Bocciata la norma destinata a cambiare l’RC Auto

18/06/2019

Bocciata la norma destinata a cambiare l’RC Auto

Continua il lavoro delle forze politiche per mettere a punto il nuovo Decreto Crescita, che contiene una serie di misure per favorire la ripresa economica dell’Italia.

Tra le modifiche al provvedimento presentate alle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera, era stata inserita una disposizione riguardante il settore dell’RC Auto. L’emendamento, poi annullato, riguardava una variazione alla disciplina della Legge Bersani che estendeva l’ereditarietà della classe di merito a tutti i veicoli posseduti dal nucleo familiare, superando l’attuale normativa che fa trasferire la classe solo tra stesse tipologie di veicoli.

Secondo questa disposizione, chi avesse acquistato una nuova moto avrebbe potuto utilizzare la migliore classe di rischio già presente sulla propria auto, passaggio che attualmente è possibile solo tra due auto oppure tra due moto.

Emendamento giudicato non ammissibile

Così è stato valutato l’emendamento in fase di discussione all’interno delle Commissioni parlamentari. Tuttavia il fine della norma era quello di favorire molti guidatori possessori di due veicoli diversi (ad esempio un’auto e una moto), che avrebbero potuto risparmiare sulla tariffa assicurativa.

Un cenno sui vantaggi dell’attuale Legge Bersani

Il Decreto, in vigore dal 2007, è stato una vera e propria innovazione per il settore delle assicurazioni che ha agevolato il proprietario di un veicolo acquistato nuovo o usato, facendogli acquisire la stessa classe di merito di un mezzo circolante e assicurato già in suo possesso o in possesso di un componente del nucleo familiare convivente. Con questo meccanismo, anche i neopatentati che stipulano la polizza per la prima volta evitano di partire dalla quattordicesima classe, in quanto possono utilizzare la categoria del genitore o di un membro della stessa famiglia che ha già una storia assicurativa.

Si aspettano ancora i decreti attuativi per gli sconti obbligatori

Ne abbiamo parlato nella news “Ddl concorrenza: sconti RC Auto a rischio senza il decreto attuativo”. Il Disegno di legge concorrenza e il successivo regolamento numero 37/2018 dell’IVASS che ne disciplina le modalità, stabiliscono che gli assicurati muniti di apparecchiature di geolocalizzazione – come le scatole nere – abbiano diritto a uno sconto sul premio assicurativo che le compagnie sono obbligate a riconoscere. Tuttavia, il regolamento non può concretizzarsi, in quanto servirebbe l’apposito decreto attuativo che il Ministero dei Trasporti e dello Sviluppo economico non ha ancora varato.

Intanto puoi risparmiare con Segugio.it

Molti assicurati sanno già che rivolgendosi al portale si possono ottenere vantaggi in maniera veloce e gratuita. Segugio.it è infatti sinonimo di massima convenienza, perché permette di individuare e confrontare le migliori RC Auto offerte dalle assicurazioni partner.

Ecco qui di seguito un esempio di simulazione, aggiornata al 12 giugno 2019. Ipotizzando di voler assicurare una Audi A3 SPB 30 TDI (acquistata da un 43enne single di Pistoia che staziona in prima classe di merito, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, patente mai sospesa, percorrenza media annua di 20.000 chilometri), si scopre che il miglior prezzo è quello praticato da Zurich Connect.

Al costo di 374,38 euro, l'assicurazione prevede una copertura con formula di guida esperta (automobilisti con più di 25 anni) e garantisce massimali che si attestano sui 10 milioni di euro sia per i danni alle cose che per quelli alle persone.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Bocciata la norma destinata a cambiare l’RC Auto Valutazione: 4,3/5
(basata su 3 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare