Chiama gratis 800 999 555

Assicurazioni online: come difendersi dalla truffa dell'Rc auto

Pubblicato il 19/12/2019

Rc auto, le truffe viaggiano sempre più online. Capita, infatti, sempre più spesso che ci si ritrovi a sottoscrivere polizze contraffatte. E non mancano nemmeno casi di società assicurative realmente esistenti che propongono assicurazioni Rc auto nonostante non siano, però, autorizzate a farlo. In entrambi i casi, che sia del tutto fasulla o meno, ci si ritrova con una polizza non valida.

Tra i raggiri, ha fatto discutere quello che ha visto come sfortunato protagonista un pensionato della provincia di Torino che ha raccontato la sua disavvenuta in tv. Alcuni mesi fa l’uomo ha stipulato un’assicurazione, per poi scoprire a distanza di poco tempo di essere stato truffato.

Polizze fake: l’sos dell’Ania 

Di segnalazioni di automobilisti che hanno sottoscritto polizze fake ve ne sono davvero tante. Il risultato è spiacevole per tutti: non solo portafogli più leggeri, ma anche Rc auto inefficaci. È la storia di un pensionato della provincia di Torino che ha abboccato ad una pubblicità online, sottoscrivendo una polizza e pagando la metà del prezzo del costo della precedente. 

Il pagamento è avvenuto mediante carta Postepay, ma la documentazione della Rc auto non è stata mai inviata al malcapitato. A comunicargli di essere stato vittima di una truffa sono stati i carabinieri. Da qui l’intervento di Umberto Guidoni dell'Ania, durante il programma televisivo di La7, per spingere gli italiani a diffidare dai prezzi troppo bassi delle polizze.

A far riflettere – fanno sapere dall’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative - devono essere anche i pagamenti con carta ricaricabile. Le compagnie assicurative chiedono pagamenti mediante conto corrente e non con Postepay.

Siti fraudolenti: i consigli dell’Ivass

A lanciare un sos agli automobilisti ci pensa pure l'IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, che consiglia ai consumatori di prestare attenzione alle offerte di polizze Rc auto presenti in rete. Le attività assicurative e di intermediazione assicurative possono essere svolte soltanto da imprese ed intermediari che risultano iscritti nei registri dell'IVASS. Pubblicato, infatti, anche un elenco di siti web di intermediazione assicurativa risultati non regolari.

La prima cosa da fare è verificare, allora, che l’impresa di assicurazione sia iscritta nell’Albo Ivass o negli elenchi delle imprese Ue che possono operare in Italia. Va poi controllato che l’intermediario assicurativo risulti iscritto nel Registro Unico degli Intermediari (Rui) tenuto dall’Ivass. Se l’intermediario che propone la polizza è di un altro Paese Ue, deve essere comunque presente nell’elenco degli intermediari dell’Unione Europea ammessi ad operare in Italia tenuto dall’Ivass.

In caso di dubbi, è possibile usare i recapiti pubblicati sul sito Ivass. Vanno poi verificati per bene tutti i dati presenti sulla polizza, inclusi le intestazioni e i piè di pagina. Va fatto caso, ad esempio, alla presenza di eventuali correzioni e alle piccole differenze. Anche se possono sembrare errori materiali, potrebbe trattarsi in realtà di un caso di falsificazione. Capita spesso infatti che gli operatori abusivi utilizzino il nome di un’impresa regolarmente autorizzata e modifichino una sola lettera, per mettere in atto la truffa ai danni di qualche malcapitato poco attento.

Occhio, allora, a non incappare nelle truffe di siti sconosciuti o di assicurazioni allettanti che si rivelano poi fasulle. Come recita un antico proverbio: il risparmio non è mai guadagno. È importante affidarsi a società assicurative realmente esistenti e autorizzate alla stipula di polizze Rc auto per dormire sonni tranquilli.

Affidabilità e convenienza sono, ad esempio, le parole d’ordine di Segugio.it dove potrai confrontare le migliori polizze delle più importanti compagnie presenti sul mercato. I vantaggi sono tanti: ampia scelta di assicurazioni online, confronto trasparente e veloce delle polizze e assicurazioni a paragone in soli tre minuti.

A cura di: Tiziana Casciaro
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati