Il punto sulle tariffe RC Auto: cosa accadrà nei prossimi mesi

23/11/2018

Il punto sulle tariffe RC Auto: cosa accadrà nei prossimi mesi

Arrivano dall’ANIA (Associazione Nazionale delle Imprese Assicurative) le ultime rilevazioni sulle tariffe assicurative italiane, un’indagine che ne fotografa l’andamento durante lo scorso mese di settembre 2018.

L’Associazione conferma l’arresto della flessione dei prezzi RC Auto, un trend iniziato nel lontano autunno del 2012. Per il totale dei contratti rinnovati (due e quattroruote), il premio medio netto (cioé non inclusivo delle imposte e del contributo al Servizio Sanitario Nazionale) delle polizze si è attestato sui 348 euro, un valore in linea con quello registrato nello stesso mese dello scorso anno (circa 349 euro). In particolare, le autovetture hanno fatto segnare un importo di 351 euro (poco più di 352 euro un anno prima), mentre l’ammontare registrato per motocicli e ciclomotori è stato rispettivamente di 261 e 165 euro.

È bene precisare che le polizze considerate sono quelle rinnovate con la stessa compagnia di assicurazione dell’anno precedente. Sono quindi escluse le polizze di quegli assicurati che “cambiano compagnia per ottenere un premio più vantaggioso e che sperimentano quindi una riduzione in media più elevata di quella che si può ottenere non cambiando impresa”.

Tariffe più basse del 22,3% in sei anni

Dal 2012 il premio medio netto per il totale dei veicoli è sceso di quasi 100 euro, visto che in quell’anno se ne pagavano circa 448. Il calo ha riguardato gli anni fino al 2017, con riduzioni di 20 euro nel 2013 rispetto all’anno precedente, 26 euro nel 2014, 24 euro nel 2015, 16 euro nel 2016 e 12 euro lo scorso anno.

Andamento simile per il best price

Il trend stabile delle auto rilevato dall’ANIA è in linea con i dati misurati in questi mesi dall’Osservatorio di Segugio.it. Secondo il comparatore online delle polizze auto, il miglior prezzo medio lordo (inclusivo di imposte e contributo al SSN), ottenuto dalla media delle migliori offerte trovate sul portale, si è attestato alla fine del secondo semestre 2017 sui 431 euro, un valore che si è mantenuto stabile rispetto ai 435 euro di settembre 2018.

Cosa si prospetta per i prossimi mesi?

Ricordiamo che la riduzione delle tariffe, di cui si parla anche nella news “Ddl concorrenza: sconti RC Auto a rischio senza il decreto attuativo”, sarà applicata in favore degli assicurati che equipaggiano la propria vettura con la black box o altri dispositivi analoghi (ad esempio l'alcolock). Previsto anche uno sconto aggiuntivo, applicabile ai soggetti che negli ultimi quattro anni non hanno provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria, anche se quest’ulteriore bonus è subordinato a due condizioni fondamentali: siano installati sui mezzi dei meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo, e gli utenti risiedano nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato.

La bozza del decreto attuativo, fondamentale per disciplinare gli sconti, non è ancora diventata operativa, ma si spera che la situazione possa sbloccarsi entro la fine dell’anno.

Per una tariffa economica meglio lasciar fare a Segugio.it

Per trovare la tariffa più conveniente sul mercato basta compilare il form di Segugio.it con le proprie generalità, la storia assicurativa e i dati dell’autovettura, ottenendo così i preventivi delle diverse compagnie. Il sistema di calcolo online fornirà risultati mirati per ogni profilo, perché analizza in modo preciso e veloce le informazioni inserite e permette di personalizzare i preventivi ottenuti selezionando le garanzie accessorie preferite. L’efficacia del portale è provata dal fatto che in questo secondo semestre dell’anno il 26,4% degli utenti ha potuto tagliare la spesa assicurativa di oltre il 50%.

Per avere un’idea delle attuali tariffe, ipotizziamo di voler stipulare un contratto per una Fiat Panda 1.2 Lounge di proprietà di un generico automobilista 40enne residente a Napoli (prima classe di merito, guidatore unico, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 20.000 chilometri). La soluzione più interessante è quella offerta da Italiana Assicurazioni, che propone una formula di guida esperta (età superiore ai 26 anni) a 543,16 euro. I massimali coprono fino a 6,070 milioni di euro per i danni alle persone e fino a 1,22 milioni di euro per quelli alle cose.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Il punto sulle tariffe RC Auto: cosa accadrà nei prossimi mesi Valutazione: 4/5
(basata su 4 voti)
800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare