Chiama gratis 800 999 555

Auto: torna a crescere il mercato dell’usato

Il mercato fa registrare nel nono mese dell’anno un incremento a doppia cifra delle attività di compravendita tra privati: bene anche le minivolture, che salgono dell’8,4%. I numeri evidenziano una crescita di interesse soprattutto per le auto usate ibride ed elettriche.

Pubblicato il 21/10/2020

Settembre positivo per il mercato delle auto usate, che inverte il trend decrescente degli scorsi mesi dovuto agli effetti del lockdown da Coronavirus. Il bilancio, rilevato dal bollettino ACI-Trend, parla di una crescita dei passaggi di proprietà del 18,3% al netto delle minivolture: per quest’ultime, che riguardano i veicoli ceduti a un concessionario, si è registrato invece un +8,4%.

La ripresa di questo settore è da attribuire soprattutto all’ottima performance registrata dai modelli elettrici, ibridi a benzina e ibridi a gasolio.

Ancora negativi i numeri dei primi nove mesi

Tuttavia, il quadro complessivo dei passaggi di proprietà presenta una contrazione del 17,7%. La quota maggiore di vendite per le auto usate è coperta dai modelli a gasolio, il 50% del totale (+19,5% rispetto allo stesso periodo di un anno fa), poi le auto a benzina (36,7% e +20,2%), le ibride a benzina (1% e +106%), le ibride a gasolio (0,16% e +157%) e le auto elettriche usate (0,08% e +172%).

Qualche consiglio per fare un buon acquisto

Il vantaggio di rivolgersi al mercato dell’usato è soprattutto economico. Un’auto immatricolata da 2 anni perde circa il 30% del suo valore, e ciò rende quindi possibile per chi acquista di poter scegliere un mezzo più grande o di cilindrata maggiore al prezzo di una vettura di categoria inferiore ancora da targare. È bene, però, fare una serie di controlli prima di acquistare una vettura usata: tra gli aspetti ai quali fare attenzione c’è sicuramente la carrozzeria. Guardandola si può capire se il veicolo è stato sistemato con approssimazione oppure se è stato riverniciato nascondendo eventualmente danni.

Anche gli interni dell’abitacolo danno buone indicazioni su quale sia lo stato d’uso del veicolo. È consigliabile controllare le condizioni del volante, del pomello cambio e dei sedili, che possono dare un’idea sulla veridicità dei chilometri della vettura. Il suggerimento è di lasciar perdere l’acquisto se si rileva una usura elevata di questi componenti su un chilometraggio inferiore ai 100 mila chilometri.

Acquisto auto usata: ecco cosa fare per l’assicurazione

Un automobilista che acquista sostituendo una precedente vettura può chiedere alla compagnia la sostituzione della polizza, consistente nell'emissione di un nuovo contratto in cui il proprietario/assicurato mantiene la classe di merito già maturata.

Per trasferire l’assicurazione basterà consegnare alla propria compagnia il certificato di assicurazione, la carta verde e l’atto di alienazione del precedente veicolo, nonché il libretto di circolazione della nuova vettura da assicurare. A seguito della sostituzione, la compagnia provvederà a ricalcolare il premio assicurativo, un’azione che potrà generare un rimborso o una richiesta di integrazione della tariffa RC Auto. È bene ricordare che il nuovo contratto assicurativo continuerà a mantenere la stessa scadenza originaria che aveva il precedente contratto.

In alternativa si può anche cambiare compagnia: non dimentichiamo che rivolgendosi a Segugio.it si possono individuare le RC Auto più economiche sul mercato. Facciamo un esempio: per assicurare una Opel Corsa 1.3 CDTI 5 porte Advance immatricolata nel 2018, appena acquistata da un 33enne di Roma (single, impiegato, prima classe di merito, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, patente mai sospesa, percorrenza media di 15.000 chilometri ogni 12 mesi), si potrà contare sul miglior prezzo praticato da Zurich Connect. La compagnia fa pagare al 21 di ottobre solo 319,84 euro, offrendo un contratto in cui la formula di guida esperta rende la macchina utilizzabile da tutti i patentati che hanno un’età superiore ai 25 anni. Buono il massimale, che ammonta a 10 milioni di euro sia per i danni alle persone che per quelli alle cose.

A cura di: Enrico Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati