Chiama gratis 800 999 555

Ivass: la tecnologia cambia l’offerta assicurativa

Dal rapporto semestrale dell’Ivass emerge un mercato assicurativo sempre più proiettato nel futuro, con la tecnologia sempre più pervasiva: dall’insuretech al bockchain, dall’intelligenza artificiale al digitale. Cresce l’offerta integrata, per seguire il cliente più da vicino.

Pubblicato il 22/04/2021
La tecnologia nel mercato assicurativo diventa sempre più pervasiva

È la tecnologia il principale motore degli importanti cambiamenti in atto nel mercato assicurativo. Il Covid ha sì ha accentuato l’attenzione dei cittadini verso la protezione sanitaria e diversi ambiti di quella familiare, ma l’impeto con cui in questi mesi il settore è ricorso al digitale ha fatto compiere un grande passo verso il futuro.

È questo quello che emerge dal rapporto Ivass sull’andamento dell’offerta assicurativa nel secondo semestre del 2020. Offerta che, nel ramo danni, ha visto l’industria assicurativa ricercare massicciamente soluzioni “su misura” e modulari nei settori mobilità, salute, casa e cyber.

Nel ramo vita scena dominata dalle polizze multiramo

Nel ramo vita, il rapporto conferma la propensione delle compagnie a disegnare e offrire prevalentemente polizze di tipo multiramo (derivanti dalla combinazione di rivalutabili di ramo I e unit linked di ramo III) e forme di tipo rivalutabile.

Tra i 106 nuovi prodotti individuali rilevati, si registrano 41 multiramo e 30 rivalutabili (50 e 49 rispettivamente nel primo semestre 2020). Nel frattempo, è proseguito il lancio dei piani individuali di risparmio (PIR) con 3 nuove offerte, in forma unit linked, di tre diverse compagnie assicurative. Complessivamente sono 250 le nuove offerte di prodotti vita comunicate nell’esercizio 2020.

Le compagnie mirano a proporre un’offerta integrata

Le compagnie puntano ad incrementare l’offerta mediante prodotti sempre più integrati con servizi di vario genere e digitalizzati. Ad esempio, nella mobilità, le nuove proposte riguardano polizze on-demand e il mercato è orientato a creare un ecosistema in cui la compagnia propone, in via autonoma o in collaborazione, una copertura a 360 gradi.

In questo ambito si propone di seguire, per esempio, il cliente dall’acquisto dell’auto alla sua vendita, alle riparazioni o al pagamento di multe o pedaggi autostradali. Così, negli ultimi mesi, sono stati offerti anche nuovi prodotti per forme di mobilità alternativa per l’assistenza alla persona in tutti i suoi spostamenti: in auto, moto e bici, ma anche sui mezzi di trasporto urbano o a piedi.

Un’offerta integrata che riflette quella che è già in grado di proporre Segugio.it che, oltre a mettere a confronto le polizze di diverse assicurazioni, copre infatti le esigenze del cliente in vari settori della vita quotidiana: dall’auto alla moto, dal camion alla vita, dalla casa ai viaggi. La scelta di mettersi al riparo dagli imprevisti è diventata quanto mai strategica in questi tempi di crisi: stipulare una polizza sulla vita, infatti, garantisce per il futuro una rendita o un capitale alla famiglia in caso di decesso dell’assicurato o della sua invalidità (sia totale sia permanente).

L’insurtech, ‘copertura’ a tutto campo per la salute

Una delle novità più interessanti registrate nel secondo semestre 2020 è stato il debutto della tecnologia blockchain nel mercato assicurativo italiano, con una polizza fideiussoria digitale. Tuttavia, il comparto maggiormente proiettato in avanti è quello della salute, sempre più penetrato dall’insurtech.

I nuovi prodotti offerti – ha osservato l’Ivass - non coprono solo i tradizionali rischi infortuni e malattia, ma sono rivolti a fornire all’assicurato - anche mediante l’uso di tecniche di intelligenza artificiale - strumenti per la prevenzione e il monitoraggio della propria salute e assistenza per tutta la famiglia attraverso una ampia gamma di servizi.

A questo proposito le polizze infortuni e malattia sono offerte anche in abbinamento ai servizi di pubblica utilità e sempre più spesso inseriti all’interno di prodotti modulari che offrono protezione non solo alla persona, ma anche al suo patrimonio e agli animali domestici. Telemedicina, consegna di farmaci a domicilio e numerosi altri servizi di assistenza sono ormai sempre più diffusi. 

Polizze per eventi naturali, danno all’ambiente e rischio cyber

Nel ramo danni relativo alla casa le polizze sono arricchite di ulteriori garanzie (come per danno all’ambiente), con un allargamento delle offerte dedicate alle coperture dagli eventi naturali. Con la tecnologia sempre più pervasiva nella nostra vita quotidiana, l’esigenza di avere coperture contro il rischio cyber è sempre più avvertita da imprese e famiglie, anche a seguito della crescita esponenziale di attacchi informatici nel 2020, accentuata dalla pandemia e dal lavoro agile.

Infine, la novità delle coperture specifiche connesse al Superbonus 110%. Alcune compagnie, al pari delle banche, sono entrate nel settore della cessione del credito d’imposta derivante dall’incentivo “Superbonus 110%” previsto dal “decreto Rilancio”, offrendo liquidità a coloro che intendano accedervi o polizze a copertura di rischi legali di professionisti e tecnici che rilasciano le asseverazioni e per le perdite pecuniarie a cui sono esposti i committenti.

A cura di: Fernando Mancini
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati