Furti d’auto: cresce l’attenzione dei ladri per i SUV

04/08/2018

Furti d’auto: cresce l’attenzione dei ladri per i SUV

Sempre viva la preoccupazione degli automobilisti per i furti d’auto, che nel 2017 sono calati sensibilmente attestandosi sotto la soglia delle 100 mila vetture.

Tuttavia, il dato nasconde un trend in controtendenza: la crescita dell’interesse dei malviventi per la categoria dei SUV (Sport Utility Vehicle), che hanno visto aumentare i furti di oltre l'8% rispetto al 2016, uno scenario che è emerso dal dossier “L'evoluzione dei furti d'auto: emergenza SUV” elaborato da LoJack Italia, la società americana leader nel rilevamento e recupero di beni trafugati.

I modelli prediletti da sottrarre

Nella graduatoria degli Sport Utility più rubati dai malfattori, si nota il primato conquistato dalla Nissan Qashqai (656 unità sottratte), mentre in seconda e terza posizione si piazzano rispettivamente la Kia Sportage (429 esemplari) e il Range Rover Sport (399), quest’ultimo al vertice della classifica del 2016. A seguire troviamo il Rang Rover Evoque, la Hyundai Tucson e la Mercedes ML.

Per quanto riguarda invece la geografia delle aree più colpite, il Lazio detiene il primato con 1.210 furti di SUV (+17% sull’anno precedente), con la Lombardia al secondo posto e 813 episodi (-8,7%), seguita dalla Puglia, 790 furti e +11%, e dalla Campania, 656 casi e addirittura un +43% rispetto al 2015. La classifica è leggermente diversa rispetto a quella generale che comprende tutti gli autoveicoli e che vede primeggiare la Campania con il 19,7% dei furti totali.

La Panda è l’auto più rubata

Nella graduatoria generale dei veicoli rubati, l’utilitaria della Casa FCA, Fiat Chrysler Automobiles, resta in cima alle preferenze dei ladri, visto che è anche la vettura più venduta in Italia: l'anno scorso ne sono state sottratte 9.719, pari al 10,91% dei furti totali. La top ten vede altri modelli del Gruppo italo-americano, vale a dire la Punto, la 500 e la Lancia Ypsilon, mentre tra le straniere si distinguono la Volkswagen Golf, la Ford Fiesta e la Renault Clio. 

Topi d’auto high-tech

I ladri d’auto sono oggi molto esperti a livello informatico, consentendogli quindi di utilizzare sempre più frequentemente congegni che permettono di raggiungere lo scopo senza danni sulla vettura. Una strategia è quella di replicare il segnale emesso dalla chiave, contenente al suo interno informazioni che al momento dell’avvio del mezzo sono trasmesse alla centralina. Una volta rubata, l’auto viene smontata per riciclare i pezzi di ricambio oppure reimmessa sul mercato italiano o straniero, grazie all’alterazione dei dati identificativi e alla falsificazione della documentazione originale.

La protezione arriva dal Furto e Incendio

Secondo l’Osservatorio di Segugio.it c’è stato un incremento della percentuale di utenti che per difendersi dai furti ha scelto di stipulare la Polizza Furto e Incendio, la garanzia accessoria che può essere aggiunta alla responsabilità civile di base. Oltre il 22% dei contratti sottoscritti nel 2017 hanno visto l’aggiunta di questa garanzia mentre quest’anno la percentuale è salita al 23,3%. Nella news “Cosa copre la garanzia accessoria del Furto e Incendio?”, abbiamo evidenziato che il veicolo è assicurato in caso di sottrazione sia parziale che totale (inclusa la manomissione), mentre la garanzia non indennizza i danni scaturiti dalla rottura o rapina di oggetti lasciati nel veicolo, nonché i danni dovuti ad atti vandalici (coperti da una garanzia a parte). In caso di danneggiamento l’indennizzo equivale all’importo necessario per le riparazioni, considerando il degrado d’uso per i pezzi che sono sostituiti, mentre per il furto totale l’importo liquidato corrisponderà al valore commerciale del mezzo. 

Come trovare una polizza conveniente?

Collegandosi al portale Segugio.it è possibile confrontare i prezzi delle migliori polizze online presenti sul mercato nazionale. Il sistema di calcolo online fornirà risultati mirati per ogni tipologia di profilo, perché analizza in modo preciso le informazioni inserite e permette di personalizzare i preventivi ottenuti selezionando le garanzie accessorie che l’utente preferisce.

Effettuando al 19 di luglio la simulazione di un quarantenne di Firenze che vuole assicurare una Bmw X2 sDrive 18d – percorrenza di 20 mila km annui, veicolo appena immatricolato, guidatore unico in prima classe di merito – si scopre che il preventivo migliore è quello di Zurich Connect, con una tariffa per guidatori esperti (conducente con più di 25 anni) di 344,93 euro l’anno per la sola responsabilità civile. Il massimale coperto dall’agenzia è di 7,5 milioni di euro sia per i danni alle persone che per quelli alle cose.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Furti d’auto: cresce l’attenzione dei ladri per i SUV Valutazione: 5/5
(basata su 3 voti)
800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare