Assicurazione autocarro: cosa sapere per fare la scelta giusta

01/08/2018

Assicurazione autocarro: cosa sapere per fare la scelta giusta

L’assicurazione autocarro è una polizza obbligatoria che deve essere stipulata per circolare con furgoni e veicoli commerciali di massa inferiore ai 35 quintali.

Secondo la definizione data dall’articolo 54 del Codice della Strada, gli autocarri sono “veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all’uso o al trasporto delle cose stesse”. Attualmente però esiste la possibilità di immatricolare come autocarri anche particolari tipologie di autovetture, quali ad esempio i SUV. 

Non tutti sanno che l’RC autocarro ha alcuni elementi che la distinguono rispetto alla più comune assicurazione auto: le differenze riguardano sia la gestione dei massimali che le caratteristiche stesse del mezzo.

Qualche nozione sul calcolo del premio

Prima cosa la formazione della tariffa, che sugli autocarri dipende dalla portata del veicolo e non dalla cilindrata – un argomento di cui abbiamo parlato anche nella news "Assicurazione autocarro: quali differenze con l’RC Auto?". Il presupposto base è che maggiore è la massa del veicolo e maggiori sono i potenziali danni che esso potrebbe causare in caso di sinistro.

Per quanto riguarda i massimali, l’assicurazione autocarri protegge il contraente per un certo numero di incidenti nell’arco dei 12 mesi, indipendentemente dalla spesa dei danni provocati. Il tetto massimo di sinistri è stabilito dalla compagnia: solitamente si tratta di due o tre incidenti, oltre i quali per avere una copertura occorre versare delle somme aggiuntive. Ricordiamo inoltre che la Classe di merito è legata solo al mezzo e non all’intestatario del contratto, una modalità dovuta al fatto che l’autocarro viene spesso utilizzato da più conducenti.

L’importanza delle polizze accessorie

Quando si sceglie l’assicurazione per il proprio autocarro bisogna considerare anche le caratteristiche del veicolo e il tipo di attività professionale che si svolge, al fine di ampliare eventualmente le possibilità di protezione della polizza.

Parliamo delle cosiddette garanzie accessorie, che pur alzando l’entità premio risultano molto vantaggiose. Tra le più gettonate troviamo l’assistenza stradale, la copertura cristalli, la garanzia sulle merci trasportate e per il carico e lo scarico delle stesse. Molto valutata è anche la Polizza kasko, dove l’assicurazione si assume i rischi derivanti dalla circolazione del veicolo, indipendentemente dalla responsabilità del guidatore. La Kasko serve quindi a coprire tutti quei danni non provocati da altri, per i quali non si può chiamare in causa la polizza di responsabilità civile di alcuno, come ad esempio quelli legati al ribaltamento, alle collisioni dopo un'uscita di strada, o qualunque altro tipo di urto che può essere subito dal veicolo durante la circolazione su strada.

Le RC Autocarro più convenienti

Accedendo al portale Segugio.it, è possibile confrontare i migliori preventivi delle assicurazioni autocarro messi a disposizione dalle compagnie partner. Ricordiamo che il form per effettuare la simulazione tiene conto di ulteriori informazioni rispetto alle autovetture, quali l’utilizzo del veicolo (conto proprio o conto terzi) e il settore di attività.

Ipotizzando la richiesta di un commerciante al dettaglio romano che assicura un Fiat Ducato 28 2.0 MJT PC-TN Furgone (prima classe di merito, percorrenza annua di 30 mila chilometri, zero sinistri negli ultimi 5 anni, utilizzo del mezzo per trasporto merci comuni, uso del veicolo conto proprio), risulta quale offerta più economica Zurich Connect al prezzo di 484,97 euro ma con una formula di guida libera. Nel caso in cui il conducente del veicolo assicurato sia in stato di ebbrezza, Zurich limiterà la rivalsa a un massimo di 2.500 euro. La compagnia copre gli eventuali danni causati a terzi sia dal traino di eventuali rimorchi, che dalla circolazione in aree private: in più è prevista la garanzia ricorso dei terzi in caso di incendio, esplosione o scoppio del veicolo, per fatto non inerente alla circolazione stradale ed entro il limite di massimale di 150.000 euro per sinistro.

Conveniente anche la proposta di Genialloyd, al prezzo di 595 euro. Questa polizza applica la formula di guida esperta, con il veicolo che sarà sempre guidabile dal proprietario e da tutti i maggiori di 23 anni (purché non abbiano conseguito la patente italiana da meno di 2 anni): qualora al momento del sinistro si trovi alla guida un conducente con età non autorizzata, la compagnia applicherà una rivalsa fino ad un massimo di 5.000 euro. Nel caso in cui il veicolo assicurato sia guidato da persona in stato di ebbrezza, Genialloyd limiterà la rivalsa (solo per il primo sinistro) a un massimo di 2.500 euro. In più, l’assicurazione rinuncia a esercitare il proprio diritto di rivalsa per chi guida con patente scaduta, a condizione che la licenza sia rinnovata entro sei mesi dalla data dell’incidente.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Assicurazione autocarro: cosa sapere per fare la scelta giusta Valutazione: 4,7/5
(basata su 3 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare