi prima non evidenti o non ben compresi. Una polizza adeguata, stima l’Ivass, riduce la vulnerabilità di una famiglia e libera risorse altrimenti accantonate.

Pubblicato il 20/11/2020

Una migliore copertura assicurativa avrebbe aiutato l’Italia ad ammortizzare meglio l’ondata di crisi scaturita dal Covid-19, e soprattutto a ripartire più in fretta. La lezione che possiamo trarre da tutto ciò che ha portato la pandemia, ha affermato il presidente dell’Ivass, Daniele Franco, è che occorre rafforzare sia la prevenzione sia la capacità di gestione delle crisi.

Nel nostro Paese, ha spiegato durante il suo intervento all’assemblea annuale dell’Ania, gli shock conseguenti agli eventi catastrofali degli ultimi anni (terremoti, alluvioni e, da ultimo, la crisi da coronavirus in corso) sono stati assorbiti quasi esclusivamente grazie alle misure dello Stato, chiamato anche in ambiti in cui una più adeguata copertura assicurativa avrebbe potuto garantire una risposta più rapida e un primo sostegno più diffuso.

I rischi prima non evidenti o non ben compresi

La pandemia da coronavirus ha in sostanza evidenziato la realtà di un Paese ‘sotto-assicurato’, con poca educazione finanziaria rispetto agli altri partner europei, mettendo in luce rischi prima non evidenti o non ben compresi.

In particolare il numero uno dell’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni ha fatto riferimento alle ricadute derivanti dal brusco aumento della domanda di cure mediche intensive (il rischio di non poter ricevere l’assistenza adeguata al bisogno), dagli effetti delle misure volte a contenere i contagi (il rischio di non poter svolgere la propria attività lavorativa), dalla riduzione della mobilità in ambito nazionale e tra Paesi (il rischio di non potersi spostare per lavoro, per motivi familiari o per turismo).

Una polizza adeguata riduce la vulnerabilità

Nei Paesi dove c’è una maggiore diffusione di polizze la risposta alla crisi è stata più immediata, a testimoniare il crescente ruolo dell’industria assicurativa. Infatti, secondo Franco, un settore assicurativo efficiente che sostenga famiglie e imprese nella gestione dei propri rischi è uno dei fattori che contribuiscono ad accrescere il benessere della società e la competitività del sistema economico.

In altre parole, in presenza di una situazione di avversione al rischio tra gli individui, la diffusione dei servizi assicurativi consente di assorbire in modo efficiente i danni derivanti da situazioni sfavorevoli di varia natura (incidenti, malattie, catastrofi naturali, ecc.), riduce le condizioni di vulnerabilità rispetto a eventi che possono colpire la salute, il patrimonio, la capacità di generare reddito.

Un settore assicurativo efficiente libera risorse

Un altro effetto positivo sull’economia di una famiglia è sicuramente rappresentato dal fatto che, con un mercato assicurativo sviluppato, c’è la possibilità di liberare risorse altrimenti destinate al risparmio precauzionale e, di riflesso, si incentivano i consumi e si stimola la crescita. Con una copertura dei rischi adeguata il risparmiatore può quindi permettersi di disegnare il proprio futuro in modo più tranquillo. Proprio con quest’ottica gli addetti ai lavori suddividono le sfide che nei prossimi anni attendono il settore in due grandi aree: quella previdenziale (o di risparmio) e quella di protezione.

Polizze vita e tassi bassi

Il presidente dell’Ivass invita a tenere sotto controllo l’andamento dei tassi di interesse, oggi particolarmente bassi (se non addirittura negativi) e con la prospettiva che questa condizione sia destinata a durare a lungo (con effetti anche significativi sul segmento Vita).

La pandemia da coronavirus, a questo proposito, ha infatti scardinato molte delle strategie che hanno caratterizzato per anni l’investitore italiano: perché la redditività di una famiglia tipo è diminuita e perché i rendimenti offerti dai mercati finanziari si sono appiattiti. Per questo Segugio.it ha messo a punto una guida sull’emergenza Covid-19 (costantemente aggiornata in funzione dell’andamento della malattia) utile al risparmiatore a prendere le decisioni per amministrare al meglio il proprio capitale.

A cura di: Fernando Mancini
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati