logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

Bonus revisione auto e moto: cos’è e come richiederlo

Il bonus revisione è un contributo introdotto per compensare l’aumento delle tariffe in vigore dal 2021. Gli interessati possono richiederlo tramite l’apposita piattaforma online: dell’indennizzo potrà avvantaggiarsi chi ha fatto o farà la revisione dal primo novembre 2021 al 31 ottobre 2024.

Pubblicato il 17/02/2022
revisione auto in un'officina
Bonus revisione auto e moto: tutte le informazioni

Gli aumenti delle tariffe per la revisione dei veicoli a due e quattro ruote sono scattati il 1° novembre 2021.

Il rincaro è stato pari a 9,95 euro se si effettua la revisione presso la Motorizzazione Civile (da 45 a 54,95 euro), mentre chi si rivolge a un’officina privata convenzionata deve pagare 12,14 euro in più (da 66,88 a 79,02 euro).

Per compensare la maggior tariffa e agevolare gli utenti, il Governo ha introdotto un buono, il cui importo è pari all’aumento in vigore: quest’ultimo può essere richiesto dal 3 gennaio 2022 grazie all’attivazione della piattaformaBonus veicoli sicuri”. Secondo i dati rilevati il 4 febbraio scorso, hanno già presentato domanda quasi 41 mila utenti per le revisioni effettuate tra il primo novembre e il 31 dicembre 2021.

Come usufruire del bonus

Dell’indennizzo potranno avvantaggiarsi i proprietari di auto e moto (ma anche autocarri e minibus) che hanno fatto o faranno la revisione dal primo novembre 2021 al 31 ottobre 2024. Il contributo può essere richiesto una sola volta e per un solo veicolo: per ottenerlo basta registrarsi alla piattaforma Bonus veicoli sicuri attraverso le credenziali dell’identità digitale Spid, oppure tramite Carta d’identità elettronica (Cie) o Carta nazionale dei servizi (Cns). L’utente deve compilare il modulo presente sulla piattaforma specificando il numero di targa dell’auto o della moto (che deve essere intestata alla stessa persona che chiede il rimborso), data e luogo dell’avvenuta revisione, nome, cognome e indirizzo e-mail dell’intestatario e Iban del conto corrente. Il rimborso partirà una volta che il sistema ha verificato i dati e arriverà direttamente sul conto corrente del richiedente.

Confronta e risparmia sulla polizza RC auto fai subito un preventivo

Revisione auto e moto: cosa sapere

La revisione (o collaudo) è un’ispezione del veicolo che serve a verificarne il rispetto degli standard di sicurezza e la piena efficienza. In particolare, per valutare le condizioni dei mezzi vengono controllati l’impianto frenante, la carrozzeria (o carenatura per le moto), luci e circuito elettrico, gli pneumatici e i gas di scarico. I tecnici della revisione verificano anche i dati presenti sul libretto di circolazione: in particolare, il revisore accerta che il numero di telaio riportato sul veicolo corrisponda con quello presente sul documento.

La normativa nazionale prevede che auto e moto debbano essere collaudate dopo 4 anni dalla prima immatricolazione, un periodo che scende a 2 anni per le revisioni successive. Ad esempio, una vettura acquistata nuova a marzo del 2018, dovrà sostenere la revisione entro il 31 marzo del 2022 e la successiva entro lo stesso mese del 2024.

Ricordiamo che i termini per eseguire la revisione sono stati prorogati di 10 mesi per via del protrarsi dell’emergenza sanitaria da Covid-19: il rinvio si applica solo ai controlli già scaduti nel periodo tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021. Le ultime proroghe in vigore per il 2022 sono quelle del 28 febbraio (per le revisioni scadute tra il 1° e il 30 aprile 2021), 31 marzo (per le revisioni scadute tra il 1° e il 31 maggio 2021) e 30 aprile (per le revisioni scadute tra il 1° e il 30 giugno 2021).

Revisione scaduta: attenzione alle sanzioni

La revisione è obbligatoria: il mancato sostenimento porta all’applicazione dell’articolo 80 del Codice della Strada. In caso di controllo delle forze dell’ordine, si rischia una multa di importo compreso tra i 173,00 a 694,00 euro, nonché la sospensione dalla circolazione del mezzo fino al sostenimento del collaudo (con esito positivo). Le forze dell'odine annoteranno il provvedimento sul libretto di circolazione.

A proposito di obbligo, non possiamo non menzionare quello della copertura RCA. Ogni veicolo può circolare solo se in possesso di una regolare assicurazione: per scegliere quella giusta basta rivolgersi a Segugio.it, il portale che aiuta a individuare le assicurazioni auto e moto più economiche sul mercato. Per ottenere i preventivi basta inserire nel form di simulazione i propri dati anagrafici, i dati relativi al mezzo e i dettagli sulla storia assicurativa.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati