Sconti RC Auto: a che punto siamo con il decreto attuativo?

11/09/2018

Sconti RC Auto: a che punto siamo con il decreto attuativo?

Il mese di settembre potrebbe essere il periodo giusto per l'introduzione degli attesi sconti obbligatori sull’RC Auto, previsti in favore degli assicurati che equipaggiano la propria vettura con la black box o altri dispositivi analoghi (ad esempio l'alcolock). La bozza del decreto attuativo, fondamentale per disciplinare i bonus, è infatti stata pubblicata sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dovrebbe diventare operativa in tempi brevi.

I criteri fissati dall’Istituto di Vigilanza

Le modalità per determinare i tagli sulle tariffe, decisi dal Ddl concorrenza, sono state disciplinate dal Regolamento 37/2018 dell’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni). In particolare è previsto per gli assicurati uno sconto obbligatorio subordinato a tre condizioni:

- ispezione preventiva del veicolo;

- installazione sul veicolo di meccanismi elettronici che ne registrano l’attività (scatola nera o equivalenti);

- montaggio di congegni (come l’alcolock) che impediscono l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge.

In più, si potrà usufruire di uno sconto aggiuntivo, applicabile ai soggetti che negli ultimi quattro anni non hanno provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria. Tuttavia, devono essere soddisfatte due condizioni fondamentali: che siano installati sui mezzi dei meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo e che gli utenti risiedano nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato. A questo proposito, è stata definita una lista delle province ad alta sinistrosità, che comprende i Comuni di Toscana (tranne Arezzo, Grosseto e Siena), Puglia (eccetto Lecce), Calabria e Campania (a esclusione di Cosenza e Avellino). Per l’identificazione delle città, l’IVASS ha utilizzato sia le informazioni già in suo possesso riguardanti il portafoglio italiano del ramo RC Auto, sia i dati forniti da un campione di imprese che sono rappresentative del mercato assicurativo nazionale.

Le altre novità del Ddl concorrenza

Nell'ottica di ridurre le frodi, il Disegno di legge introduce anche novità che riguardano i testimoni. Sarà infatti obbligatorio indicare i soggetti che hanno assistito al sinistro in fase di denuncia o al primo atto formale verso la compagnia. Se i testimoni non vengono indicati subito, la compagnia è tenuta a richiederli con una raccomandata entro 2 mesi dalla denuncia, in modo da permettere all'assicurato di fornire le informazioni mancanti.

La legge agisce anche in tema di riparazioni, lasciando al danneggiato la facoltà di ottenere l’integrale indennizzo per la sistemazione del veicolo e di rivolgersi a un carrozziere di propria fiducia.

In futuro anche l’abrogazione del bonus-malus

L’RC Auto si prepara a vivere ulteriori cambiamenti nel medio-breve periodo. L’IVASS ha dato il via libera a un programma di studio per abrogare gli attuali criteri di base per l’attribuzione della classe di merito – un argomento di cui ci siamo occupati nella news “L’RC Auto dice addio al bonus malus”. L’Istituto ha specificato che la nuova metodologia di calcolo dovrebbe tener conto del comportamento effettivo del guidatore, indipendentemente dal veicolo guidato, dando meno peso a parametri come residenza ed età del contraente. Per l’applicazione di questo nuovo metodo, si è pensato al monitoraggio dell’assicurato grazie alla tracciabilità dello smartphone oppure attraverso un sistema misto, in grado di attingere informazioni anche dall’archivio nazionale delle patenti, dove convergono le segnalazioni che riguardano le infrazioni al Codice della Strada.

Risparmiare sull’RC Auto? Fondamentale la comparazione online

Molti assicurati hanno già avuto la prova che si può ottenere un vantaggio sul premio in modo semplice, veloce e gratuito. Per farlo, basta collegarsi a Segugio.it, il sito che permette di confrontare i prezzi delle migliori assicurazioni presenti sul mercato.

Un esempio di simulazione può aiutare a chiarire la reale convenienza a utilizzare il portale. Ipotizzando di voler assicurare una Smart Fortwo 70 1.0 Prime (acquistata da un 40enne di Cosenza che staziona in prima classe di merito, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 15.000 chilometri), si scopre che il miglior prezzo è quello praticato da Italiana Assicurazioni, 311,1 euro, che prevede una copertura con formula di guida esperta (automobilisti con più di 26 anni). L’assicurazione garantisce massimali che si attestano sui 6,070 milioni di euro per i danni alle persone e 1,22 milioni di euro per quelli alle cose.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Sconti RC Auto: a che punto siamo con il decreto attuativo? Valutazione: 4,6/5
(basata su 5 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare