Chiama gratis 800 999 555

Giù la raccolta vita nel 2020

L'assicurazione sulla vita viene sottoscritta per garantire ai beneficiari una rendita o un capitale in caso di morte, invalidità o sopravvivenza a una certa data. I contraenti possono controllare l’andamento della propria polizza attraverso un rendiconto annuale.

Pubblicato il 21/07/2021
Assicurazioni vita: i principali numeri

Risulta in calo del 4,4% la raccolta vita nel 2020 rispetto al 2019. A rivelarlo è l’Ivass nello studio “I principali numeri delle assicurazioni in Italia”. La sottoscrizione delle polizze vita avviene nella maggior parte dei casi mediante sportelli bancari e postali (59%), nel 25% tramite agenzie e il 14% delle volte mediante promotori. Si tratta nel 65% dei casi di polizze vita rivalutabili e nel 29% di polizze unit-linked.

L’indagine dell’Ivass rende noto anche che i premi, in percentuale del Pil, sono il 6,1% per i rami vita, mentre il 2% per i rami danni. Anche in quest’ultimo comparto nel 2020 è stato registrato un calo rispetto all’anno precedente. Secondo l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni il nostro è il settimo Paese Ocse per rilevanza nel settore vita rispetto al Pil.

Cos’è l’assicurazione vita?

L’assicurazione sulla vita garantisce ai beneficiari una rendita o un capitale in caso di morte, invalidità o sopravvivenza a una certa data. Si tratta di un prodotto che viene scelto molto spesso per assicurare ai propri cari la giusta serenità economica nel caso si registrassero eventi drammatici nel corso della vita.

Tutti i contraenti possono controllare l’andamento della propria polizza attraverso un rendiconto annuale. In questo documento sono riportati anche tutti i premi versati. Se viene stipulata una polizza rivalutabile, è possibile accedere alle informazioni anche dal sito internet dell’impresa assicurativa o da almeno due quotidiani a diffusione nazionale. Qui sarà possibile visionare la composizione della gestione separata e il rendiconto. Chi invece ha optato per una polizza unit linked, potrà sempre consultare il sito internet dell’impresa di assicurazione e almeno un quotidiano nazionale per controllare la quota del fondo a cui è collegata la polizza.

La polizza vita non può essere pagata in contanti. Il pagamento del premio deve avvenire soltanto tramite assegni bancari, postali o circolari, caratterizzati dalla clausola di non trasferibilità, intestati o girati all'impresa di assicurazione oppure all'intermediario; bonifici o altri sistemi di pagamento elettronico.

Il diritto alle prestazioni delle polizza vita si prescrive in dieci anni dal decesso dell’assicurato o dalla scadenza del contratto. Superato questo termine, le somme vengono devolute al Fondo Rapporti Dormienti istituito presso la Consap. In questi casi si parla di polizze dormienti: si tratta di assicurazioni che non risultano riscosse dai beneficiari perché magari non ne erano a conoscenza. Ecco perché da anni l’Ivass porta avanti la sua azione volta al risveglio delle polizze dormienti mediante il servizio di incrocio tra i codici fiscali degli assicurati italiani e i dati sui decessi presenti all’Anagrafe Tributaria. In questo modo si prova a ricercare le polizze non riscosse e a contattare al contempo i beneficiari, in modo che possano essere liquidati dei capitali assicurati nel più breve tempo possibile. Nel corso degli anni sono già oltre 200mila le polizze vita risvegliate mediante l’indagine dell’Ivass.

Quale polizza vita scegliere?

Tra i partner assicurativi di Segugio.it ci sono MetLife, Genertellife, GenialLife e vite Sicure che permettono di tutelare i propri familiari in caso di decesso o invalidità.

Il prodotto iLove di Genertellife di Genertellife presenta un prezzo costante per tutta la durata del contratto. Decesso, invalidità totale e permanente, infortunio e invalidità, malattie gravi sono le garanzie previste. Il capitale assicurabile è compreso tra i 50.000 e i 2.000.000 euro. Chi opta per questa polizza vita aderisce al programma Care Program, che consente di monitorare la propria salute e risparmiare fino al 15% sul premio. Inoltre i clienti hanno a disposizione MyClinic per prenotare visite mediche e consulti specialistici.

Con viteSicure il preventivo è 100% online e la polizza vita viene acquistata nel giro di tre minuti senza dover effettuare visite mediche, né firmare carte. I contraenti ottengono subito il certificato di polizza e se scelgono il «Capitale Decrescente», gli ultimi 3 anni sono gratis. Il capitale assicurabile è compreso tra i 20.000 e i 300.000 euro e le garanzie coperte sono: decesso, invalidità totale e permanente da infortunio e malattia.

A cura di: Tiziana Casciaro
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati