Chiama gratis 800 999 555

Incentivi auto 2020: partono le agevolazioni anche per diesel e benzina

Pubblicato il 16/07/2020

Primo via libera alla Camera per il decreto Rilancio, il provvedimento che tre le varie misure include i nuovi incentivi per rilanciare il mercato automobilistico italiano.

Il decreto sarà esaminato in questi giorni al Senato per la conversione definitiva in legge. Una volta approvato, consentirà agli automobilisti di usufruire fino al 31 dicembre di un bonus statale fino a 1.500 euro, più altri 2.000 euro garantiti dal concessionario sotto forma di sconto, per l'acquisto di una nuova vettura a motore termico (benzina e diesel) Euro 6 con emissioni tra i 61 e i 110 grammi per chilometro di CO2 (anidride carbonica) e costo inferiore ai 40 mila euro al netto dell’IVA.

Dunque, il taglio totale sul prezzo di listino ammonterà a 3.500 euro, ma solo con contestuale rottamazione di un’auto di almeno dieci anni: in caso di mancata rottamazione, l’incentivo scenderà a 750 euro per il contributo statale e a 1.000 euro da parte del concessionario.

Cambia il bonus per l’acquisto di ibride plug-in ed elettriche

Il contributo per l’acquisto di questi veicoli, già esistente sotto forma di Ecobonus, viene incrementato in caso di rottamazione di un veicolo con classe di emissione fino a Euro 3. In particolare, ai sei mila euro già in vigore per le auto con emissioni da 0 a 20 grammi per chilometro di CO2 (le elettriche), se ne aggiungono fino a quattro mila di extra-bonus, per un totale di 10 mila euro. Per quanto riguarda invece la fascia di emissioni 21-60 grammi, in cui rientrano le ibride plug-in, i 4 mila euro si aggiungono al bonus di 2.500 euro già esistente, per un totale di 6.500 euro.

Senza la rottamazione l’extra-bonus scende invece fino a 2 mila euro, da aggiungere ai 4 mila sulla categoria 0-20 grammi di emissioni e ai 1.500 per la categoria 21-60 grammi di CO2.

Vendite auto giù anche a giugno

Lo scorso mese gli esemplari targati sono stati 132.457, facendo registrare un -23,13% rispetto allo stesso periodo del 2019.

“Nonostante la quasi completa riapertura dell’economia”, spiega Michele Crisci, Presidente dell’UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri), “continua a giugno l’emorragia di immatricolazioni per la crisi senza precedenti innescata dal Covid-19, con una perdita che, senza il giorno lavorativo in più, sarebbe stata di quasi il 30%. Come atteso, la mera ripartenza delle attività economiche non basta a riavviare la domanda di autovetture da parte di famiglie e imprese, fiaccate dalla lunga chiusura e dalle fortissime preoccupazioni per un futuro altamente incerto, proiettando il dato di giugno sul secondo semestre, il mercato perderebbe altre 200.000 immatricolazioni, che, insieme al mezzo milione perso nei primi sei mesi, si tradurrebbero in un crollo della domanda di autovetture nel 2020 a 1.200.000 unità, una incombente débâcle denunciata da UNRAE già 4 mesi fa”.

Una dritta per risparmiare anche sull’assicurazione

Il consiglio per risparmiare sull'assicurazione è di effettuare una simulazione su Segugio.it, portale specializzato nella comparazione online delle migliori polizze auto sul mercato. Il sistema di calcolo del portale fornisce risultati mirati per ogni profilo di utente, perché analizza in modo preciso e veloce le informazioni inserite e permette di personalizzare i preventivi ottenuti selezionando le garanzie accessorie preferite.

Facciamo un esempio. Ipotizzando al 16 di luglio il preventivo di un cliente-tipo residente a Palermo (avvocato 43enne, coniugato, prima classe di merito, zero sinistri negli ultimi 5 anni, ricovero notturno in area recintata privata, percorrenza media di 15.000 chilometri ogni 12 mesi) che ha appena acquistato un Volkswagen Golf 8 2.0 1st Edition Life, si scopre che il miglior prezzo è quello di Zurich Connect. La compagnia offre una formula di guida esperta (conducenti maggiori di 25 anni) al prezzo di 375,61 euro: qualora al momento del sinistro si trovi alla guida un conducente non autorizzato, Zurich limiterà la rivalsa a un massimo di 2.500 euro. Particolarmente alto il massimale, che ammonta a 10 milioni di euro sia per i danni alle cose che per quelli alle persone.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati