Chiama gratis 800 999 555

Come proteggersi dai furti d’auto?

Pubblicato il 18/03/2020

Il furto del veicolo è una delle maggiori preoccupazioni degli automobilisti italiani, che devono fare i conti con ladri sempre più intraprendenti.

Gli ultimi dati, relativi al 2018, dicono che sono oltre 280 le auto rubate ogni giorno sul territorio nazionale: la Campania è la regione italiana che detiene il primato dei furti, seguita dal Lazio e dalla Puglia. La classifica delle quattro ruote più rubate rispecchia a grandi linee quella dei modelli più venduti, visto che le prime quattro posizioni sono occupate da Fiat Panda, Fiat 500, Fiat Punto e Lancia Ypsilon. L’attenzione dei malviventi riguarda anche la categoria dei SUV, Sport Utility Vehicle, con i modelli prediletti che riguardano la Nissan Qashqai, la Range Rover Sport e la Range Rover Evoque.

I sistemi per non farsi rubare l’auto

Esistono diversi sistemi per provare a tenere i ladri lontani dalla propria vettura. Il primo è quello di adottare un antifurto meccanico, che può bloccare il volante, il cambio o i pedali. Si tratta di dispositivi costruiti con materiali speciali, come gli acciai ad alta resistenza e le serrature codificate, che sono difficili da scardinare. I tempi per il furto tendono quindi ad allungarsi: in più sono visibili dall’esterno e questo è certamente un ottimo deterrente per far desistere il ladro.

Gli antifurti elettronici e satellitari

I primi sono dotati di sensori nella parte esterna del veicolo, che fanno scattare una sirena nel momento in cui rilevano dei movimenti. Più sicuri quelli satellitari, che consentono sempre di sapere dove si trova l’auto: la posizione del veicolo è rintracciabile grazie ad un localizzatore GPS. L’impianto antifurto è composto dal modulo GPS, da una centralina elettronica e da un modulo GSM: quest’ultimo, corredato da una SIM e da un apposito contratto telefonico attivo, provvede a comunicare a una centrale operativa il tentativo di furto in tempo reale. Questa tecnologia consente inoltre di attivare delle azioni che impediscono il furto del veicolo, come ad esempio il blocco totale del motore.

Le buone abitudini aiutano

Ad esempio, è sempre bene non allontanarsi dall’auto lasciandola accesa o con le chiavi inserite nel blocchetto d’accensione, oppure evitare di lasciare i finestrini aperti quando il mezzo viene parcheggiato. Un altro consiglio è di non lasciare la vettura in parcheggi isolati, oppure se si usa poco l’auto di verificare che si trovi ogni giorno nello stesso punto in cui è stata lasciata – accorgersi tempestivamente del furto aumenta le possibilità di ritrovarla.

La certezza di essere risarciti

Infine, se la vettura è stata immatricolata di recente, è bene abbinare all'RC Auto la garanzia accessoria del furto e incendio, che copre l'assicurato per i danni (materiali e diretti) subiti in caso di furto totale e parziale. Il premio pagato dall’assicurato per questa polizza e l'indennizzo che l'assicurazione versa nel caso di furto, vanno calcolati in base al valore di mercato dell'auto nel momento in cui questa viene assicurata.

Ricordiamo, che per scegliere un'assicurazione auto completa ed economica basta utilizzare il comparatore Segugio.it. Un esempio di convenienza? Per una guidatrice 40enne residente a Milano (impiegata, coniugata, prima classe di merito, patente mai sospesa, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 15 chilometri annui), che vuole rinnovare la polizza per una Fiat 500L 1.3 Multijet 95 CV Cross (immatricolata nel 2019), si distingue l’offerta di Verti, che fa pagare 204,91 euro per 12 mesi. Aggiungendo l’incendio e furto alla responsabilità civile di base, l’assicurato dovrà versare un totale di 301,72 euro.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati