Chiama gratis 800 999 555

Green pass: cos’è e a cosa serve?

A partire da luglio con il green pass si tornerà a viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione Europea e dell’Area Schengen. Con la certificazione verde si prova di aver fatto la vaccinazione anti-Covid-19; di essere negativi nelle ultime 48 ore o di essere guariti negli ultimi sei mesi.

Pubblicato il 24/06/2021
Green pass: caratteristiche e funzioni

Favorire gli spostamenti sul territorio nazionale, agevolare la partecipazione ad eventi pubblici e l’accesso alle strutture sanitarie assistenziali. È questa la ‘mission’ principale della certificazione verde digitale Covid-19, che molto presto servirà a semplificare anche gli spostamenti in Europa. Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato infatti il decreto che ne stabilisce le modalità di rilascio.

Il green pass prende forma da una proposta della Commissione Europea per consentire la libera e sicura circolazione tra i Paesi dell’Unione Europea durante questo periodo contraddistinto ancora dalla pandemia da coronavirus.

Con la certificazione si prova:

  • Di aver fatto la vaccinazione anti-Covid 19 (aver completato il ciclo vaccinale o aver effettuato la prima dose o il vaccino monodose da 15 giorni);
  • Essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore;
  • Essere guariti dal Covid-19 negli ultimi sei mesi.

Cos’è?

La certificazione verde Covid-19, in formato digitale e stampabile, viene emessa in Italia dalla piattaforma nazionale del ministero della Salute. Al suo interno presenta un QR code che serve a stabilirne l’autenticità. Il codice a barre bidimensionale ne impedisce la falsificazione.

I cittadini possono richiedere questa certificazione per prender parte ad eventi pubblici, accedere alle Rsa o per spostarsi all’interno di territori ‘bollati’ come “zona rossa” o “zona arancione”.

A partire dal primo luglio la certificazione verde Covid-19 assumerà un carattere ancor più importante, in quanto verrà considerata Eu digital Covid certificate e farà sì che si possa tornare a viaggiare senza problemi da e per tutti i Paesi dell’Unione Europea e dell’Area Schengen.

Le caratteristiche del green pass

A contraddistinguere la certificazione verde Covid-19 sono alcune importanti caratteristiche:

  • È in formato digitale e/o cartaceo
  • Verificabile con QR code
  • Gratis per tutti
  • In italiano e in inglese più francese o tedesco
  • Sicura e protetta
  • Presto valida in tutti i Paesi dell’Unione Europea e dell’area Schengen

Il rilascio della certificazione

Da qualche giorno è attivo il sito http://dgc.gov.it/. Entro il 28 giugno i cittadini potranno scaricare la certificazione associata alle vaccinazioni effettuate fino al 17 giugno. Alcuni cittadini hanno già ricevuto notifiche via sms o via email per scaricare la certificazione tramite tessera sanitaria o identità digitale sul sito dgc.gov.it; scaricando l’app Immuni o app Io e presto anche dal sito Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale. I dati personali del titolare della certificazione – fanno sapere dal Governo – non vengono registrati dall’App, a tutela della privacy.

Il green pass potrà essere stampato o visualizzato su pc, tablet e smartphone. Inoltre, gli utenti che sono poco inclini agli strumenti digitali possono richiedere la certificazione al medico di base, in farmacia o al pediatra, mostrando la tessera sanitaria.

Quanto dura il green pass?

La certificazione verde ha una durata diversa a seconda della situazione:

  • La certificazione sarà generata dopo 15 giorni dalla somministrazione della prima dose di vaccino e avrà validità fino alla dose successiva.
  • La certificazione sarà generata entro un paio di giorni dalla seconda dose o dose unica per pregressa infezione e durerà 270 giorni dalla data di somministrazione.
  • La certificazione sarà generata dal 15esimo giorno dopo la somministrazione del vaccino monodose e durerà sempre 270 giorni.
  • In caso di tampone negativo la certificazione sarà emessa nel giro di poche ore e avrà una validità di 48 ore dall’ora del prelievo.
  • Nel caso di guarigione dal Covid-19 la certificazione sarà generata entro il giorno seguente e avrà validità di 6 mesi.

Come viaggiare in sicurezza

Per viaggiare in sicurezza e raggiungere la nostra destinazione in tutta tranquillità, è sempre bene sottoscrivere anche un’assicurazione viaggio. Nel caso di inconvenienti o eventi dannosi la polizza risarcisce infatti i viaggiatori. Si possono scegliere diverse coperture a seconda delle necessità. La maggior parte delle volte le assicurazioni viaggio coprono lo smarrimento dei bagagli, l’annullamento del viaggio e infortuni e problemi di salute durante il soggiorno.

Le assicurazioni viaggio possono essere comprate anche online. Segugio.it, ad esempio, consente di confrontare le assicurazioni viaggio e di ricevere un preventivo gratuito e personalizzato. Tra i partner di Segugio.it c’è AIG Europe S.A. – Rappresentanza Generale per l’Italia che riserva ai clienti uno sconto del 20% sulla polizza.

A cura di: Tiziana Casciaro
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati