Infrazioni al Codice della Strada: da gennaio multe più salate

08/12/2018

Infrazioni al Codice della Strada: da gennaio multe più salate

Brutte notizie per tutti i guidatori italiani, che se sorpresi a violare il Codice della Strada dovranno fare i conti con una serie di aumenti sugli importi delle multe. Il rincaro, che scatterà a partire dal prossimo primo gennaio 2019, non arriva da un provvedimento dell’esecutivo ma dall’adeguamento a cadenza biennale imposto in rapporto alle statistiche Istat sui prezzi al consumo.

Quali infrazioni costeranno di più?

Per gli aggiornamenti si dovrà attendere il decreto del Ministero della giustizia, che sarà pubblicato a metà dicembre. Secondo le prime indiscrezioni, il divieto di sosta passerà da 41 a 42 euro, mentre dovrebbe aumentare di 4 euro il passaggio con il semaforo rosso (da 163 a 167 euro) e di 13 euro la guida in stato di ebbrezza (il minimo sale da 532 a 545 euro).

Per quanto riguarda l’eccesso di velocità sarà punito con 42 euro per il superamento del limite entro 10 chilometri orari, con 173 euro tra 10 e 40 chilometri orari, con 545 euro tra 40 e 60 chilometri orari e con 849 euro quando l’eccesso supera i 60 chilometri orari.

Infine, probabile importo più alto anche per la sanzione comminata ai veicoli che circolano senza revisione, il cui ammontare minimo dovrebbe salire da 169 a 173 euro.

Le multe arrivano anche via Pec

Dallo scorso febbraio gli agenti possono chiedere ai trasgressori un "valido indirizzo PEC" su cui inviare il verbale, argomento di cui ci siamo occupati nella news “Multe stradali, da febbraio arriveranno via PEC”. Una volta che la contravvenzione arriva sulla mail certificata, diventa un atto "notificato e conoscibile" all'automobilista, che dunque avrà l’obbligo di saldare l’importo previsto dalla sanzione.

Ricordiamo che ad oggi l’articolo 201 del Codice della Strada stabilisce che il periodo di tempo per comunicare la multa è di 90 giorni. Tuttavia, fa fede il termine entro il quale il verbale viene consegnato all’agente notificatore (l’ufficio postale): se infatti l’incartamento viene consegnato alle poste entro il novantesimo giorno, il destinatario potrà ricevere la sanzione anche dopo questa scadenza.

Quando si può non pagare la multa?

Il Codice della Strada stabilisce uno specifico contenuto formale della multa. Il verbale deve infatti indicare:

- il giorno, l’ora e la località in cui è avvenuta la violazione ed è stato redatto il verbale;

- le generalità e la residenza del trasgressore;

- il tipo di veicolo contravvenzionato;

- gli estremi della targa;

- l’esposizione del fatto;

- l’indicazione della norma violata;

- l’autorità competente a decidere di un eventuale ricorso.

L’eventuale imprecisione o mancanza di uno degli elementi indicati può far scattare l’annullamento della multa per un vizio di forma. Il condizionale è d’obbligo, perché l’illegittimità del verbale scatta solo quando il vizio causa incertezza sugli elementi costitutivi dell’illecito, impedendo all’automobilista di difendersi davanti al giudice.

Attenti a rinnovare l’assicurazione

Tra le sanzioni più pesanti c’è sicuramente quella riguardante la guida di un mezzo senza assicurazione. Gli agenti possono infatti applicare una multa che varia da un minimo di 841 euro fino a oltre 3.200 euro, oltre alla sanzione accessoria del sequestro del mezzo, con l’auto o la moto che vengono prelevate da un carro attrezzi e portate in un luogo non aperto alla circolazione.

A tal proposito, è bene non dimenticare di scegliere una copertura che non sia solo efficace ma anche conveniente. Il risparmio viene garantito utilizzando il portale online Segugio.it, che consente di confrontare gratuitamente le migliori assicurazioni auto proposte dalle principali compagnie presenti sul mercato.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Infrazioni al Codice della Strada: da gennaio multe più salate Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare