Prezzi RC Auto 2018: cosa è successo nel secondo semestre

20/12/2018

Prezzi RC Auto 2018: cosa è successo nel secondo semestre

L’anno si chiude bene per gli automobilisti italiani che assicurano la propria vettura, con le tariffe RC Auto degli ultimi mesi che sono tornate sugli stessi livelli della prima parte dell’anno.

Secondo le rilevazioni dell’Osservatorio di Segugio.it, l’attuale best price (la media dei migliori prezzi risultante dai preventivi del portale ottenuti dagli utenti) coincide infatti con quello del periodo gennaio-giugno, stabile sui 440 euro. Il picco dei premi di luglio, in cui il miglior prezzo medio ha raggiunto il massimo valore di 457 euro, è stato completamente riassorbito tra agosto e novembre.

Dando uno sguardo alle tariffe regionali, si scopre che il best price è in calo rispetto al primo semestre in Abruzzo, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta, Veneto e Umbria, mentre è in aumento in Toscana, Trentino Alto Adige, Molise e Basilicata; nessuna variazione invece nei territori di Piemonte, Emilia-Romagna, Liguria e Lazio. La regione con il premio medio più alto è sempre la Campania, 700 euro, la più virtuosa la Valle d’Aosta, con 331 euro.

Le caratteristiche delle polizze preventivate

L’indagine di Segugio.it evidenzia un leggero aumento della percentuale di utenti in prima classe di merito, ora al 62,85%, e di coloro che scelgono di inserire nella polizza la garanzia Incendio e Furto, la cui quota è del 27,8% (+0,4% rispetto al semestre precedente). Nel 2018 gli automobilisti riscoprono la Polizza kasko, presente nei primi 11 mesi nel 3,6% dei contratti contro una media del 2,3% del 2017.

La validità della Kasko, di cui ci siamo occupati nella news “Polizze accessorie: le più scelte dagli automobilisti”, non è legata alla responsabilità del conducente nell'incidente, perché la compagnia garantisce il risarcimento anche se il sinistro è stato causato dall'assicurato. La Kasko serve quindi a coprire tutti quei danni non provocati da altri, per i quali non si può chiamare in causa la polizza di responsabilità civile di alcuno, come ad esempio quelli riconducibili al ribaltamento, alle collisioni dopo un'uscita di strada, o qualunque altro tipo di urto che può essere subito dalla macchina durante la circolazione su strada.

Qualche dato sulle auto per cui si richiede la copertura

L’Osservatorio riporta, per la prima volta dal 2012, un calo dell’età media delle vetture circolanti, che in questo secondo semestre si ferma attorno ai 10 anni. Il parco auto nazionale si distingue per essere uno dei più vecchi d’Europa, con il 53,5% delle quattroruote che è stato immatricolato da più di dieci anni (dati ACI). I mezzi più datati si trovano al Centro-Sud, dove la Campania è la regione con la percentuale più alta di pre-Euro 3 (auto targate prima del gennaio del 2001), che costituiscono il 39,1% del parco circolante, seguita dalla Calabria (38,4%), dalla Sicilia (36,9%), dalla Basilicata (35,1%), dal Molise (33,6%) e dalla Puglia (32,4%)

In questo secondo semestre si registra anche una riduzione del chilometraggio medio percorso dagli assicurati. Il dato medio parla di circa 10.680 chilometri, con un incremento della quota di automobilisti che effettua tra i 5.000 e i 10.000 chilometri all’anno (attualmente al 63,32%). Ricordiamo che chi utilizza la vettura solo in determinati periodi dell’anno, può trovare conveniente stipulare una polizza temporanea. Queste assicurazioni hanno un costo che è adeguato al tempo e all’utilizzo che il contraente intende fare del mezzo e la convenienza è inversamente proporzionale alla frequenza con cui si utilizza la propria auto.

Vuoi risparmiare sulla tariffa? Affidati a Segugio.it

Il portale online consente di tenere bassi i prezzi dell’RC Auto, in quanto individua le polizze più economiche presenti sul mercato. Compilando il form con le proprie generalità, la storia assicurativa e i dati dell’autovettura, si otterranno i preventivi di tutte le compagnie partner: un esempio può aiutare a capire la reale convenienza ad effettuare una simulazione.

Ipotizzando di voler stipulare un contratto per una Alfa Romeo Giulia 2.2 Turbodiesel 150 CV di proprietà di un generico automobilista 40enne residente a Milano (prima classe di merito, guidatore unico, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 20.000 chilometri), la soluzione migliore è offerta da Zurich Connect, che propone una formula di guida esperta (età superiore ai 25 anni) a 211,93 euro. Ottimi i massimali, che coprono fino a 7,5 milioni di euro sia per i danni alle persone che per quelli alle cose.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Prezzi RC Auto 2018: cosa è successo nel secondo semestre Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare