Chiama gratis 800 999 555

Ecobonus auto: tornano gli incentivi per le vetture più ecologiche

Gli automobilisti che vogliono acquistare un’auto elettrica o ibrida plug-in possono nuovamente usufruire dell’Ecobonus. L’incentivo, sotto forma di sconto sul prezzo di listino della vettura, è variabile: si possono risparmiare dai 2.500 euro agli 8.000 euro.

Pubblicato il 22/10/2021
Tornano gli incentivi auto per le vetture ecologiche

Ripartono a pieno ritmo gli incentivi per l’acquisto di auto elettriche e ibride plug-in, grazie all’intervento del Governo che ha deciso di rifinanziare i fondi esauriti nelle scorse settimane.

In particolare, lo scorso 15 ottobre 2021 sono stati stanziati 65 milioni di euro per riattivare l’Ecobonus a favore delle due categorie di auto. Tuttavia, la cifra messa a disposizione viene considerata dagli operatori del settore esigua in relazione alla richiesta degli acquirenti: sembra infatti che i fondi basteranno per circa sei settimane, vale a dire fino alla fine di novembre.

A quanto ammontano gli incentivi?

L’importo erogato varia sempre in base alla presenza o meno di un veicolo da rottamare, che deve essere di classe fino alla Euro 4 e immatricolato prima del 1° gennaio 2011.

Per la categoria con emissioni di CO2 (anidride carbonica) comprese tra 0 e 20 g/km (grammi per chilometro), di fatto quelle elettriche, viene riconosciuto un bonus sotto forma di sconto sul prezzo d’acquisto pari a 8.000 euro (6.000 euro di fondi statali e 2.000 euro di sconto del concessionario) se si decide di rottamare una vecchia auto; senza quest’ultima, il contributo scende a 5.000 euro (4.000 di fondi statali più 1.000 di sconto concessionario).

Per la fascia di emissione 21-60 g/km, di fatto le ibride plug-in, viene invece riconosciuto un bonus, in caso di rottamazione, pari a 4.500 euro (2.500 euro di fondi statali più 2.000 euro di sconto concessionario); senza un vecchio veicolo da dare in permuta, il contributo scende a 2.500 euro (1.500 euro più 1.000 di sconto concessionario).

I bonus per le altre vetture

L’esecutivo ha incrementato anche i fondi destinati all’acquisto sia di nuove vetture rientranti nella fascia di emissioni 61-135 g/km (stanziando altri 10 milioni di euro) che di auto usate (con ulteriori 5 milioni di euro).

Ricordiamo che i primi sono destinati agli incentivi per le auto benzina e diesel, gpl/metano e ibride leggere (full hybrid e mild-hybrid): per queste categorie, lo sconto sul prezzo di listino è solo con rottamazione e ammonta a 3.500 euro.

Per quanto riguarda l’acquisto di auto usate, devono essere Euro 6, con un prezzo inferiore ai 25 mila euro e avere delle emissioni fino a 160 g/km. È previsto l'obbligo di rottamare un vecchio veicolo immatricolato da almeno 10 anni e intestato a chi acquista da più di 12 mesi, con il contributo che è variabile a seconda del livello di emissioni di CO2 del mezzo da comprare. Il bonus è di 2.000 euro se la vettura usata rientra nella fascia 0-60 g/km di CO2, oppure di 1.000 euro e 750 euro se rientra rispettivamente nel range 61-90 g/km o 91-160 g/km di CO2.

Confronta le RC auto, risparmia fino a 500€ fai subito un preventivo

E per tagliare il costo dell'RC Auto?

Per risparmiare basta effettuare una simulazione su Segugio.it, il portale specializzato nella comparazione online delle migliori assicurazioni auto sul mercato. Il sistema di calcolo del portale fornisce risultati mirati per ogni profilo di assicurato, perché analizza in modo rapido e preciso tutte le informazioni inserite.

Ad esempio, ipotizziamo la richiesta di un assicurato 30enne – impiegato residente a Berbenno di Valtellina (Sondrio), nona classe di merito, zero sinistri negli ultimi 5 anni, patente mai sospesa, ricovero notturno del veicolo in box privato, percorrenza media di 10.000 chilometri ogni 12 mesi – che nelle prime due settimane di ottobre ha richiesto un preventivo per una Skoda Fabia terza serie benzina (immatricolata nel 2017).

La polizza più conveniente è risultata essere quella di Direct Assicurazioni, con un premio di soli 222,00 euro.
Ricordiamo alcune caratteristiche delle polizze auto offerte dalla compagnia. La compagnia rinuncia al diritto di rivalsa, fino a un massimo di 5 mila euro, nel caso in cui il veicolo assicurato sia guidato all’insaputa del proprietario da figli minori (o da persone con lui conviventi soggette alla sua tutela). In più, l’assicurazione applica il risarcimento in forma specifica, che in caso di incidente prevede di far riparare il veicolo in una delle carrozzerie convenzionate con la stessa Direct Assicurazioni.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati